post

CAPOLAVORO IN TRASFERTA PER LA EVO ELLEDUE

Ser Santena’95-EVO Elledue-0-3

(12-25 / 21-25 / 23-25)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 5, Del Nero 3, Furegato 21, Farina 6, Fracchia 5, Gatti, Deambrogio 9, Corino, Falabrino C., Falabrino F. 1, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni.

Ser Santena’95: Pizzolato (K) 2, Decorte 4, Perlo 7, Marotta, Aimone Marino, Di Gioacchino 4, Mana 3, Crivellaro 1, Busso 4, Arduino 7, Marini (L). All: Bovero-Varano.

Servizi vincenti: Santena 2, EVO Elledue 5.

Errori al servizio : Santena 10, EVO Elledue 6.

Punti a muro: Santena 0, EVO Elledue 7.

Santena (TO) – Anche l’ultima trasferta del campionato è andata in archivio. Dopo la sosta per le festività pasquali, il calendario ha proposto alle rossoblu della EVO Elledue, la sfida alle torinesi del Ser Santena’95. La formazione di casa, che all’andata violò la Tensostruttura di via Visconti, è scesa in campo con Decorte, Perlo, Pizzolato, Busso, Mana, Arduino e Marini (libero). Coach Ruscigni ha replicato proponendo Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio ed Imarisio (libero). Ottimo inizio delle ospiti. Le rossoblu sono molto concentrate e la fase muro-difesa funziona a meraviglia. Sul punteggio di 1-5 coach Bovero chiede il primo time-out. Al rientro in campo, lo scambio più lungo del match viene chiuso da un perfetto diagonale di Dell’Oste. Altri tre punti (muro vincente e parallela di Furegato) ed arriva anche la seconda sospensione discrezionale per le padrone di casa: 1-9. Il parziale di otto a zero proietta la Elledue verso la conquista del primo set, ma è in materia di errori non procurati che l’EVO fa davvero paura. Al termine della frazione saranno solo tre, due dei quali al servizio. Fracchia (ace) e Furegato non fanno prigionieri e quando Del Nero piazza il servizio tattico in zona tre, il Santena si arrende definitivamente: 7-21. Il primo “gratuito” delle rossoblu giunge solo in questo momento. La chiusura è affidata al braccio di Martina Furegato : 11 personali in questa prima frazione (12-25). Le percentuali tenute dalla squadra ospite sono così alte che non possono durare in eterno. In avvio di seconda frazione qualcosa succede in tal senso ed il Santena si porta sul punteggio di 8-10. Nel frattempo la Elledue ha commesso sette errori e dopo il break che vale il 10-15 (ed il time-out della squadra di casa), rimette le cose a posto grazie ad una maggior attenzione in difesa. Corino e Federica Falabrino per Furegato e Del Nero. Il doppio cambio tattico consente di mantenere un buon margine di vantaggio. Boggio per Decorte (cambio in palleggio) e Marotta per Arduino nel tentativo di alzare il muro. Questa la carta giocata da coach Bovero. Sul 20-21 la Elledue respinge l’assalto del SER con una parallela di Dell’Oste. Il doppio cambio si chiude e la squadra ospite si guadagna tre palle set: 21-24. L’attacco di Perlo è sporcato dal muro azzurro e la più lesta è Del Nero: tocco di prima e si cambia campo con due frazioni di vantaggio. Per la prima volta in stagione coach Ruscigni propone il doppio libero. Imarisio nella fase di ricezione, Papillo in quella di rigiocata. Dal quattro pari al 4-6 con due prodezze di Furegato. Santena reagisce dopo il time-out e capovolge la situazione: 8-6. Massimo vantaggio (11-8) e strappo ricucito grazie al muro di Fracchia ed al turno di servizio di Del Nero. Deambrogio e Farina pungono la retroguardia avversaria, ma Arduino e Di Gioacchino rispondono colpo su colpo: 19-19. Iniziano i cambi, tutti di natura tattica. Federica Falabrino e Corino per l’EVO; Boggio, Crivellaro e Marotta per il Santena. Sul 23 pari Crivellaro commette fallo di invasione al termine di un’azione confusa dove diventa fondamentale un salvataggio di piede di Dell’Oste. Nello scambio successivo la squadra torinese commette un altro fallo e la Elledue si porta a casa un meritato tre a zero. Ora, vista la classifica, sarebbe fin troppo facile recriminare sul match di andata, ma non sarebbe giusto ed onesto nei confronti di questa EVO Elledue. Il quarto posto resta un capolavoro e con i tre punti di Santena si raggiunge quota 52, confermando una striscia positiva iniziata tredici partite fa. Un intero girone dove le rossoblu di coach Ruscigni hanno recitato la parte del leone in questo campionato di serie C conquistando 35 punti sui 39 disponibili. Sabato prossimo si chiuderà ospitando il Canelli già retrocesso in serie D.

Risultati 25^ giornata: Santena’95-EVO Elledue-0-3 Monviso Volley-Novi-0-3 L’Alba Volley-Rivarolo-3-0 Canelli-Team Volley Lessona-2-3 Libellula Bra-Team Volley NO-3-0 La Folgore-Oasi Cusio-3-2 Igor NO-Cuneo Granda Volley-3-1

Classifica: Libellula Bra 68, L’Alba Volley 62, Team Volley NO 56, EVO Elledue 52, Rivarolo e Oasi Cusio 39, Santena’95, La Folgore e Team Volley Lessona 37, Cuneo 35, Novi 25, Igor Volley 19, Canelli 12, Monviso Volley 7.

Libellula Bra, Alba Volley e Team Volley Novara ai play-off. Igor Novara ai play-out. Canelli e Monviso Volley retrocesse in serie D.

Prossimo turno (04-05-2019): EVO Elledue-Canelli (ore 20.30) (3-0); Rivarolo-Igor NO (3-1); Team Volley Lessona-Monviso Volley (3-1); Team Volley NO-Santena’95 (3-0); Oasi Cusio-Libellula Bra (1-3); Novi-La Folgore (3-1); Cuneo Granda Volley-L’Alba Volley (0-3).

post

ULTIMA TRASFERTA PER LA ELLEDUE

Il campionato di serie C regionale sta volgendo al termine. La “carovana” rossoblu della EVO Elledue sabato prossimo (27 aprile) si metterà in viaggio per l’ultima volta. Destinazione Santena. E’ incredibile come nello sport i corsi ed i ricorsi storici si rincorrano senza soluzione di continuità. La favola della squadra di Marco Ruscigni e di Maurizio Montagnini, probabilmente è iniziata proprio lì, all’interno del “PalaPininfarina” più o meno un anno e mezzo fa in occasione del match di andata della passata serie D. Un braccio di ferro con il Ser Santena’95 per aggiudicarsi il primo posto e la promozione diretta. Una battaglia sportiva che le rossoblu hanno iniziato con una sconfitta. Ma tornando a casa da Santena staff, giocatrici e società sapevano che la prestazione fornita era un segno tangibile per qualcosa di importante. E così fu. Da quel giorno l’EVO Elledue non conobbe più sconfitta, vinse il campionato con numeri da record conquistando la promozione in serie C. Il Santena’95 la seguì a ruota: secondo posto e play-off dominati. Oggi, alla vigilia di questa trasferta, ci troviamo al cospetto di numeri altrettanto importanti. Dalla sconfitta subita in casa “un girone fa” dalle torinesi, la Elledue non è più uscita dal campo a mani vuote. Undici vittorie e due sconfitte al tie-break. Un ruolino di marcia impressionante se si considera che Dell’Oste e compagne hanno affrontato la stagione da neo-promosse. Il quarto posto (assolutamente meritato) non è più in discussione. I play-off sono sfuggiti più per la bravura del terzetto di testa che per i demeriti delle nostre ragazze (se mai ce ne fossero stati). Giusto così. Ma se da un lato è onesto riconoscere i meriti di Bra, Alba e Novara, dall’altro è doveroso togliersi il cappello di fronte ad un gruppo di lavoro che è il risultato di una collaborazione con pochi eguali nel mondo del volley. Alessandria Volley e Junior Casale hanno dato vita a qualcosa di straordinario. Giusto prendersi tutti i meriti del caso perché dietro ad una stagione così c’è tanto lavoro, svolto da persone competenti, volenterose ed intelligenti. Questo quarto posto deve essere il punto di ri-partenza per la prossima stagione. Manca poco per compiere un ulteriore salto di qualità. Tra 15 giorni l’ultimo pallone toccherà terra e passerà nelle mani dei presidenti Bernagozzi e Vizio (nella foto) e dei loro collaboratori. Negli ultimi 24 mesi i risultati sono stati eccellenti, perché non credere in un 2019-20 da prima pagina? Tornando al match con Santena (perché la partita è da giocare al massimo), impossibile non ricordare la serataccia dello scorso mese di gennaio. Soprassediamo sui “come” e sui “perché”, ma è innegabile che la preparazione del match non fu fatta nelle condizioni ideali. La matematica dice che i play-off non sono stati perduti per “colpa” di quel pesante zero a tre, ma la voglia di rivincita c’è. Ci mancherebbe altro! La Elledue fu troppo brutta per essere vera e sabato prossimo sarà tutta un’altra storia. Una storia che assomiglia tanto ad una favola. Iniziata proprio lì…

Ser Santena’95: Pizzolato (K), Decorte, Perlo, Marotta, Aimone Marino, Gioacchino, Mana, Crivellaro, Busso, Arduino, Meloni, Marini (L). All: Bovero-Varano.

