post

PER CONTINUARE A SOGNARE

Le quattro vittorie consecutive ottenute dalla EVO Elledue, hanno definitivamente chiuso il capitolo-crisi che aveva intaccato il rendimento della squadra a cavallo tra il vecchio ed il nuovo anno solare. Dodici punti che hanno rilanciato le ambizioni rossoblu ed hanno consentito di raggiungere di nuovo il quarto posto in completa solitudine. Non solo. Il morale della truppa ora è molto alto e Dell’Oste e compagne sono consapevoli della loro forza, oltre che dei loro limiti. Ma i difetti adesso non sono più un assillo, non rappresentano più un problema, perché si sono trasformati in un ostacolo piacevole da superare, impegnandosi a fondo giorno dopo giorno. La prestazione “matura” offerta a Barge sabato scorso è la prova lampante che la EVO Elledue è pronta per disputare un finale di stagione da protagonista. Il prossimo avversario si chiama Igor Trecate ed arriverà alla “Tenso” di Casale Monferrato per giocare il match in programma alle ore 20.30 del 23 febbraio. Una gara che nasconde parecchie insidie, non solo per via del risultato ottenuto al Pala-Agil nel girone di andata. Quella sconfitta per 3-2 giunse al termine di uno dei match più belli della stagione. Entrambe le formazioni sciorinarono un’ottima pallavolo, tanto che non è corretto affermare che si sia perduta quella straordinaria partita. La sfida fu semplicemente vinta dalle padrone di casa, che si esaltarono nella rimonta (1-2) contro una Elledue comunque sempre sul pezzo. Nessun rimpianto in casa EVO, ma solo la voglia di riprovarci alla prossima occasione. Quella opportunità arriverà sabato venturo, davanti al pubblico amico. E’ strano ritrovare l’Igor Trecate in questa situazione di classifica. Undici punti sono troppo pochi per un collettivo dalle grandi potenzialità, ma una spiegazione logica c’è. Nelle partite in casa (oggettivamente non tutte per via degli impegni della B2) coach Alberti può contare sul contributo di alcune atlete facenti parte della “rosa” che sta dominando la serie B2. Una squadra under 18 che si candida a ragion veduta, come una delle favorite per la conquista dello scudetto juniores 2018-19. All’andata fu così. Bianchini, Badalamenti e Garzionio misero a ferro e fuoco la difesa rossoblu. Solo sabato scopriremo con quale organico l’Igor arriverà a Casale Monferrato. Tuttavia, la partita è da preparare bene a prescindere. “Fa specie trovare l’Igor al terz’ultimo posto – commenta Alice Farinama probabilmente, trattandosi di squadra giovane, hanno pagato dazio all’inesperienza. Contro di noi fecero una gran partita e vinsero sfruttando un paio di passaggi a vuoto che oggi mi sento di dire che abbiamo superato. La partita di Alba è stata decisiva in tal senso. Ci ha insegnato che dobbiamo restare sempre concentrate e che nessun avversario va sottovalutato. Se c’è stata una svolta, è arrivata proprio dal quel tre a uno in rimonta”. E’ una EVO che sta andando alla grande: “Si cresce, si migliora, ma soprattutto si prende coscienza della nostra forza. Il gruppo è compatto, si allena bene e credo possa prendersi ancora delle notevoli soddisfazioni”. Per centrare la quinta vittoria consecutiva bisognerà giocar bene: “Ricordiamo la gara di andata e sappiamo che non dobbiamo fidarci della loro classifica. Sono giovani e posseggono tanto entusiasmo, di conseguenza possono centrare qualsiasi risultato. Un po’ come noi, che dobbiamo restare sempre vigili per non incorrere in figure poco edificanti come quella fatta con il Santena”. Come giudichi fin qui la tua stagione? “Gioco a pallavolo solo da quattro anni e nella serie D scorsa sono entrata nel girone di ritorno per via di un infortunio. Non so giudicarmi, ma le sensazioni sono buone perché mi sento parte del gruppo, gioco con continuità, posso migliorare nei fondamentali e soprattutto mi diverto a fare tutto questo. Il mio obiettivo è quello di farmi trovare pronta e di aiutare la squadra ad ottenere il maggior numero di vittorie”.

Igor Volley NO: Bianchini (K), Frigerio, Garzonio, Badalamenti, Valsecchi, Crespi, Conforto, Giorgetta, Fabbo, Belletti, Piva, Cabassa, Galliano, Groppo, Sartirana, Bertarello, Saino (L), Fontana (L), Balzarotti (L). All: Alberti-Falaguerra.

Classifica: Libellula Bra 45, L’Alba Volley 41, Team Volley NO 40, EVO Elledue 31, Oasi Cusio 28, Team Volley Lessona 27, Rivarolo 24, Cuneo 22, Santena’95 21, La Folgore 19, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (23-02-2019): Santena’95-Canelli; Team Volley NO-Cuneo Granda Volley; Libellula Bra-Monviso Volley; Team Volley Lessona-Novi; EVO Elledue-Igor Volley; Oasi Cusio-Rivarolo; La Folgore-L’Alba Volley.

 

post

L’EVO ELLEDUE CALA IL POKER

Monviso Volley-EVO Elledue-0-3

(17-25 / 17-25 / 11-25)

Monviso Volley: Ughetto (K), Verra 1, Bono 1, Turi 2, Canavesio, Santos 6, Saretto, Rivoira 11, Re 2, Dalmasso 8, Gay (L) 1. All: Picotto-Giai.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 4, Del Nero 1, Furegato 16, Farina 4, Fracchia 8, Gatti, Deambrogio 10, Corino, Falabrino C., Falabrino F. 3, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Monviso 6, EVO Elledue 6.

Errori al servizio : Monviso 11, EVO Elledue 7.

Punti a muro: Monviso 3, EVO Elledue 4.