Prossimo turno (27-04-2019): Santena’95-EVO Elledue (ore 18.30) (3-0); Monviso Volley-Novi (0-3); L’Alba Volley-Rivarolo (3-1); Canelli-Team Volley Lessona (0-3); Libellula Bra-Team Volley NO (3-0); La Folgore-Oasi Cusio (2-3); Igor NO-Cuneo Granda Volley (1-3).

Classifica: Libellula Bra 65, L’Alba Volley 59, Team Volley NO 56, EVO Elledue 49, Rivarolo 39, Oasi Cusio 38, Santena’95 37, La Folgore, Team Volley Lessona e Cuneo 35, Novi 22, Igor Volley 16, Canelli 11, Monviso Volley 7.

post

LA ELLEDUE SI REGALA UNA SERATA DA “GRANDE”

EVO Elledue-Libellula Volley Bra-3-1

(27-25 / 19-25 / 25-18 / 25-18)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 5, Del Nero 4, Furegato 21, Farina 22, Fracchia 12, Gatti 5, Deambrogio 4, Corino, Falabrino C., Falabrino F., Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni.

Libellula Volley Bra: Cammardella R.(K), Ghione, Vinciarelli 14, Arione, Conte 8, Panetta 7, Rossetti, Abrate 2, Garnero 2, Montà 13, Martina 14, Cammardella E.(L). All: Arduino-Biestro.

Servizi vincenti: EVO Elledue 7, Libellula 5.

Errori al servizio : EVO Elledue 8, Libellula 5.

Punti a muro: EVO Elledue 14, Libellula 11.

Casale Monf.to – La terz’ultima partita della stagione ha proposto alle rossoblu di Marco Ruscigni la sfida alla capolista Libellula Bra. La classifica di entrambe è praticamente “in ghiaccio” e la conseguenza non può non essere una partita estremamente godibile. La capolista con due punti sarebbe matematicamente prima con due turni di anticipo; la Elledue, con egual risultato, blinderebbe un quarto posto che vale moltissimo in proiezione futura. Prima della sosta non poteva esserci appuntamento migliore per gli appassionati di pallavolo. Padrone di casa in campo con Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). La Libellula risponde con Abrate, Montà, Martina, Garnero, Vinciarelli, Panetta ed Elisa Cammardella (libero). Ritmo ed intensità subito alle stelle. Le due squadre difendono con ordine e trovano maggior spazio da posto tre: 8-8. Le padrone di casa commettono quattro errori gratuiti, mentre la capolista deve ancora sbagliare il primo pallone. Furegato picchia sulle mani del muro e la Elledue passa in vantaggio: 12-11. Break rossoblu (14-11) con Fracchia e Farina; risposta immediata della Libellula con Montà e Martina: 14-14. Del Nero si mette in proprio (16-15) e poi serve Farina per il 17-15. Spettacolare azione conclusa da Furegato e time-out per la Libellula sul punteggio di 18-15. Altro che gara di fine stagione! Bra reagisce alla grande e sul 20-18 è Marco Ruscigni ad interrompere il gioco. Ace di Vinciarelli e parità a quota 20. Finalmente arriva il cambio palla (con Fracchia in fast), seguito a ruota dal muro della stessa centrale alessandrina. Nell’azione del 23-21 rossoblu si fa male Garniero e la partita si interrompe per diversi minuti. La centrale viene accompagnata al Santo Spirito per un controllo (botta alla schiena) e Conte la sostituisce sul rettangolo di gioco. Ace di Deambrogio per il 24-21. Bra annulla due set-point e coach Ruscigni chiede il secondo time-out discrezionale. Il muro di Martina vale la parità a quota 24 e Panetta da posto quattro ribalta la situazione. Ora è la Elledue a metterci una pezza con Fracchia (25-25) e a guadagnare un altro set-point con Farina: 26-25. Attacco fuori tempo di Alice Farina con pallone che tocca fortunosamente la riga per il definitivo 27-25. Nella totalità del primo set la Libellula ha regalato solo due punti alle padrone di casa! Rossana Cammardella in cabina di regia dopo l’inversione di campo. Dal 4-1 rossoblu al sette pari con muro di Conte su Farina. Un errore di formazione del team EVO spiana la strada al break della capolista: 7-10 e time-out Elledue. C’è una sola squadra in campo e sul punteggio di 8-13 Gatti sostituisce Deambrogio. Il muro ospite fa la voce grossa con Conte e per la squadra di casa diventa difficile trovare le giuste contrarie. Time-out sul 9-16, ma la frazione è ampiamente compromessa. La Libellula fa letteralmente quello che vuole: Corino per Del Nero sul 10-19. Il tentativo di recupero fuori campo di Vinciarelli sul 12-19 spiega tanto del primato di questa squadra. L’EVO non molla, ci crede ancora e dopo la “doppietta” di Farina, coach Arduino ferma il gioco: 14-19. La formazione di casa è rientrata nel ritmo-partita e quando la fast di Martina si perde a lato (17-20), il pubblico di casa sostiene le proprie beniamine. Vinciarelli e compagne commettono qualche errore, ma l’aquilone scagliato da Farina dai nove metri, porta via tutti i sogni di gloria rossoblu. Doppio ace di Vinciarelli e 19-25 per la capolista. Gatti confermata in sestetto dopo l’inversione di campo. Furegato sale in cattedra nel 4-3 che apre il terzo set. Frazione estremamente equilibrata (9-9) con la Elledue che prova ad accelerare con Furegato, Del Nero e Gatti: 12-9. Imarisio “vola” sugli attacchi delle libellule e Fracchia chiude i varchi a muro. Si combatte strenuamente su ogni pallone con il risultato che rimane in bilico. Anche la capolista soffre il servizio di Dell’Oste e sul 17-13 coach Arduino chiede time-out. In un match come questo quattro punti di vantaggio sono tanti e dopo un parziale rientro del Bra (18-16), l’EVO guadagna un interessante 20-16. La capolista prova a riordinare le idee con il secondo time-out, ma la Elledue è concentrata e non si lascia ipnotizzare dalle libellule: 23-17. Doppio cambio tattico del Bra sul 23-18, reso vano dal mani-out di Furegato. Invasione di Martina e 2-1 EVO con un brillante 25-18. Tutta la squadra rossoblu gioca alla grande, ma Giorgia Imarisio batte tutti per distacco. Sicuri che in campo ce ne sia solo una? Se mai fosse possibile, il quarto set è ancora più bello. Doppio muro di Dell’Oste e 5-4 Elledue. Sorpasso ospite con Conte e Vinciarelli (7-9) e recupero rossoblu con Furegato e Farina: 9-9. Quando arriva il muro di Farina che vale il contro-sorpasso, balza agli occhi un dato statistico impressionante: 23 block-in complessivi per le due squadre in campo! Gatti “spettina” il muro ospite sul 13-10 e Fracchia serve il più quattro della EVO. Doppio cambio per il Bra: Arione e Ghione in campo sul 16-14. La squadra di casa spinge ancora con le centrali e sul 20-16 coach Arduino ha esaurito i time-out. Da dove Imarisio tenga viva la difesa che Dell’Oste trasforma nel 22-17 non è dato sapere. E’ lo scambio che piega la resistenza della squadra ospite. Vinciarelli è l’ultima a mollare (23-18) e Gatti conquista il meritato 24-18. Ace di Farina e impresa rossoblu contro la prima della classe! “Il risultato di stasera – commenta coach Ruscigni – certifica il lavoro svolto dal gruppo in questo fantastico girone di ritorno. Siamo sempre andati a punti, abbiamo perduto in due sole occasioni al tie-break ed abbiamo sconfitto con merito le prime due della classe. Un punto di partenza prezioso per la prossima stagione e un orgoglio per chi fa il mio mestiere. Perché non capita spesso di avere un gruppo che ti segue ciecamente e che sviluppa dei valori tecnici così importanti”.