Barge (CN) – L’EVO Elledue di coach Ruscigni ha affrontato la lunga trasferta di Barge con l’obiettivo dei tre punti da conquistare per centrare la quarta vittoria consecutiva. Ospiti in campo con Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). Il Monviso Volley si schiera con Re, Dalmasso, Bono, Turi, Santos, Rivoira e Gay (libero). L’approccio delle rossoblu è ottimo. Quattro a zero con Deambrogio in battuta e con quattro giocatrici a referto. Sul 4-10, con la capitana dai nove metri, Barge chiede il primo time-out. Al servizio la squadra di casa ha le idee confuse (si batte su tutte e tre le ricevitrici ospiti) e la Elledue gestiste con tranquillità anche grazie alla mira felice di Furegato (7 punti). La prima rotazione completa si chiude sul 7-13. Deambrogio e compagne hanno un paio di amnesie difensive e il Monviso accorcia le distanze: 12-15. E’ il momento di pigiare sull’acceleratore. Break di sei punti ad uno e l’EVO Elledue mette le mani sul primo set. Marco Ruscigni non vuol correre rischi e sul 16-21 usufruisce di un time-out. La chiusura è affidata all’ormai classico mani-out di Alice Dell’Oste: 17-25. Si cambia campo e le rossoblu non calano l’intensità del proprio gioco. Furegato fa quello che vuole in attacco e Farina chiude gli spazi a muro: 4-9. Del Nero smista il gioco offensivo e la difesa del Monviso non trova le giuste contrarie. Arriva anche qualche errore in attacco da parte di Santos e compagne e coach Picotto ferma il gioco sul 5-13 (parallela al fulmicotone di Deambrogio). Alle padrone di casa non resta che la reazione d’orgoglio. Si accende qualche mischia sottorete e il Monviso si porta sul punteggio di 9-14. Fracchia mette ordine con due veloci consecutive (9-16) e il team cuneese risponde con due punti di Rivoira. La rotazione che propone Deambrogio al servizio, ha fatto male al Monviso nel primo set. Questa volta l’ostacolo viene superato grazie alle soluzioni trovate da Rivoira. Tuttavia, il vantaggio della Elledue è tale da consentire una tranquilla gestione della situazione. Canavesio per Santos sul 14-20, mentre nella frazione precedente erano entrate in gioco Verra e Saretto. Con Alice Farina sulla linea dei nove metri la Elledue conquista il 17-24. Il punto del due a zero lo mette a referto Martina Fracchia con una combinazione in fast: 17-25. La grinta delle padrone di casa in avvio di terzo set è meritevole di applausi: 4-5. Rivoira e Santos trascinano la squadra, ma dall’altra parte della rete la Elledue non indietreggia di un centimetro. Per attenzione e diligenza tattica, questa è una delle migliori prestazioni esterne della EVO targata Ruscigni-Montagnini: 8-13. Botta e risposta da seconda linea tra Dell’Oste e Santos, con duello risolto da Fracchia a muro. Parallela di Deambrogio e la Elledue “doppia” le avversarie sul punteggio di 8-16. Verra e Canavesio in campo nel finale di partita. Rossoblu in assoluto controllo e sul 10-21 esce Deambrogio ed entra Gatti. Federica Falabrino sostituisce Furegato (10-22) e va subito a bersaglio. Corino per Del Nero (11-23) e match-point conquistato da Falabrino. E’ lo stesso opposto casalese a mettere il punto esclamativo su questo tre a zero in trasferta: 11-25.

 

post

TRASFERTA A BARGE PER LE RAGAZZE DELLA EVO ELLEDUE

Sabato 16 febbraio, con inizio alle ore 20.30, verrà disputata gara tra Monviso Volley ed EVO Elledue, valida per il sedicesimo turno del campionato regionale di serie C femminile. Sulla carta le rossoblu di Ruscigni e Montagnini sembrano favorite, ma la pallavolo insegna che è sempre il campo a dettare legge e tutte le partite diventano facili solo dopo averle vinte. Proprio sabato scorso alla “Tenso” di via Visconti, il match tra EVO e Folgore ha confermato tutto questo. Le torinesi arrivavano da 5 sconfitte consecutive ed hanno venduto cara la pelle. Dell’Oste e compagne hanno potuto esultare solo dopo aver sudato le fatidiche sette camicie. La Folgore non è certo sembrata una squadra meritevole del decimo posto in classifica, anzi! Per grinta e determinazione ha rappresentato uno degli ostacoli più ardui da superare sul cammino in campionato. Anche a Barge, (provincia di Cuneo), la musica sarà molto simile. La squadra di coach Picotto occupa il penultimo posto in classifica con 6 punti, ottenuti grazie a due vittorie (3-0 al Canelli in casa e 3-2 al Trecate in trasferta) e ad una sconfitta al tie-break nel derby con il Cuneo. Nella gara di andata la Elledue faticò nel primo set, soffrendo gli attacchi di Santos e Rivoira (10 punti a testa). Archiviata la prima frazione, la gara diventò molto più semplice. Analizzando con dovizia di particolari il momento delle rossoblu, si scopre che la partita di Barge vale molto più dei tre punti in palio. “E’ vero – sottolinea coach Maurizio Montagnini – vincere la trasferta di sabato venturo è molto importante per noi. Si tratterebbe del quarto successo consecutivo, all’interno di un ciclo che proseguirà con Trecate, Rivarolo e Novi, che potrebbe regalarci una nuova prospettiva in classifica. La partenza del girone di andata è stata ottima. Poi, dalla sconfitta di Novara in avanti, non è stato possibile mantenere lo stesso passo. Gli infortuni ci hanno penalizzato e si è faticato per ritrovare la forma fisica giusta. Anche psicologicamente il gruppo ha risentito di quel momentaccio che per fortuna sembra alle spalle”. Ora ci si allena anche meglio di prima: “Concordo. L’entusiasmo ci sta dando una grossa mano, ma soprattutto possiamo contare su un apporto molto diverso da parte della panchina. Giulia Gatti è entrata in forma, Federica Falabrino sta per raggiungerla e stiamo parlando di atlete che l’anno scorso hanno giocato poco o nulla. L’impegno c’è sempre stato da parte di tutte, ma ora si respira un’altra aria in palestra. Una piena consapevolezza dei nostri mezzi e delle nostre capacità”. Il terzo posto è ancora lontano ma… “Dipende da noi. Le prossime quattro partite possono darci una occasione. Quella di sfidare Novara e Cusio negli scontri diretti con un buon bottino di punti in classifica. In questo modo, potremmo chiudere il campionato senza alcun rimpianto e non è male per una neo-promossa”.