Risultati 24^ giornata: EVO Elledue-Libellula Bra-3-1 Rivarolo-Monviso Volley-3-1 Team Volley Lessona-Santena’95-3-1 Team Volley NO-La Folgore-3-0 Novi-L’Alba Volley-3-2 Cuneo Granda Volley-Oasi Cusio-3-0 Igor NO-Canelli-3-0

Classifica: Libellula Bra 65, L’Alba Volley 59, Team Volley NO 56, EVO Elledue 49, Rivarolo 39, Oasi Cusio 38, Santena’95 37, La Folgore, Team Volley Lessona e Cuneo 35, Novi 22, Igor Volley 16, Canelli 11, Monviso Volley 7.

Prossimo turno (27-04-2019): Santena’95-EVO Elledue (ore 18.30) (3-0); Monviso Volley-Novi (0-3); L’Alba Volley-Rivarolo (3-1); Canelli-Team Volley Lessona (0-3); Libellula Bra-Team Volley NO (3-0); La Folgore-Oasi Cusio (2-3); Igor NO-Cuneo Granda Volley (1-3).

post

L’EVO ELLEDUE BLINDA IL QUARTO POSTO

Oasi Cusio Sud Ovest-EVO Elledue-1-3

(23-25 / 18-25 / 28-26 / 19-25)

Oasi Cusio Sud Ovest: Poletti (K), Branca 8, Tozzini 1, Chiozza 1, Caimi, Previtali 12, Gallina 23, Desillani, Ferraris 15, Orlando, Vaccaro (L), Giacomazzi (L). All: Milanesi-Aquilia.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 6, Del Nero 2, Furegato 20, Farina 16, Fracchia 9, Gatti, Deambrogio 12, Corino, Falabrino F. 1, Falabrino C., Imarisio (L) 1, Papillo (L). All: Ruscigni.

Servizi vincenti: Oasi 6, EVO Elledue 8.

Errori al servizio : Oasi 11, EVO Elledue 8.

Punti a muro: Oasi 10, EVO Elledue 10.

S.Maurizio D’Opaglio (NO) – Dalla trasferta di San Maurizio D’Opaglio, l’EVO Elledue può tornare con una certezza in più. Con un risultato positivo il vantaggio sull’Oasi Cusio potrebbe aumentare in maniera decisiva e con sole quattro gare ancora da disputare, la quarta piazza del girone B di serie C avrebbe un nome ed un cognome ben definito. Le motivazioni ci sono, anche in virtù della sconfitta per 2-3 patita all’andata. Nel mezzo c’è la squadra di casa, desiderosa di uscire da un momento poco redditizio dal punto di vista aritmetico (un punto nelle ultime tre partite). Coach Ruscigni schiera Del Nero in palleggio, Furegato sulla diagonale opposta, Farina-Fracchia centrali, Dell’Oste-Deambrogio attaccanti ricevitrici e Imarisio libero. Paolo Milanesi risponde con Branca, Caimi, Previtali, Gallina, Ferraris, Chiozza e Vaccaro (libero). In avvio di partita il posizionamento del muro e della difesa di casa, fanno la differenza: 7-3. Dopo due errori in attacco commessi dalle ragazze del Cusio, la pipe di Gallina ed il muro di Ferraris, calano come una scure nella metà campo ospite: 9-5. La Elledue deve faticare anche su palla facile e, memori di ciò che è successo all’andata, non è una buona notizia. L’EVO si avvicina con Fracchia, ma è il muro di Furegato a ristabilire la parità: 12-12. Veloce di Farina (12-13) ed il time-out è di coach Milanesi. La partita entra nel vivo, il ritmo sale e ne guadagna lo spettacolo. Furegato risponde a Gallina (17-17) e Poletti sostituisce Caimi in cabina di regia. Il turno di servizio di Del Nero regala il massimo vantaggio alla Elledue grazie alle conclusioni di Furegato e Deambrogio: 18-21 e time-out Oasi. Tozzini per Chiozza (19-22) e la neo-entrata si presenta con un ace. Ora è Ruscigni ad interrompere il gioco. Il monster-block di Deambrogio su Gallina (20-23) non placa le padrone di casa. Due punti per Ferraris ed è ancora time-out per le rossoblu: 22-23. Parallela prepotente di Furegato e, dopo il 23-24 del Cusio, l’opposta alessandrina piazza il colpo del ko: 23-25. La gara si conferma su buoni ritmi anche dopo l’inversione di campo. Previtali, con tre punti consecutivi obbliga la panchina ospite al time-out: 8-5. Farina e Furegato riavvicinano le Elledue (8-9), ma è con la battuta tattica di Del Nero che l’EVO aggancia le avversarie a quota dieci. Per il sorpasso rossoblu occorre soffrire ancora: veloce di Farina e 13-14 Elledue. Errore di Gallina da posto quattro e time-out per il Cusio: 13-15. Ci sono due falli non ravvisati dall’arbitro nell’azione che Imarisio chiude con il più tre ospite. Se le squadre stanno interpretando al meglio il match, lo stesso non si può dire per il direttore di gara. Time-out Cusio sul punteggio di 14-18. Sequenza di cambi palla (17-20) e nuovo “strappo” rossoblu con Fracchia (fast) e Deambrogio (diagonale stretto). L’ennesima parallela di Furegato vale il 17-24 ed il quindicesimo personale dell’opposta di Ruscigni regala il due a zero alla EVO Elledue: 18-25. E’ il punto che le rossoblu volevano per tenere l’Oasi a distanza di sicurezza. La reazione delle padrone di casa è importante: 3-0 con due muri consecutivi. Cusio a dir poco perfetto e time-out richiesto da Marco Ruscigni sul punteggio di 7-2. Pazienza, ordine ed un paio di aces della capitana: 9-8 e sospensione discrezionale per coach Milanesi. Attacco di Dell’Oste da seconda linea e pareggio a quota dieci. Il millimetrico diagonale di Ferraris concretizza il nuovo break delle padrone di casa (13-10); Deambrogio, due errori commessi da Gallina e la Elledue ci mette una pezza: 13-13. Si procede a strappi, in un set caratterizzato da maggiori errori gratuiti commessi da entrambe le formazioni. Massimo vantaggio dell’Oasi sul 19-15 e time-out richiesto dallo staff tecnico rossoblu. Corino (25 anni domani) e Federica Falabrino per Furegato e Del Nero sul 21-16 per il Cusio. Ace di Dell’Oste, muro di Falabrino in parallela e sul 21-19 è coach Milanesi a chiedere tempo. Deambrogio (a muro) griffa il pareggio a quota 21 e Farina si occupa del sorpasso: 21-22. Il parziale di sei punti a zero si interrompe qui e la squadra di casa si porta sul 23-22. Set-point Cusio con Branca (24-23) e diagonale di Deambrogio che porta alla chiusura del doppio cambio rossoblu. Tozzini per Chiozza (25-24), ma Fracchia a muro annulla anche la seconda opportunità delle padrone di casa. Ferraris ne costruisce un’altra (26-25) e Furegato “spolvera” la riga di fondo per il 26 pari. L’Oasi sostanzialmente merita di prolungare il match e lo fa conquistando il definitivo 28-26. Punta sul vivo, la formazione ospite inizia di gran carriera il set successivo: 4-8 e time-out Oasi. Lo show  è dell’arbitro: giallo per Bernardelli e rosso per Deambrogio dopo una decisione a dir poco assurda. La bagarre non aiuta il team rossoblu ed il gioco riprende sul 6-8. Ace di Previtali e time-out Elledue: 8-8. Una partita fin qui tranquilla e ben giocata, si infiamma improvvisamente. Arbitro, giocatrici, panchine e pubblico: tutti nel caos scatenato da un direttore di gare che in fondo in fondo, se fosse stato bravo non sarebbe in questa categoria. Totale mancanza di polso. Nel frattempo (e meno male) c’è anche una gara da raccontare. Muro imperiale di Farina per il 13-17 della Elledue. Corino e Federica Falabrino in campo sul 14-17 e Cusio più vivo che mai grazie a Previtali: 16-17 e time-out EVO. La F2 (Farina-Fracchia) del muro rossoblu firma il 18-22 e coach Milanesi usufruisce della sospensione discrezionale. Primo tempo di Fracchia e 19-24 per la Elledue. Ruscigni chiude il cambio e l’errore di Ferraris chiude il match: 19-25. Alla faccia di una partita da fine stagione…

post

TROPPI ALTI E BASSI PER LA ELLEDUE

Cuneo Granda Volley-EVO Elledue-3-2

(25-20 / 25-22 / 20-25 / 22-25 / 15-11)

Cuneo Granda Volley: Bossi (K), Miretti 12, Andeng Okomo 14, Thior, Vaschetto 3, Giordano 13, Balzano 3, Battistini, Fresia, Madaffari, Del Mastro 9, Brignone 15, Gay (L), Viviani (L). All: Conti-Galaverna.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 10, Del Nero, Furegato 15, Farina 13, Fracchia 9, Deambrogio 10, Corino 4, Falabrino C., Falabrino F. 9, Imarisio (L) 1, Papillo (L). All: Ruscigni.

Servizi vincenti: Cuneo 15, EVO Elledue 7.

Errori al servizio : Cuneo 7, EVO Elledue 11.

Punti a muro: Cuneo 7, EVO Elledue 12.

Cuneo – La prima delle due trasferte consecutive che il calendario propone alle rossoblu della EVO Elledue, si è giocata a Cuneo, nella palestra dell’Ex Scuola Media. Le padrone di casa sono vicine alla salvezza senza play-out, mentre le ospiti vogliono ripartire dopo il 2-3 subito per mano del Team Volley Novara. Gara sostanzialmente senza grosse “ansie da classifica” e quindi estremamente godibile dal punto di vista tecnico-tattico. Rossoblu in campo con Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). Cuneo replica con Bossi, Brignone, Miretti, Okomo, Thior, Giordano e Gay (libero). Al tre a zero di partenza delle rossoblu, le padrone di casa rispondono con quattro punti consecutivi. Dell’Oste firma il controsorpasso (5-6), ma le bianco-rosse di Conti non mollano e con l’ace di Balzano (8-7) rimettono la freccia. Anche negli errori gratuiti le due formazioni si equivalgono (tre per parte): 9-9 con muro di Deambrogio. Il primo time-out è del Cuneo ed arriva sul punteggio di 9-12 (turno di servizio di Dell’Oste). Massimo vantaggio rossoblu sul 9-15 e contro-break cuneese con Okomo e Giordano: 12-15. Si gioca punto a punto e sul 15-16 è coach Ruscigni a fermare il match. Ace di Okomo e per la Elledue è tutto da rifare. Furegato e Deambrogio concludono al centro della rete e Giordano colpisce ancora dai nove metri: 19-17 e time-out EVO. E’ il servizio l’arma letale del Cuneo: sul 20-17 sono sei i punti diretti. Quando arriva anche il primo muro (22-19), la Granda “vede” il traguardo. Le ragazzine terribili di coach Conti meritano il vantaggio, ottenuto contro una Elledue che dopo 10 minuti ha staccato la spina: 25-20. L’entusiasmo delle bianco-rosse cresce e l’EVO si vede solo a sprazzi. Con le giocate dei singoli si arriva al 7 pari (Farina-Fracchia), ma occorre alzare il ritmo se si vuol mettere in difficoltà le padrone di casa. Un paio di “aquiloni” (Farina-Deambrogio) e coach Ruscigni inserisce Corino in regia: 9-9. Vaschetto per Bossi: anche Cuneo si affida al secondo palleggiatore. Dal punteggio di 11-14 alla nuova situazione di parità, è un attimo. E sul 14-14 la panchina rossoblu ferma il gioco. Troppo lenta la manovra delle ospiti e anche dalle situazioni più semplici la Elledue non ottiene riscontro aritmetico. Federica Falabrino per Furegato (17-16). Dopo il muro di Farina (17-18), Cuneo cala la tripletta e coach Ruscigni ferma la partita sul 20-18. La squadra che nel girone di ritorno ha tenuto una media altissima, appare irriconoscibile; le motivazioni di classifica incidono in maniera pesante e la formazione rossoblu arranca più del dovuto: 23-20. Falabrino tiene viva la Elledue (24-22), ma nello scambio successivo Cuneo concretizza un meritato doppio vantaggio: 25-22. Corino e Falabrino confermate in sestetto e avvio di terzo set favorevole al team ospite: 2-7 e time-out bianco-rosso. Il tallone d’Achille della Elledue di oggi è la continuità. Dal 4-8 al 6-8 con la difesa praticamente immobile sul servizio delle cuneesi. La fase offensiva viaggia a corrente alternata e dai nove metri gli errori iniziano ad essere troppi (7). Furegato per Deambrogio sul 10 pari e time-out EVO dopo il mani-out di Giordano che vale il vantaggio delle padrone di casa. Così come nel primo set, la Elledue cestina un cospicuo “più sei” che aveva illuso i sostenitori alessandrini. Non si può dire che manchi la voglia, ma è altrettanto innegabile che precisione e continuità difettino in maniera inconsueta. Cuneo propone la sue pallavolo, serve con efficacia e commette meno errori. Time-out bianco-rosso sul 15-18. Furegato respinge un assalto sul 18-19 e Fracchia la imita sul 19-20. La Dea Bendata aiuta le rossoblu sul 19-22, ma dopo il miracolo di Imarisio, la prima linea ospite cestina un’occasione monumentale. Ace (il terzo complessivo) di Furegato (20-24) e successivo errore cuneese che rimette in partita la formazione di Ruscigni: 20-25. Federica Falabrino chiude nei tre metri un diagonale strappa-applausi e la gara sale di tono (finalmente!). Dai nove metri la capitana si fa sentire, ma l’ingenuità di Farina in posto tre le “strappa” il servizio. Con un assetto tattico inedito, la Elledue esce dal torpore: muro di Fracchia e 8-12. Giordano, fin qui implacabile, regala qualcosa da posto quattro, ma il Cuneo è tutt’altro che rassegnato: 11-12. Coach Ruscigni “aiuta” l’arbitro con un gesto degno del cartellino verde (12-13) e si merita gli applausi del pubblico. A suon di cambi palla il quarto set regala anche un po’ di spettacolo. Vantaggio cuneese sul 16-15. Del Nero e Deambrogio per Falabrino e Corino, ma la fast di Okomo non lascia scampo alla retroguardia ospite: 19-16 e time-out Elledue. Il muro di Miretti avvicina le rossoblu al baratro (20-16), ma gli attacchi di Farina e Furegato valgono il pareggio a quota 20. Due azioni concitate sono risolte da Furegato da posto quattro e sul 20-22 coach Conti chiede time-out. Lo scambio che porta al tie-break è il più lungo del match: invasione del centrale cuneese e 22-25 per la Elledue. Vaschetto dai nove metri e 4-0 Cuneo, con Ruscigni obbligato al time-out. Parziale rimonta rossoblu (4-3) e nuovo allungo bianco-rosso che vale il 7-3. Inversione di campo sul punteggio di 8-6 e muro del più tre per la Granda. Del Nero e Deambrogio per Falabrino e Corino (9-7) e successivo scambio “pesante” chiuso dal team di casa. Il direttore di gara giudica out un attacco di Farina che era abbondantemente in campo, ma il secondo cartellino verde (a parti invertite) questa volta non arriva. Punto di Imarisio in tuffo e time-out Cuneo sul punteggio di 11-9. La legge non scritta del “non c’è due senza tre” colpisce ancora una volta. Terzo tie-break e terza sconfitta per la Elledue: 15-11. Un risultato che certo non cambia la sostanza del campionato rossoblu, ma che è arrivato per “colpa” di un’altalena di rendimento che andrebbe evitata.

Risultati 22^ giornata: Cuneo Granda Volley-EVO Elledue-3-2 Team Volley Lessona-Libellula Bra-0-3 Team Volley NO-Oasi Cusio-3-0 Novi-Santena’95-0-3 Igor NO-La Folgore-1-3 Monviso Volley-L’Alba Volley-1-3 Rivarolo-Canelli-3-0

Classifica: Libellula Bra 62, L’Alba Volley 55, Team Volley NO 53, EVO Elledue 43, Oasi Cusio 38, Rivarolo 36, Santena’95 34, Team Volley Lessona, Cuneo e La Folgore 32, Novi 19, Igor Volley 11, Canelli 9, Monviso Volley 6.