Monviso Volley: Ughetto (K), Verra, Bono, Chiale, Turi, Canavesio, Santos, Saretto, Rivoira, Re, Trecco, Dalmasso, Gay (L). All: Picotto-Giai.

Classifica: Classifica: Libellula Bra 42, L’Alba Volley 38, Team Volley NO 37,Oasi Cusio e EVO Elledue 28, Team Volley Lessona 26, Rivarolo 22, Santena’95 20, Cuneo 19, La Folgore 17, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (16-02-2019): La Folgore-Santena’95 (2-3); Canelli-Libellula Bra (0-3); Novi-Cuneo Granda Volley- (2-3); Monviso Volley-EVO Elledue (sab.16 ore 20.30) (0-3); Rivarolo-TeamVolley Lessona (2-3); Igor Volley-Team Volley NO (0-3); L’Alba Volley-Oasi Cusio (3-0).

post

TERZA VITTORIA CONSECUTIVA

EVO Elledue-La Folgore San Mauro-3-1

(28-26 / 25-27 / 25-15 / 25-20)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 8, Del Nero 5, Furegato 22, Farina 17, Fracchia 10, Gatti 5, Deambrogio 10, Corino, Falabrino C., Chizzotti, Falabrino F. 2, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

La Folgore San Mauro: Boffi (K) 17, Cabrio 3, Bosticco 7, Aimar 7, Capra 5, Rutigliano, Deandreis, Tricarico 10, Orlandi, Fabiani 7, Damasio (L) 1. All: Civera-Rossini.

Servizi vincenti: EVO Elledue 6, La Folgore 10.

Errori al servizio : EVO Elledue 16, La Folgore 6.

Punti a muro: EVO Elledue 13, La Folgore 4.

Casale Monf.to – Le due trasferte consecutive (Canelli e Alba) ed il turno di sosta, hanno allontanato l’EVO Elledue dal proprio pubblico per quattro settimane. Le rossoblu nel frattempo hanno conquistato sei punti e si sono preparate nel miglior modo possibile per affrontare le torinesi della Folgore. Avversario in crisi di risultati (5 stop consecutivi), ma ricco di valori tecnici e per questo da non sottovalutare. Ruscigni e Montagnini schierano Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Deambrogio, Dell’Oste e Imarisio (libero). San Mauro replica con Bosticco, Boffi, Tricarico, Capra, Aimar, Orlandi e Damasio (libero). L’intensità difensiva delle rossoblu è ottima (4-1) e le ospiti faticano a trovare la via della conclusione. Boffi perfora il muro di casa per la prima volta sul 5-3 e si ripete nello scambio successivo. Passaggio a vuoto delle padrone di casa (5-7) interrotto da un errore in battuta di Bosticco. Il cambio palla riaccende la Elledue e con una veloce di Farina è di nuovo parità: 7-7. Sembra di rivedere il film dell’andata: gara in equilibrio con gli attacchi a prevalere sulle difese (11-11). Il break rossoblu giunge sul 17-14 (mani-out di Furegato) e la panchina ospite ripiega sul time-out. La Folgore replica con un diagonale stretto di Capra, ma deve concedere qualcosa al centro dove Farina inizia a far male: 21-17. Doppio cambio sul 21-18: Federica Falabrino e Corino per Del Nero e Furegato. Il persistere delle tre soluzioni offensive, esalta le scelte della regista casalese, ma è Farina a muro a risultare ancora decisiva. La centrale rossoblu vuole esagerare e colpisce anche dai nove metri: 24-19. Il time-out della Folgore blocca la squadra di casa e sul 24-23 è coach Ruscigni ad interrompere il gioco. Fast di Tricarico e 24 pari, con cinque set-point annullati. Ace di Capra (24-25) e situazione capovolta. In soccorso della Elledue arriva un errore dai nove metri e sul 25 pari Ruscigni chiude il cambio rimettendo in gioco Del Nero e Furegato. Muro di Fracchia su Bosticco, ma nemmeno al sesto tentativo le rossoblu riescono a chiudere: 26-26. E’ Fracchia a mettere le cose a posto con il secondo muro della sua partita: 28-26. In avvio di secondo set Tricarico e Furegato si stoppano a muro l’un l’altra e Dell’Oste illumina la Tensostruttura con una parallela da certosina: 4-3. La reazione della Folgore è importante e con Boffi al servizio le arancioni conquistano il 5-8. Contrariamente a ciò che si era visto nelle ultime due gare, le rossoblu non sono precise dai nove metri e i quattro errori commessi in questo scorcio di secondo set, condizionano pesantemente il rendimento della squadra: 8-12 e time-out Ruscigni. Gatti per Deambrogio sul punteggio di 8-13 e contro-break EVO con Farina, Del Nero e Furegato: 11-13. Fabiani per Capra (11-15) ed ace di Bosticco corretto dal nastro. Il team di casa non reagisce (11-17) e la panchina prova ad invertire la rotta usufruendo del secondo time-out. Boffi e compagne mantengono il controllo delle operazioni, ma sul 18-21 (mani fuori di Dell’Oste), coach Civera chiede tempo per non correre rischi. Attacco da seconda linea in rete e muro di Farina (20-21) per riaprire una frazione che sembrava perduta. Purtroppo per le padrone di casa, la rimonta si interrompe sul più bello e San Mauro scappa sul 20-23. Farina non ci sta ed abbassa la saracinesca con un muro di assoluta prepotenza: 22-23 e time-out Folgore. Caos sotto rete per il 23 pari e set-point ospite sul 23-24. La Elledue lo annulla con Farina (ancora lei) e si ripete per il 25 pari con Gatti a bersaglio in zona sei. Le emozioni sembrano non finire mai, ma sul 25-27 (diagonale di Fabiani), le arancioni ristabiliscono la parità assoluta. L’avvio di terzo set (8-8) è caratterizzato dalle difese di Imarisio e dalla fast di Tricarico. Furegato scarica a terra il pallone del 10-8 e Deambrogio scova un mani fuori che fa scattare il time-out della panchina arancione: 11-8. Leggero infortunio per l’ex posto quattro del Novi e muro in parallela di Furegato per il 14-11 della EVO Elledue. Rutigliano per Bosticco è la mossa di coach Civera. La capitana “pettina” il muro a due della Folgore (17-13) e Del Nero arma la veloce al centro di Farina per il massimo vantaggio rossoblu: 18-13. Ora le padrone di casa giocano sul velluto e quando Fracchia mette a segno una fast nei tre metri, l’applauso della “Tenso” si fa importante. Coach Civera attinge dalla propria panchina a piene mani, ma il 2-1 rossoblu è inevitabile: 25-15. Il punto “in ricezione” messo a segno dal libero Damasio in apertura di quarto set, non è beneaugurante. La Folgore ci crede e fugge sul 3-6. Pareggio rossoblu a quota sei, ma le ospiti allungano ancora e sul 10-14 Gatti rileva Deambrogio. Da posto due Boffi piazza il colpo del 10-15 e coach Ruscigni chiede time-out. Federica Falabrino e Corino in campo sul 12-17 per Del Nero e Furegato. Capra per Fabiani è la contromossa della panchina ospite. Con Dell’Oste in battuta le padrone di casa accorciano sul 15-17 e dopo il time-out della Folgore è Gatti a regalare il meno uno: 16-17. Ace della capitana e tutto torna in equilibrio a quota 17. Pallonetto di Falabrino (18-18) e sorpasso Elledue grazie ad un errore di Bosticco. Pallonetto millimetrico di Gatti, seguito da un imperioso muro a uno dell’ex attaccante della Mokaor Vercelli: 21-18 e time-out Folgore. Non è ancora finita. Cabrio prima colpisce con un ace, poi commette un errore in battuta e Ruscigni chiude il doppio cambio sul 22-20. Palla a filo rete per Boffi e il muro di casa è attento con Fracchia e Furegato: 23-20. L’EVO Elledue conquista quattro match-point (24-20), ma a Fracchia ne basta uno per mandare in archivio la terza vittoria consecutiva: 25-20. Tre punti meritati, ottenuti grazie al contributo fondamentale fornito dalla panchina. Gatti, Corino e Federica Falabrino sono entrate nel match in maniera positiva ed oltremodo decisiva a fini del risultato. La Folgore non merita la classifica che ha e con lo spirito messo in mostra anche a Casale, può risollevarsi presto da una scomoda situazione.