Prossimo turno (06-04-2019): Oasi Cusio-EVO Elledue (3-2); Rivarolo-Libellula Bra (1-3); La Folgore-Team Volley Lessona (1-3); L’Alba Volley-Team Volley NO (2-3); Santena’95-Cuneo Granda Volley (3-0); Canelli-Novi (0-3); Monviso Volley-Igor NO (3-2).

post

TROPPA FRENESIA E LA ELLEDUE CEDE AL TIE-BREAK

Rivarolo-EVO Elledue-3-2

(26-28 / 25-22 / 20-25 / 25-15 / 15-6)

Rivarolo: Anselmo (K) 8, Re, Olocco 20, Piras 15, Vevey 17, Follador, Borca 2, Picca Piccone, Decur 12, Valente 2, Arnaudo, Forte (L), Olivieri (L). All: Gobbato.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 11, Del Nero 2, Furegato 13, Farina 16, Fracchia 9, Gatti, Deambrogio 8, Corino, Falabrino C., Falabrino F. 2, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Rivarolo 7, EVO Elledue 9.

Errori al servizio : Rivarolo 12, EVO Elledue 8.

Punti a muro: Rivarolo 13, EVO Elledue 8.

Rivarolo Canavese (TO) – La trasferta di Rivarolo per capire quanto possa essere concreto il sogno play-off. Le rossoblu della EVO Elledue hanno preparato la gara nel migliore dei modi, consce di trovarsi al cospetto di un avversario che vale molto di più di quello che dice la classifica. EVO in campo con Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). Le padrone di casa hanno risposto con Borca, Olocco, Anselmo, Piras, Vevey, Decur e Forte (libero). Rispetto al match di andata coach Gobbato cambia il palleggio (scelta tecnica) ed una centrale (Picca Piccone per infortunio). Nei primi minuti di gara la scena se la prende Serena Olocco, che attacca da posto due in situazione di muro a uno: 6-3. Le Elledue entra in partita con Farina e Dell’Oste (6-6) e passa in vantaggio sfruttando una imprecisione in attacco di Decur. Il muro in parallela di Deambrogio equivale al 6-9 rossoblu ed al time-out richiesto dalla panchina di casa. Triplo aces della capitana, che serve nella zona di conflitto tra Olocco e Forte: 6-12 e seconda sospensione discrezionale rivarolese. Valente e Re per Olocco e Borca, sul punteggio di 6-13. La sequenza di Dell’Oste dai nove metri è interrotta dopo un incredibile 0-9. Anche la capitana del Rivarolo (Anselmo) è efficace in battuta e quando la difesa rossoblu viene punita per la seconda volta (11-14) coach Ruscigni opta per il time-out. L’andamento di questo primo set è sorprendente, poiché da entrambe le parti sembra non funzionare al meglio il cambio palla. Coach Gobbato chiude il doppio cambio sul 14-16 e Furegato va a bersaglio con un pallonetto in stile “straccio bagnato”: 14-17. L’opposta della Elledue infila una parallela vincente e Olocco le risponde per le rime. Rivarolo arriva al meno uno (17-18), ma ci pensa Martina Fracchia a ridare un po’ di ossigeno al team ospite: 17-20. Il finale di frazione è combattuto. Rivarolo forza il servizio e la Elledue commette due errori fatali in attacco: 20-21 e time-out rossoblu. Dopo la veloce al centro di Farina, Federica Falabrino e Corino entrano in luogo di Del Nero e Furegato. Il muro di Piras su Deambrogio ed il successivo ace di Decur, ristabiliscono la parità: 23-23. Diagonale vincente di Deambrogio (23-24) e set-point annullato da Vevey. Il doppio cambio ospite si chiude sul 25 pari. Vantaggio torinese sul 26-25, annullato da Furegato con un potente mani-out. Imarisio “vola” letteralmente per salvare il pallone che viene capitalizzato da Furegato: 26-27. Ed al quarto set-point l’EVO chiude (errore in attacco di Vevey) e passa a condurre per un set a zero: 26-28. La squadra di casa ovviamente non ci sta (3-1), ma tre errori consecutivi in attacco (3-4) impediscono al Rivarolo di affondare il colpo. Nella confusione di questo secondo set, succede di tutto. Padrone di casa avanti per 8-5 grazie ad una maggior precisione in attacco. Con due personali di Deambrogio la Elledue recupera a quota nove e con un ace di Del Nero si porta in vantaggio: 9-10. Quando la regista carrarina riesce a mettere Furegato in condizioni di uno contro uno, l’opposta alessandrina non sbaglia un colpo. Olocco “passa sopra” per il 12 pari e la lotta sotto rete si fa interessante grazie a Farina ed Anselmo. La prima sospensione discrezionale arriva sul 13-15 ed è richiesta da coach Gobbato dopo l’ennesimo ace di Dell’Oste (il quinto). Spettacolare mancino in diagonale di Valente e saetta nei tre metri di Vevey: 15-16. Si gioca sul filo dell’equilibrio. Ritmo alto e grande agonismo con Rivarolo ed EVO Elledue che arrivano a braccetto a quota 20. Time-out rossoblu e tocco sotto rete di Decur per il più uno rivarolese. Classico doppio cambio per coach Ruscigni e madornale ingenuità commessa da Farina con tre avversarie a terra: 22-21. Anche Decur regala un punto, ma si rifà con il mani-out del 23-22. Muro di Anselmo su Farina e secondo time-out per la Elledue: 24-22. Portare la frazione ad un arrivo in volata contro questo Rivarolo è pericolosissimo. Diagonale di Vevey e 25-22 che rimette il match su binari di perfetta parità. L’importanza del terzo set è tale da far lievitare anche la “cattiveria agonistica” delle due contendenti. Si esulta con rabbia, soprattutto nella metà campo della EVO Elledue. Muro di Farina su Olocco e time-out Rivarolo sul 3-7. L’eccessiva foga tradisce le ospiti al rientro in campo (5-7), ma per fortuna la ricezione di Decur e compagne regala qualcosa alle rossoblu. Tre volte a contatto, il Rivarolo conquista la parità a quota 12 e passa in vantaggio con un ace di Borca. Coach Ruscigni ci vuol parlare su (12-13) e il primo tempo di Fracchia evita il break rivarolese. L’arbitro richiama entrambe le capitane per spegnere una eccessiva animosità sotto rete (14-14), ma Olocco è entrata in partita e rappresenta un grosso problema per il muro ospite. Doppio cambio palleggiatore-opposto per la Elledue, con le ospiti sempre ad inseguire con una lunghezza di ritardo. Quando Piras trova il suo quinto muro vincente, i punti da recuperare sono due: 19-17. Chiusura del doppio cambio (dopo un vincente di Falabrino) e pareggio di “rapina” effettuato da Martina Fracchia. Ace per Giorgia Del Nero e sul 19-20 è coach Gobbato ad interrompere il gioco. Uno dei momenti più importanti della stagione, viene gestito dalla regista nativa di Carrara, con grande lucidità. Deambrogio attacca muro a uno e Fracchia stampa il muro del 19-23. Il nastro sporca il diagonale di Furegato, ma nello scambio seguente Deambrogio non perdona: 20-24. E’ sufficiente un set-point: diagonale di Dell’Oste per il 20-25 rossoblu. Quattro a zero Rivarolo, complici tre disattenzioni difensive del team alessandrino. Marco Ruscigni è su tutte le furie e ferma il gioco richiamando tutti ad una maggior determinazione. Forse, la troppa fretta di chiudere il match sta annebbiando le idee alle ragazze della Elledue. Il Rivarolo merita il più cinque (10-5) ed anche il successivo più sei (11-5) che rappresenta lo scarto maggiore a proprio favore all’interno di questa partita. Ancora un time-out per la panchina rossoblu. L’ammonizione recapitata a Farina per aver calciato una bottiglia d’acqua in panchina, è un segnale inequivocabile del nervosismo tra le fila delle ospiti. Gatti per Deambrogio (14-6), ma la frazione sembra ormai segnata. Lo scambio più lungo del match è chiuso da Decur grazie ad una beffarda deviazione del nastro: 17-9. Piras è un fattore a muro ed il tie-break è ad un passo: 19-10. Corino e Federica Falabrino in campo (19-11) con il pallone che non cade più nei nove metri delle padrone di casa. Il due a due è giusto ed il tie-break è la degna conclusione di questa incredibile partita: 25-15. Il quinto set conferma l’inerzia del quarto: 3-0 e time-out Elledue. Le ragazze del Rivarolo difendono l’impossibile e quelle della EVO sembrano rassegnate, in balia degli eventi. La squadra di Ruscigni e Montagnini è come se si fosse spenta dopo il terzo set. Troppo facile per le rivaloresi: 7-2 e cambio in posto due con Falabrino per Furegato. Inversione di campo con Olocco e compagne in vantaggio per 8-2. Punto in bagher di Olocco (13-3) per la definitiva resa della Elledue. Il parziale tentativo di recupero dettato dalla forza della disperazione (13-6), non cambia l’esito finale della partita. Sua Maestà Olocco chiude la contesa con un ace che è anche il suo personale numero 20. Che fosse una trasferta difficile lo si sapeva. Rivarolo è squadra esperta e se si accende è in grado di battere tutti gli avversari. Dopo tre frazioni giocate in maniera superba, la Elledue ha ceduto di schianto, rimediando una sconfitta che fa rumore solo per come è arrivata negli ultimi due set. Non certo per aver perduto in casa di un Rivarolo dalla elevata qualità tecnica.

Risultati 18^ giornata: L’Alba Volley-Santena’95-3-0 Novi-Team Volley NO-0-3 Igor NO-Libellula Bra-0-3 Cuneo Granda Volley-TeamVolley Lessona-3-1 Rivarolo-EVO Elledue-3-2 Monviso Volley-Oasi Cusio-0-3 Canelli-La Folgore-1-3

Classifica: Libellula Bra 51, L’Alba Volley 47, Team Volley NO 45, EVO Elledue 35, Oasi Cusio 34, Team Volley Lessona 30, Cuneo e Rivarolo 26, Santena’95 24, La Folgore 22, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (09-03-2019): Santena’95-Monviso Volley (3-1); Team Volley NO-Team Volley Lessona (3-1); EVO Elledue-Novi (3-0) (sab.9 ore 20.30); Libellula Bra-L’Alba Volley (0-3); Canelli-Cuneo Granda Volley (2-3); Oasi Cusio-Igor Volley (2-3); La Folgore-Rivarolo (3-2).

post

PROSEGUE IL MOMENTO MAGICO DELLA ELLEDUE

EVO Elledue-Igor Volley NO-3-0

(25-20 / 25-23 / 25-16)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 10, Del Nero 2, Furegato 8, Farina 9, Fracchia 6, Gatti 1, Deambrogio 7, Corino, Falabrino C. 2, Falabrino F. 3, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Igor Volley NO: Belletti (K) 6, Valsecchi 2, Crespi, Conforto 1, Giorgetta 12, Fabbo, Piva 1, Cabassa 8, Galliano 3, Groppo, Saino (L). All: Alberti-Falaguerra.

Servizi vincenti: EVO Elledue 10, Igor 5.

Errori al servizio : EVO Elledue 9, Igor 6.

Punti a muro: EVO Elledue 6, Igor 3.

Casale Monf.to – Il campionato di serie C ha proposto la sfida tra due delle società più blasonate del Piemonte a livello giovanile e non. Alla “Tenso” di Casale Monferrato le rossoblu di coach Ruscigni hanno affrontato le ragazze dell’Igor Novara, allenate da Valeria Alberti e dall’ex Junior, Stefano Falaguerra. Memori della sconfitta per 2-3 subita all’andata, le padrone di casa hanno preparato la gara con particolare attenzione. EVO Elledue in campo con Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e marisio (libero). Le novaresi hanno replicato con Cabassa, Galliano, Valsecchi, Giorgetta, Belletti, Piva e Saino (libero). I tentacoli di Fracchia a muro, inaugurano il match. L’ordine tattico del Novara inguaia le padrone di casa e dopo il muro di Galliano il tabellone indica il 2-6 per la squadra ospite. La veloce di Farina (3-6) è il duecentesimo personale della centrale rossoblu, ma non serve per risvegliare la squadra dal torpore: 4-9 e time-out Elledue. Sul 7-10 arriva il primo errore gratuito del Novara e coach Alberti chiede immediatamente time-out. Muro di Fracchia, errore da posto quattro di Belletti e undici pari. Per il sorpasso EVO occorre attendere il 14-13 (attacco in rete di Cabassa). La seconda sospensione discrezionale dell’Igor giunge sul 16-13 (diagonale di Furegato sporcato dal muro). I decibel degli applausi salgono dopo la parallela imperiale di Dell’Oste (17-13) e il tuffo in bello stile di Imarisio innesca Farina per il 19-14 rossoblu. Ora riesce tutto alla formazione di casa (21-14) e non rimane che gestire con ordine il finale di frazione. Crespi per Cabassa e mani-out di Deambrogio per il 24-17 della Elledue. Il servizio di Giorgetta mette in seria difficoltà la ricezione della EVO e sul 24-20 coach Ruscigni chiede time-out. Dell’Oste e compagne chiudono sul 25-20 un set dove hanno faticato più del previsto. La giovane compagine allenata da Valeria Alberti conferma la propria prerogativa anche in avvio di seconda frazione: Novara gioca bene e la Elledue deve iniziare, con pazienza, dal fondamentale della battuta. Quattro ace nel 10-8 rossoblu. Giorgetta da prima e da seconda linea, incendia la difesa di casa (12-12) ed il muro dell’EVO non trova le giuste contrarie. Per la qualità della pallavolo espressa, è pazzesco che questa Igor abbia soltanto undici punti in classifica. Deambrogio e compagne si aggrappano all’esperienza e il pubblico amico si fa sentire capendo la criticità del momento: 13-15. Gatti per Deambrogio, al fine di rinforzare la linea di ricezione. La panchina della Elledue chiede tempo sul 14-17 dopo l’ennesimo diagonale vincente di Belletti da posto quattro. Crespi per Cabassa: anche Novara modifica il proprio assetto difensivo. Corino e Federica Falabrino per Furegato e Del Nero con Novara avanti per 16-18. E’ della capitana l’ace del sorpasso (19-18) che obbliga il successivo time-out ospite. Al rientro sul rettangolo di gioco Corino disegna due assist da manicomio: Farina-Gatti e nuova sospensione per coach Alberti (21-18). Cambio palla affidato a Giorgetta (22-19) e dopo un errore in attacco Galliano viene sostituita da Conforto. Terminate le rotazioni difensive Crespi lascia il posto a Cabassa (23-20) e la veloce al centro di Fracchia che termina in rete obbliga Ruscigni al time-out: 23-21. Parallela all’incrocio delle righe di Federica Falabrino e saetta da seconda linea di Giorgetta per un finale al fotofinish: 24-22. Le padrone di casa non chiudono e Cabassa le punisce: 24-23. Un incredibile errore di Piva (senza muro) regala il 25-23 alle padrone di casa. Le percentuali in attacco delle rossoblu sono inferiori rispetto alle ultime uscite, ma dai nove metri Del Nero e compagne riescono a compensare egregiamente. Bisognerebbe alzare l’intensità a muro e il duo Farina-Furegato ci mette del suo in avvio di terzo set. Sette a due per l’EVO, che diventa 9-2 dopo il time-out di coach Alberti. Standing-ovation per Farina, che sul 10-2 lascia il campo sostituita da Carlotta Falabrino. In vantaggio per 11-4 rientrano Corino e Federica Falabrino. Novara inizia ad avere problemi in attacco e la Elledue sale in cattedra regalando anche un po’ di spettacolo. Quando Imarisio entra in modalità “muro di gomma”, possono scorrere i titoli di coda perché le avversarie sono in totale stato confusionale. Ace di Carlotta Falabrino (16-7) e secondo gettone di presenza in serie C per Eleonora Papillo sul punteggio di 20-9. Ace di Federica Falabrino, fast di Fracchia e rossoblu con le mani sui tre punti: 22-9. Gli ultimi scambi servono solo per aggiustare le statistiche. L’EVO chiude con il punteggio di 25-16. Il tre a zero risulta essere una punizione troppo severa per le ragazzine dell’Igor. La Elledue ha vinto di squadra, soffrendo senza perdere mai la testa. Non sarà stata una vittoria spumeggiante, ma si tratta pur sempre del quinto gioiello consecutivo da tre punti. Un biglietto da visita niente male, alla vigilia di una trasferta impegnativa e complicata come quella che attende Dell’Oste e compagne sabato prossimo. Il sogno prosegue: destinazione Rivarolo Canavese.