Risultati 15^ giornata: Libellula Bra-Santena’95-3-1 Cuneo Granda Volley-Rivarolo-3-1 EVO Elledue-La Folgore-3-1 Novi-Igor Volley-3-1 Team Volley Lessona-L’Alba Volley-1-3 Team Volley NO-Monviso Volley-3-0 Oasi Cusio-Canelli-3-0

Classifica: Libellula Bra 42, L’Alba Volley 38, Team Volley NO 37,Oasi Cusio e EVO Elledue 28, Team Volley Lessona 26, Rivarolo 22, Santena’95 20, Cuneo 19, La Folgore 17, Novi 16, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (16-02-2019): La Folgore-Santena’95 (2-3); Canelli-Libellula Bra (0-3); Novi-Cuneo Granda Volley- (2-3); Monviso Volley-EVO Elledue (sab.16 ore 20.30) (0-3); Rivarolo-TeamVolley Lessona (2-3); Igor Volley-Team Volley NO (0-3); L’Alba Volley-Oasi Cusio (3-0).

post

PARTITA-TRAPPOLA CON LA FOLGORE

La formazione della EVO Elledue torna a giocare in casa dopo tre settimane. Le trasferte di Canelli ed Alba e la sosta per le finali di Coppa Piemonte, hanno tenuto lontane le ragazze di Ruscigni e Montagnini dai propri tifosi, ma hanno portato due vittorie da tre punti che rilanciano le ambizioni rossoblu in classifica. Certo, la zona play-off è ancora molto lontana (9 punti), ma il torneo è ancora lungo ed è un dovere crederci perché questa maglia trasuda storia ed occorre onorarla sempre e in ogni modo. Non che Dell’Oste e compagne non lo stiano facendo, anzi! Il momentaccio sembra essere passato, come sottolinea coach Ruscigni: “Abbiamo vissuto un mese e mezzo di notevoli difficoltà. Una lunga serie di infortuni ha condizionato gli allenamenti ed il rendimento dei singoli. Tuttavia non si è mai mollato e credo sia fisiologico attraversare un periodo di flessione all’interno di un torneo così lungo ed equilibrato. Proprio l’esperienza vissuta in prima persona, deve servire da campanello d’allarme per la prossima partita. Meglio non fidarsi di una Folgore che all’andata ci ha messi in seria difficoltà”. Proprio così, il match dello scorso mese di ottobre è stato deciso al tie-break e tutte le frazioni sono terminate con un equilibrio spezzato solo in vista del traguardo. Rossoblu avanti per due a zero. San Mauro in recupero per il tie-break e quinta frazione vinta dalla Elledue per 16-14. Nelle file della Folgore le giocatrici più prolifiche in attacco sono Bosticco, Tricarico e la capitana Boffi. Le arancioni di San Mauro Torinese arrivano da una serie di cinque sconfitte consecutive. Due soli punti per il team di coach Civera, arrivate dai due tie-break perduti. Questa nefasta serie di risultati ha cambiato volto ad una classifica che era più che buona. Oggi La Folgore ha 17 punti ed occupa la nona posizione. Un punto di vantaggio sul Cuneo Granda Volley e sulla zona play-out. Le rossoblu padrone di casa dovranno disputare una gara perfetta, contro un avversario ferito, anche perché nelle ultime due partite in casa sono arrivate due sconfitte. E la Tensostruttura di Casale Monferrato (fischio d’inizio alle ore 20.30) attende il primo successo stagionale.

La Folgore San Mauro: Boffi (K), Cabrio, Bosticco, Aimar, Capra, Rutigliano, Deandreis, Tricarico, Scicli, Difrancesco, Orlandi, Fabiani, Palladino (L), Damasio (L). All: Civera-Rossini.