Risultati 17^ giornata: Santena’95-Canelli-3-1 Team Volley NO-Cuneo Granda Volley-3-2 Libellula Bra-Monviso Volley-3-0 Team Volley Lessona-Novi-3-0 EVO Elledue-Igor Volley-3-0 Oasi Cusio-Rivarolo-3-0 La Folgore-L’Alba Volley-0-3

Classifica: Libellula Bra 48, L’Alba Volley 44, Team Volley NO 42, EVO Elledue 34, Oasi Cusio 31, Team Volley Lessona 30, Rivarolo e Santena’95 24, Cuneo 23, La Folgore 19, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (02-03-2019): L’Alba Volley-Santena’95 (3-0); Novi-Team Volley NO (0-3); Igor Volley NO-Libellula Bra (0-3); Cuneo Granda Volley-TeamVolley Lessona (2-3); Rivarolo-EVO Elledue (0-3) (ore 20.30); Monviso Volley-Oasi Cusio (0-3); Canelli-La Folgore (0-3).

post

L’EVO ELLEDUE CALA IL POKER

Monviso Volley-EVO Elledue-0-3

(17-25 / 17-25 / 11-25)

Monviso Volley: Ughetto (K), Verra 1, Bono 1, Turi 2, Canavesio, Santos 6, Saretto, Rivoira 11, Re 2, Dalmasso 8, Gay (L) 1. All: Picotto-Giai.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 4, Del Nero 1, Furegato 16, Farina 4, Fracchia 8, Gatti, Deambrogio 10, Corino, Falabrino C., Falabrino F. 3, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Monviso 6, EVO Elledue 6.

Errori al servizio : Monviso 11, EVO Elledue 7.

Punti a muro: Monviso 3, EVO Elledue 4.

Barge (CN) – L’EVO Elledue di coach Ruscigni ha affrontato la lunga trasferta di Barge con l’obiettivo dei tre punti da conquistare per centrare la quarta vittoria consecutiva. Ospiti in campo con Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). Il Monviso Volley si schiera con Re, Dalmasso, Bono, Turi, Santos, Rivoira e Gay (libero). L’approccio delle rossoblu è ottimo. Quattro a zero con Deambrogio in battuta e con quattro giocatrici a referto. Sul 4-10, con la capitana dai nove metri, Barge chiede il primo time-out. Al servizio la squadra di casa ha le idee confuse (si batte su tutte e tre le ricevitrici ospiti) e la Elledue gestiste con tranquillità anche grazie alla mira felice di Furegato (7 punti). La prima rotazione completa si chiude sul 7-13. Deambrogio e compagne hanno un paio di amnesie difensive e il Monviso accorcia le distanze: 12-15. E’ il momento di pigiare sull’acceleratore. Break di sei punti ad uno e l’EVO Elledue mette le mani sul primo set. Marco Ruscigni non vuol correre rischi e sul 16-21 usufruisce di un time-out. La chiusura è affidata all’ormai classico mani-out di Alice Dell’Oste: 17-25. Si cambia campo e le rossoblu non calano l’intensità del proprio gioco. Furegato fa quello che vuole in attacco e Farina chiude gli spazi a muro: 4-9. Del Nero smista il gioco offensivo e la difesa del Monviso non trova le giuste contrarie. Arriva anche qualche errore in attacco da parte di Santos e compagne e coach Picotto ferma il gioco sul 5-13 (parallela al fulmicotone di Deambrogio). Alle padrone di casa non resta che la reazione d’orgoglio. Si accende qualche mischia sottorete e il Monviso si porta sul punteggio di 9-14. Fracchia mette ordine con due veloci consecutive (9-16) e il team cuneese risponde con due punti di Rivoira. La rotazione che propone Deambrogio al servizio, ha fatto male al Monviso nel primo set. Questa volta l’ostacolo viene superato grazie alle soluzioni trovate da Rivoira. Tuttavia, il vantaggio della Elledue è tale da consentire una tranquilla gestione della situazione. Canavesio per Santos sul 14-20, mentre nella frazione precedente erano entrate in gioco Verra e Saretto. Con Alice Farina sulla linea dei nove metri la Elledue conquista il 17-24. Il punto del due a zero lo mette a referto Martina Fracchia con una combinazione in fast: 17-25. La grinta delle padrone di casa in avvio di terzo set è meritevole di applausi: 4-5. Rivoira e Santos trascinano la squadra, ma dall’altra parte della rete la Elledue non indietreggia di un centimetro. Per attenzione e diligenza tattica, questa è una delle migliori prestazioni esterne della EVO targata Ruscigni-Montagnini: 8-13. Botta e risposta da seconda linea tra Dell’Oste e Santos, con duello risolto da Fracchia a muro. Parallela di Deambrogio e la Elledue “doppia” le avversarie sul punteggio di 8-16. Verra e Canavesio in campo nel finale di partita. Rossoblu in assoluto controllo e sul 10-21 esce Deambrogio ed entra Gatti. Federica Falabrino sostituisce Furegato (10-22) e va subito a bersaglio. Corino per Del Nero (11-23) e match-point conquistato da Falabrino. E’ lo stesso opposto casalese a mettere il punto esclamativo su questo tre a zero in trasferta: 11-25.

 

post

TRASFERTA A BARGE PER LE RAGAZZE DELLA EVO ELLEDUE

Sabato 16 febbraio, con inizio alle ore 20.30, verrà disputata gara tra Monviso Volley ed EVO Elledue, valida per il sedicesimo turno del campionato regionale di serie C femminile. Sulla carta le rossoblu di Ruscigni e Montagnini sembrano favorite, ma la pallavolo insegna che è sempre il campo a dettare legge e tutte le partite diventano facili solo dopo averle vinte. Proprio sabato scorso alla “Tenso” di via Visconti, il match tra EVO e Folgore ha confermato tutto questo. Le torinesi arrivavano da 5 sconfitte consecutive ed hanno venduto cara la pelle. Dell’Oste e compagne hanno potuto esultare solo dopo aver sudato le fatidiche sette camicie. La Folgore non è certo sembrata una squadra meritevole del decimo posto in classifica, anzi! Per grinta e determinazione ha rappresentato uno degli ostacoli più ardui da superare sul cammino in campionato. Anche a Barge, (provincia di Cuneo), la musica sarà molto simile. La squadra di coach Picotto occupa il penultimo posto in classifica con 6 punti, ottenuti grazie a due vittorie (3-0 al Canelli in casa e 3-2 al Trecate in trasferta) e ad una sconfitta al tie-break nel derby con il Cuneo. Nella gara di andata la Elledue faticò nel primo set, soffrendo gli attacchi di Santos e Rivoira (10 punti a testa). Archiviata la prima frazione, la gara diventò molto più semplice. Analizzando con dovizia di particolari il momento delle rossoblu, si scopre che la partita di Barge vale molto più dei tre punti in palio. “E’ vero – sottolinea coach Maurizio Montagnini – vincere la trasferta di sabato venturo è molto importante per noi. Si tratterebbe del quarto successo consecutivo, all’interno di un ciclo che proseguirà con Trecate, Rivarolo e Novi, che potrebbe regalarci una nuova prospettiva in classifica. La partenza del girone di andata è stata ottima. Poi, dalla sconfitta di Novara in avanti, non è stato possibile mantenere lo stesso passo. Gli infortuni ci hanno penalizzato e si è faticato per ritrovare la forma fisica giusta. Anche psicologicamente il gruppo ha risentito di quel momentaccio che per fortuna sembra alle spalle”. Ora ci si allena anche meglio di prima: “Concordo. L’entusiasmo ci sta dando una grossa mano, ma soprattutto possiamo contare su un apporto molto diverso da parte della panchina. Giulia Gatti è entrata in forma, Federica Falabrino sta per raggiungerla e stiamo parlando di atlete che l’anno scorso hanno giocato poco o nulla. L’impegno c’è sempre stato da parte di tutte, ma ora si respira un’altra aria in palestra. Una piena consapevolezza dei nostri mezzi e delle nostre capacità”. Il terzo posto è ancora lontano ma… “Dipende da noi. Le prossime quattro partite possono darci una occasione. Quella di sfidare Novara e Cusio negli scontri diretti con un buon bottino di punti in classifica. In questo modo, potremmo chiudere il campionato senza alcun rimpianto e non è male per una neo-promossa”.

Monviso Volley: Ughetto (K), Verra, Bono, Chiale, Turi, Canavesio, Santos, Saretto, Rivoira, Re, Trecco, Dalmasso, Gay (L). All: Picotto-Giai.

Classifica: Classifica: Libellula Bra 42, L’Alba Volley 38, Team Volley NO 37,Oasi Cusio e EVO Elledue 28, Team Volley Lessona 26, Rivarolo 22, Santena’95 20, Cuneo 19, La Folgore 17, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (16-02-2019): La Folgore-Santena’95 (2-3); Canelli-Libellula Bra (0-3); Novi-Cuneo Granda Volley- (2-3); Monviso Volley-EVO Elledue (sab.16 ore 20.30) (0-3); Rivarolo-TeamVolley Lessona (2-3); Igor Volley-Team Volley NO (0-3); L’Alba Volley-Oasi Cusio (3-0).

post

IMPRESA EVO ELLEDUE

L’Alba Volley-EVO Elledue-1-3

(25-17 / 19-25 / 17-25 / 21-25)

L’Alba Volley: Barroero (K) 15, Montefameglio 2, Sciolla 10, Olocco 12, Nada 13, Pilotti 7, Prandi, Anselmo, Alessandria, Terzolo, Barbero, Colletta (L). All: Salomone.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 6, Del Nero 6, Furegato 20, Farina 14, Fracchia 7, Deambrogio 12, Corino, Gatti, Falabrino C., Falabrino F., Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Alba 4, EVO Elledue 10.

Errori al servizio : Alba 10, EVO Elledue 9.

Punti a muro: Alba 11, EVO Elledue 8.

Alba (CN) – Il girone di ritorno della EVO Elledue incomincia con la trasferta di Alba. I due precedenti in stagione (campionato e coppa) sono stati entrambi vinti da Barroero e compagne. Ospiti in cerca di rivincita e padrone di casa con il dente avvelenato per aver recentemente ceduto la Coppa Piemonte nelle final-four di Rivarolo che hanno incoronato la Libellula Bra. Coach Ruscigni schiera Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Farina-Fracchia centrali, Deambrogio-Dell’Oste attaccanti ricevitori ed Imarisio libero. Alba propone Montefameglio in regia, Pilotti sulla sua diagonale, Barroero-Sciolla centrali, Nada-Olocco schiacciatrici di posto quattro e Colletta libero. Con Sara Pilotti in battuta, la formazione di casa si porta sul 7-2 sfruttando il disordine difensivo del team ospite. Il cambio palla successivo ha il potere di mettere in partita la Elledue. Muro di Del Nero (7-6) e primo tempo di Farina che riporta il punteggio in parità: 7-7. Furegato dalla seconda linea inizia a far male alla retroguardia albese ed il sorpasso (7-8) sembra mettere le ali alle rossoblu. Barroero in fast e Nada da posto quattro regalano ad Alba un nuovo break (11-8) e sul 15-12 arriva anche il primo errore in attacco commesso da Dell’Oste e compagne. Time-out EVO sul 16-12 e quando si torna in campo la Elledue ha un paio di occasioni per accorciare le distanze, ma le spreca entrambe con Deambrogio e Fracchia. Ruscigni ferma il gioco sul 19-13 (muro di Barroero) e Anselmo rileva Pilotti per conferire alla difesa dell’Alba Volley maggior consistenza. Doppio cambio anche per le ospiti: Federica Falabrino e Corino per Del Nero e Furegato. Il pallonetto di Barroero è millimetrico e la centrale di casa firma il primo set (25-17) corredandolo di otto personali. Il muro ospite fatica ad arginare la bravura della capitana dell’Alba Volley. Si cambia campo in un’atmosfera quasi ovattata per via della scarsa presenza del pubblico sugli spalti. L’EVO Elledue non ci sta e inizia a giocare con un altro piglio. Le ragazze di Ruscigni e Montagnini rispettano le consegne tattiche e, forzando in battuta, iniziano a mettere qualche dubbio tra Alba e i tre punti. La prima conclusione vincente di Dell’Oste (3-7) fa scattare il time-out sulla panchina di casa. Sul punteggio di 6-10 Fracchia ferma a muro Barroero per quella che, tatticamente parlando, è un’altra svolta del match. Sul 7-12 coach Salomone ha esaurito i time-out (ace di Del Nero) e sul punteggio di 8-15 la Elledue conquista il suo massimo vantaggio. Anselmo per Pilotti (13-19) e time-out EVO sul 15-19 dopo due azioni confuse sotto rete, vinte entrambe dalle padrone di casa. E’ il set delle prime volte e quando sul 18-21 Deambrogio mette a terra il suo attacco, Del Nero acquisisce un terminale offensivo in più. Il ritmo imposto al match dalle rossoblu è elevato. Muro, difesa e servizio, poi ci pensano Imarisio in difesa e Del Nero in regia ad orchestrare la manovra delle ospiti. Furegato e Farina si confermano tra le migliori ed il mani-out dell’opposta rossoblu riporta la gara in perfetta parità: 19-25. L’Alba Volley non puù permettersi di perdere terreno nei confronti della capolista Bra ed inizia il terzo set di gran carriera: 5-1. Con calma la Elledue recupera lo svantaggio e l’ace di Del Nero sancisce l’aggancio a quota nove. Cambi palla regolari con Nada ed Olocco da una parte e Furegato e Farina dall’altra. Sul 12 pari rientra Anselmo e l’Alba Volley sfrutta i quattro errori commessi dalle ospiti in battuta. La fast di Fracchia è precisa, così come l’ace di Deambrogio sul 16-22. Da una parte della rete inizia a prendere forma una serata molto complicata; dall’altra la fiducia va a braccetto con il coraggio e le ultime due azioni del terzo set danno ulteriore slancio alla Elledue. Mani-out di Dell’Oste e prepotente muro di Farina: 17-25. Alba non può più sbagliare. Dal punto di vista fisico il team ospite mostra qualche segno di cedimento. Olocco non è al meglio e si vede, ma Nada si carica sulle spalle la squadra, invitandola a non mollare. Dal 4 pari al 4-7 con Dell’Oste in battuta e Deambrogio in attacco. Il nastro corregge il servizio della capitana rossoblu (4-8) e coach Salomone chiede time-out. La risposta delle padrone di casa è di puro orgoglio. Nada ed Olocco sono encomiabili e Pilotti piazza il colpo del sorpasso al termine dello scambio più lungo del match: 10-9. Alba procede spedita (14-11 e 17-13), poi improvvisamente crolla. Federica Falabrino e Corino in campo per una Elledue che resta con l’attacco a tre. Il muro a uno di Farina vale il 18 pari. Dopo il time-out albese Fracchia ferma a muro Olocco siglando il sorpasso: 19-20. Mani-out di Deambrogio e finale convulso per via di un paio di decisioni arbitrali che scontentano tutte e due le squadre. Coach Ruscigni chiude il doppio cambio e Dell’Oste scarica a terra il pallone che vale un’impresa: 21-25. Tre punti meritati, ottenuto contro una grande squadra. Tatticamente perfette, le rossoblu hanno saputo soffrire e si sono aiutate l’un l’altra nei momenti di difficoltà. Vittoria in rimonta, che regala entusiasmo in vista di questo girone di ritorno. “E’ vero – commenta Marco Ruscigni – questa sera si è vinto con il gruppo. Ci siamo allenati bene in settimana e c’era l’atmosfera delle grandi imprese, ma una serata così perfetta era difficile da prevedere. Come accaduto a Canelli, si sono limitati gli errori ed è quello su cui stiamo lavorando con maggior intensità. Anche a Bra non avevamo sfigurato, ma ci era mancato il guizzo vincente. Sono tre punti che ci danno entusiasmo e ne avevamo bisogno. Direi che stasera abbiamo messo un mattoncino importante sul nostro campionato”. Raggiante il libero, Giorgia Imarisio: “Sono felice e sono orgogliosa della mia squadra e di tutte le mie compagne. Non era facile vincere qui e farlo in rimonta è stato ancora più bello. Ci siamo prese una piccola grande rivincita rispetto alla Coppa Piemonte ed alla gara di andata persa per tre a due. Non so quanto peseranno a livello matematico sulla nostra classifica questi tre punti, ma moralmente sono importantissimi. Dove l’abbiamo vinta? Sbagliando poco, sfruttando i passaggi a vuoto delle avversarie e stringendo i denti nelle difficoltà. Insomma, una vittoria di cuore!”

Risultati 14^ giornata: L’Alba Volley-EVO Elledue-1-3 Rivarolo-Novi- ; Igor NO-Team Volley Lessona-0-3 Canelli-Team Volley NO-0-3 Santena’95-Oasi Cusio-0-3 La Folgore-Libellula Bra-0-3 Monviso Volley-Cuneo Granda Volley-2-3

Classifica: Libellula Bra 39, L’Alba Volley 35, Team Volley NO 34,Team Volley Lessona 26, Oasi Cusio e EVO Elledue 25, Santena’95 20, Rivarolo 19, La Folgore 17, Cuneo 16, Novi 13, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (09-02-2019): Libellula Bra-Santena’95 (3-1); Cuneo Granda Volley-Rivarolo (3-2); EVO Elledue-La Folgore (3-2) (sab.9 ore 20.30); Novi-Igor Volley (0-3); Team Volley Lessona-L’Alba Volley (1-3); Team Volley NO-Monviso Volley (3-0); Oasi Cusio-Canelli (3-1).