Classifica: Libellula Bra 39, L’Alba Volley 35, Team Volley NO 34,Team Volley Lessona 26, Oasi Cusio e EVO Elledue 25, Rivarolo 22, Santena’95 20, La Folgore 17, Cuneo 16, Novi 13, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (09-02-2019): Libellula Bra-Santena’95 (3-1); Cuneo Granda Volley-Rivarolo (3-2); EVO Elledue-La Folgore (3-2) (sab.9 ore 20.30); Novi-Igor Volley (0-3); Team Volley Lessona-L’Alba Volley (1-3); Team Volley NO-Monviso Volley (3-0); Oasi Cusio-Canelli (3-1).

post

IMPRESA EVO ELLEDUE

L’Alba Volley-EVO Elledue-1-3

(25-17 / 19-25 / 17-25 / 21-25)

L’Alba Volley: Barroero (K) 15, Montefameglio 2, Sciolla 10, Olocco 12, Nada 13, Pilotti 7, Prandi, Anselmo, Alessandria, Terzolo, Barbero, Colletta (L). All: Salomone.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 6, Del Nero 6, Furegato 20, Farina 14, Fracchia 7, Deambrogio 12, Corino, Gatti, Falabrino C., Falabrino F., Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Alba 4, EVO Elledue 10.

Errori al servizio : Alba 10, EVO Elledue 9.

Punti a muro: Alba 11, EVO Elledue 8.

Alba (CN) – Il girone di ritorno della EVO Elledue incomincia con la trasferta di Alba. I due precedenti in stagione (campionato e coppa) sono stati entrambi vinti da Barroero e compagne. Ospiti in cerca di rivincita e padrone di casa con il dente avvelenato per aver recentemente ceduto la Coppa Piemonte nelle final-four di Rivarolo che hanno incoronato la Libellula Bra. Coach Ruscigni schiera Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Farina-Fracchia centrali, Deambrogio-Dell’Oste attaccanti ricevitori ed Imarisio libero. Alba propone Montefameglio in regia, Pilotti sulla sua diagonale, Barroero-Sciolla centrali, Nada-Olocco schiacciatrici di posto quattro e Colletta libero. Con Sara Pilotti in battuta, la formazione di casa si porta sul 7-2 sfruttando il disordine difensivo del team ospite. Il cambio palla successivo ha il potere di mettere in partita la Elledue. Muro di Del Nero (7-6) e primo tempo di Farina che riporta il punteggio in parità: 7-7. Furegato dalla seconda linea inizia a far male alla retroguardia albese ed il sorpasso (7-8) sembra mettere le ali alle rossoblu. Barroero in fast e Nada da posto quattro regalano ad Alba un nuovo break (11-8) e sul 15-12 arriva anche il primo errore in attacco commesso da Dell’Oste e compagne. Time-out EVO sul 16-12 e quando si torna in campo la Elledue ha un paio di occasioni per accorciare le distanze, ma le spreca entrambe con Deambrogio e Fracchia. Ruscigni ferma il gioco sul 19-13 (muro di Barroero) e Anselmo rileva Pilotti per conferire alla difesa dell’Alba Volley maggior consistenza. Doppio cambio anche per le ospiti: Federica Falabrino e Corino per Del Nero e Furegato. Il pallonetto di Barroero è millimetrico e la centrale di casa firma il primo set (25-17) corredandolo di otto personali. Il muro ospite fatica ad arginare la bravura della capitana dell’Alba Volley. Si cambia campo in un’atmosfera quasi ovattata per via della scarsa presenza del pubblico sugli spalti. L’EVO Elledue non ci sta e inizia a giocare con un altro piglio. Le ragazze di Ruscigni e Montagnini rispettano le consegne tattiche e, forzando in battuta, iniziano a mettere qualche dubbio tra Alba e i tre punti. La prima conclusione vincente di Dell’Oste (3-7) fa scattare il time-out sulla panchina di casa. Sul punteggio di 6-10 Fracchia ferma a muro Barroero per quella che, tatticamente parlando, è un’altra svolta del match. Sul 7-12 coach Salomone ha esaurito i time-out (ace di Del Nero) e sul punteggio di 8-15 la Elledue conquista il suo massimo vantaggio. Anselmo per Pilotti (13-19) e time-out EVO sul 15-19 dopo due azioni confuse sotto rete, vinte entrambe dalle padrone di casa. E’ il set delle prime volte e quando sul 18-21 Deambrogio mette a terra il suo attacco, Del Nero acquisisce un terminale offensivo in più. Il ritmo imposto al match dalle rossoblu è elevato. Muro, difesa e servizio, poi ci pensano Imarisio in difesa e Del Nero in regia ad orchestrare la manovra delle ospiti. Furegato e Farina si confermano tra le migliori ed il mani-out dell’opposta rossoblu riporta la gara in perfetta parità: 19-25. L’Alba Volley non puù permettersi di perdere terreno nei confronti della capolista Bra ed inizia il terzo set di gran carriera: 5-1. Con calma la Elledue recupera lo svantaggio e l’ace di Del Nero sancisce l’aggancio a quota nove. Cambi palla regolari con Nada ed Olocco da una parte e Furegato e Farina dall’altra. Sul 12 pari rientra Anselmo e l’Alba Volley sfrutta i quattro errori commessi dalle ospiti in battuta. La fast di Fracchia è precisa, così come l’ace di Deambrogio sul 16-22. Da una parte della rete inizia a prendere forma una serata molto complicata; dall’altra la fiducia va a braccetto con il coraggio e le ultime due azioni del terzo set danno ulteriore slancio alla Elledue. Mani-out di Dell’Oste e prepotente muro di Farina: 17-25. Alba non può più sbagliare. Dal punto di vista fisico il team ospite mostra qualche segno di cedimento. Olocco non è al meglio e si vede, ma Nada si carica sulle spalle la squadra, invitandola a non mollare. Dal 4 pari al 4-7 con Dell’Oste in battuta e Deambrogio in attacco. Il nastro corregge il servizio della capitana rossoblu (4-8) e coach Salomone chiede time-out. La risposta delle padrone di casa è di puro orgoglio. Nada ed Olocco sono encomiabili e Pilotti piazza il colpo del sorpasso al termine dello scambio più lungo del match: 10-9. Alba procede spedita (14-11 e 17-13), poi improvvisamente crolla. Federica Falabrino e Corino in campo per una Elledue che resta con l’attacco a tre. Il muro a uno di Farina vale il 18 pari. Dopo il time-out albese Fracchia ferma a muro Olocco siglando il sorpasso: 19-20. Mani-out di Deambrogio e finale convulso per via di un paio di decisioni arbitrali che scontentano tutte e due le squadre. Coach Ruscigni chiude il doppio cambio e Dell’Oste scarica a terra il pallone che vale un’impresa: 21-25. Tre punti meritati, ottenuto contro una grande squadra. Tatticamente perfette, le rossoblu hanno saputo soffrire e si sono aiutate l’un l’altra nei momenti di difficoltà. Vittoria in rimonta, che regala entusiasmo in vista di questo girone di ritorno. “E’ vero – commenta Marco Ruscigni – questa sera si è vinto con il gruppo. Ci siamo allenati bene in settimana e c’era l’atmosfera delle grandi imprese, ma una serata così perfetta era difficile da prevedere. Come accaduto a Canelli, si sono limitati gli errori ed è quello su cui stiamo lavorando con maggior intensità. Anche a Bra non avevamo sfigurato, ma ci era mancato il guizzo vincente. Sono tre punti che ci danno entusiasmo e ne avevamo bisogno. Direi che stasera abbiamo messo un mattoncino importante sul nostro campionato”. Raggiante il libero, Giorgia Imarisio: “Sono felice e sono orgogliosa della mia squadra e di tutte le mie compagne. Non era facile vincere qui e farlo in rimonta è stato ancora più bello. Ci siamo prese una piccola grande rivincita rispetto alla Coppa Piemonte ed alla gara di andata persa per tre a due. Non so quanto peseranno a livello matematico sulla nostra classifica questi tre punti, ma moralmente sono importantissimi. Dove l’abbiamo vinta? Sbagliando poco, sfruttando i passaggi a vuoto delle avversarie e stringendo i denti nelle difficoltà. Insomma, una vittoria di cuore!”

Risultati 14^ giornata: L’Alba Volley-EVO Elledue-1-3 Rivarolo-Novi- ; Igor NO-Team Volley Lessona-0-3 Canelli-Team Volley NO-0-3 Santena’95-Oasi Cusio-0-3 La Folgore-Libellula Bra-0-3 Monviso Volley-Cuneo Granda Volley-2-3

Classifica: Libellula Bra 39, L’Alba Volley 35, Team Volley NO 34,Team Volley Lessona 26, Oasi Cusio e EVO Elledue 25, Santena’95 20, Rivarolo 19, La Folgore 17, Cuneo 16, Novi 13, Igor Volley 11, Monviso Volley 6, Canelli 5.

Prossimo turno (09-02-2019): Libellula Bra-Santena’95 (3-1); Cuneo Granda Volley-Rivarolo (3-2); EVO Elledue-La Folgore (3-2) (sab.9 ore 20.30); Novi-Igor Volley (0-3); Team Volley Lessona-L’Alba Volley (1-3); Team Volley NO-Monviso Volley (3-0); Oasi Cusio-Canelli (3-1).

post

AD ALBA PER LA RIVINCITA

Il campionato di serie C riprende dopo la pausa che è servita per fare da spartiacque tra andata e ritorno e per disputare le finali (maschili e femminili) di Coppa Piemonte. A Rivarolo e Courgnè, le quattro finaliste (Alba, Bra, Lasalliano e Savigliano), si sono sfidate regalando spettacolo. In semifinale si è fermata la corsa del Savigliano e dell’Alba Volley detentrice del titolo. Le prossime avversarie della EVO Elledue sono state sconfitte per 3-1 in rimonta dall’Ascot Lasalliano di coach Lia. La finalissima è stata vinta dalla Libellula Bra per 3-1. Percorso netto, fatto di sole vittorie, per il team dell’ex juniorina Cristina Vinciarelli.

Dal prossimo 2 febbraio il campionato scorrerà via liscio fino al 20 aprile (sabato di Pasqua), giorno dedicato all’ultima sosta imposta dal calendario. Dopodichè resteranno solo due partite da disputare e non è da escludere che i giochi siano già fatti. In relazione ai play-off ed alla salvezza. Il girone di andata della EVO Elledue si può valutare con positività, tenuto conto che la formazione rossoblu è una neo-promossa. Ventidue punti non sono pochi, ma con onestà è giusto sottolineare che la partenza di Dell’Oste e compagne aveva creato qualche aspettativa in più. Nelle ultime partite gli infortuni hanno inciso parecchio e gli allenamenti a ranghi ridotti hanno penalizzato le ragazze di Ruscigni e Montagnini. Nel girone di ritorno esiste la concreta possibilità di far meglio, anche se le partite in casa saranno meno di quelle giocate all’andata. La classifica a ridosso del podio è molto corta. Dall’Oasi Cusio (23) quarta, alla Folgore (17) nona, si sono solo 6 punti di differenza. Le tre regine (Bra, Alba e Team Volley Novara) sembrano avere una marcia in più, ma con tredici gare da disputare tutto è ancora possibile.

Il girone di ritorno della EVO Elledue inizierà da Alba. Un avversario forte, determinato, che ha come obiettivo la promozione in serie B2. Con l’organico che si ritrova a disposizione, coach Salomone non può fare altrimenti. Barroero e Sciolla sono tra le centrali più forti della categoria, Nada ed Olocco sono delle autentiche sentenze da posto due e quattro. Pilotti (ex della sfida) e Colletta non sono da meno e la regista Montefameglio sembra essere arrivata al top, in grado di fare la differenza. Due i precedenti in stagione tra Alba Volley ed EVO Elledue. In campionato vittoria per 3-2 delle cuneesi alla Centogrigio Arena, al termine di una delle gare più belle del girone di andata. Sotto per 0-2, le rossoblu, dopo aver annullato un match-point, seppero recuperare conquistando il quinto set. Equlibrio fino al cambio campo, poi venne fuori l’esperienza di Barroero e compagne che si imposero per 15-11. Molto diverso l’esito del secondo incrocio tra i due team. Ad Alba, nei quarti di Coppa Piemonte, Dell’Oste e compagne furono surclassate dalle padrone di casa. Un tre a zero ampio, netto e meritato, che urla ancora vendetta nello spogliatoio rossoblu. Sapranno le nostre ragazze riscattarsi in gara tre? I punti sono importanti per entrambi. Alba deve tenere il passo della Libellula Bra, mentre la EVO Elledue vuol ritrovare la continuità di inizio stagione. Non mancheranno le motivazioni, per quella che (da questo punto di vista) può essere una partita che si prepara da sola…

L’Alba Volley: Barroero (K), Montefameglio, Sciolla, Olocco, Nada, Pilotti, Prandi, Anselmo, Alessandria, Petroi, Terzolo, Colletta (L). All: Salomone.

Classifica: Libellula Bra 36, L’Alba Volley 35, Team Volley NO 31,Team Volley Lessona 23, Oasi Cusio e EVO Elledue 22, Santena’95 20, Rivarolo 19, La Folgore 17, Cuneo 14, Novi 13, Igor Volley 11, Monviso Volley e Canelli 5.

Prossimo turno (02-02-2019): L’Alba Volley-EVO Elledue (ore 20.45) (3-2); Rivarolo-Novi (3-0); Igor NO-Team Volley Lessona (1-3); Canelli-Team Volley NO (3-2); Santena’95-Oasi Cusio (2-3); La Folgore-Libellula Bra (0-3); Monviso Volley-Cuneo Granda Volley (0-3).

post

SI RIPARTE CON LA GIUSTA CATTIVERIA

PVB Canelli-EVO Elledue-0-3

(21-25 / 16-25 / 20-25)

PVB Canelli: Dal Maso (K) 13, Ghignone A. 7, Ghignone S. 1, Pesce, Brusaschetto 6, Cerutti 7, Pavese, Marinetti 2, Mogos 5, Passera, Marengo 2, Zerbinatti (L), Martire (L). All: Trinchero.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 5, Del Nero 3, Furegato 15, Farina 11, Fracchia 5, Deambrogio 5, Corino, Falabrino C., Falabrino F., Chizzotti, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Canelli 5, EVO Elledue 4.

Errori al servizio : Canelli 11, EVO Elledue 8.

Punti a muro: Canelli 3, EVO Elledue 0.

Canelli (AT) – Anche la settimana che ha condotto le rossoblu alla trasferta di Canelli, non è stata delle più semplici da gestire. Dall’inizio della stagione lo staff tecnico della EVO Elledue ha dovuto fronteggiare una serie di problematiche collegate ad una incredibile catena di infortuni e ciò alla lunga ha influito sui risultati e sul rendimento della squadra. Questa volta l’infermeria ha visto transitare Dell’Oste, Fracchia e Gatti; per le prime due un recupero lampo, mentre la terza si è dovuta arrendere. Contro il fanalino di coda Canelli (11 sconfitte consecutive), la Elledue tuttavia non può permettersi un risultato diverso dalla vittoria da tre punti. Coach Ruscigni schiera Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio ed Imarisio (libero). La PVB replica con le sorelle Ghignone (palleggiatrice e schiacciatrice), Cerutti, Dal Maso, Mogos, Marengo e Zerbinatti (libero). La pressione è tutta nella metà campo ospite e le ragazze di coach Trinchero iniziano decisamente meglio. Sul punteggio di 8-4, ovvero sui primi 12 palloni, solo in una occasione l’ultimo tocco è stato delle rossoblu. Sul 9-6, nel tentativo di salvare una palla sotto rete, si fa male ad un ginocchio Marengo. Al suo posto la centrale Brusaschetto. L’EVO Elledue scalda i motori e con Furegato dalla seconda linea agguanta il 9 pari. Il primo errore di squadra di Dell’Oste e compagne arriva nello scambio successivo (10-9) e la prima serie completa di rotazioni si conclude sul 12-12. Il match deve ancora decollare. E’ palpabile la paura che frena il team di Marco Ruscigni. La svolta arriva sul 15-17 quando Furegato esplode una parallela che fa aumentare anche i decibel degli applausi del pubblico presente. Time-out Canelli sul 16-20 ed ulteriore break rossoblu con Furegato sulla linea dei nove metri. Da un mani-out dell’opposta della Elledue scaturisce il punto del 21-25. Canelli, trascinato da una Dal Maso che giganteggia a muro e in fast, abbassa fatalmente la guardia e l’EVO Elledue guadagna in morale ed autostima. Coach Trinchero ferma il gioco sul punteggio di 1-6; le ospiti servono bene e la ricezione della PVB inizia a vacillare. Anche a muro Farina e compagne toccano un numero maggiore di palloni e per le padrone di casa diventa difficile trovare il varco giusto. Quando il tabellone indica 8-15 per la Elledue, la panchina del Canelli ha esaurito i time-out. In due set Fracchia e compagne non hanno commesso un solo errore in attacco e questo dato, riferito al momento particolare della squadra, è oltremodo incoraggiante. “Vero – commenta coach Ruscigni – abbiamo regalato poco alle nostre avversarie, limando quello che è stato il nostro handicap maggiore nelle ultime partite. Dovevamo ripartire e non è mai semplice riuscirci in trasferta; per questo motivo oggi vanno fatti solo elogi alle ragazze. Sfrutteremo la sosta per migliorare ulteriormente, ma stasera è giusto godere di questa vittoria, arrivata dopo un mese di difficoltà”. Il primo punto in attacco di Deambrogio vale il 16-25 con cui l’EVO cambia campo sul doppio vantaggio. Il terzo set è totalmente in controllo. Canelli ci prova con Dal Maso e Cerutti, ma è chiaramente sfiduciata dal risultato che sta prendendo forma. La PVB gioca prevalentemente al centro e la coppia Farina-Fracchia va in lettura agevolmente. Il primo errore in attacco commesso dalle ospiti arriva solo sul 15-20. Dell’Oste, Fracchia e Furegato mettono a terra gli ultimi palloni, ma oggi un plauso particolare lo merita Giorgia Del Nero, abile a variare il gioco ed a trovare soluzioni personali che hanno sorpreso la difesa avversaria. Con questi tre punti la Elledue aggancia quota 22. Un bottino ragguardevole per una neo-promossa. Nel girone di ritorno si proverà a far meglio, sperando che la sfortuna (leggi il capitolo infortuni), volga lo sguardo in altre direzioni.

Risultati 13^ giornata: Canelli-EVO Elledue-0-3 Igor NO-Rivarolo-1-3 Monviso Volley-Team Volley Lessona-1-3 Santena’95-Team Volley NO-0-3 Libellula Bra-Oasi Cusio-3-1 La Folgore-Novi-1-3 L’Alba Volley-Cuneo Granda Volley-3-0

Classifica: Libellula Bra 36, L’Alba Volley 35, Team Volley NO 31,Team Volley Lessona 23, Oasi Cusio e EVO Elledue 22, Santena’95 20, Rivarolo 19, La Folgore 17, Cuneo 14, Novi 13, Igor Volley 11, Monviso Volley e Canelli 5.

Prossimo turno (02-02-2019): L’Alba Volley-EVO Elledue (ore 20.45) (3-2); Rivarolo-Novi (3-0); Igor NO-Team Volley Lessona (1-3); Canelli-Team Volley NO (3-2); Santena’95-Oasi Cusio (2-3); La Folgore-Libellula Bra (0-3); Monviso Volley-Cuneo Granda Volley (0-3).

post

EVO ELLEDUE AL GIRO DI BOA

Il campionato di serie C sta per doppiare la fatidica boa del girone di andata. Sabato 19, con fischio d’inizio alle ore 18.30, presso il Palazzetto dello Sport di via Riccadonna in quel di Canelli, le ragazze della EVO Elledue affronteranno il team della PVB, attualmente ultimo in classifica con 5 punti. Una sola vittoria per le astigiane, ottenuta all’esordio per 3-2 sul campo del Team Volley Novara. Dopo quella gara sono arrivate undici sconfitte consecutive, tre delle quali al tie-break. Sulla carta le rossoblu di Ruscigni e Montagnini partono favorite, ma nemmeno per Dell’Oste e compagne è un momento particolarmente favorevole. Occorre una vittoria da tre punti, accompagnata da una prestazione convincente, per lasciarsi alle spalle il periodo più buio a livello di risultati (un punto nelle ultime tre gare). L’EVO Elledue non vince dallo scorso 8 dicembre: 3-1 sulla Granda Cuneo. La prestazione offerta recentemente contro il Ser Santena non può fare testo per via di una serie di statistiche completamente sballate e lontane anni luce dalla realtà e dalle possibilità delle giocatrici. Tuttavia, deve rimanere scolpita nella mente, perché ribadisce che in questo sport non sono concesse distrazioni. Bisogna allenarsi nel miglior modo possibile senza sottovalutare gli avversari. Virus, infortuni e chi più ne ha più ne metta: imperativo voltare pagina ed inserire una marcia superiore. L’obiettivo è quello di arrivare a quota 20 punti nel girone di andata. Poi, dopo la sosta per le final-four di Coppa Piemonte, si cercherà di migliorare il proprio ruolino di marcia. Un passo alla volta. Per la partita di Canelli, da valutare le condizioni di Martina Fracchia, uscita anzitempo per infortunio dal recente match con il Santena. “Spero proprio di poter scendere in campo – sottolinea la centrale della Elledue – perché è arrivato il momento di lasciarsi alle spalle un momentaccio, in fin dei conti creato da noi stesse. Da qualche settimana c’era la sensazione che prima o poi ci saremmo trovate davanti ad una partita come quella di sabato scorso. Invece di uscirne con il carattere, siamo crollate mentalmente, fisicamente e tecnicamente. Non siamo quelle viste con il Santena e non meritiamo nemmeno di avere una striscia di sconfitte così lunga. Ora occorre reagire. Rispettiamo il Canelli, ma l’atteggiamento dovrà essere quello chi vuol sbranare la partita dal primo all’ultimo pallone”. Se le cose dovessero andar bene, la squadra girerà a quota 20; onestamente ti aspettavi di più? “Per come eravamo partite si. Poi è successo qualcosa ed abbiamo rallentato vistosamente. Forse è l’iter normale per un gruppo che crescerà e che sta inserendo più di una giocatrice giovane. Sono comunque certa che nel ritorno faremo meglio. Ad ogni modo ne parleremo dopo la sosta perché ora la testa deve essere solo e soltanto rivolta alla prossima partita”.

PVB Canelli: Dal Maso (K), Ghignone A., Ghignone S., Pesce, Brusaschetto, Di Massa, Cerutti, Pavese, Marinetti, Mogos, Passera, Marengo, Zerbinatti (L), Martire (L). All: Trinchero.

Prossimo turno (19-01-2018): Canelli-EVO Elledue (sab.19 ore 18.30); Igor NO-Rivarolo; Monviso Volley-Team Volley Lessona; Santena’95-Team Volley NO; Libellula Bra-Oasi Cusio; La Folgore-Novi; L’Alba Volley-Cuneo Granda Volley.

Classifica: Libellula Bra 33, L’Alba Volley 32, Team Volley NO 28, OasiCusio 22, Santena’95 e Team Volley Lessona 20, EVO Elledue 19, La Folgore 17, Rivarolo 16, Cuneo 14, Igor Volley 11, Novi 10, Monviso Volley e Canelli 5.

post

TROPPO BRUTTA PER ESSERE VERA

EVO Elledue-Ser Santena’95-0-3

(23-25 / 21-25 / 16-25)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 3, Del Nero 1, Furegato 4, Farina 15, Fracchia 4, Gatti 2, Deambrogio 6, Corino, Falabrino C. 3, Falabrino F., Chizzotti (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Ser Santena’95: Pizzolato (K) 1, Decorte 4, Perlo 6, Marotta 4, Aimone Marino, Gioacchino 6, Mana 13, Crivellaro 1, Busso, Arduino 8, Meloni, Marini (L). All: Bovero-Varano.

Servizi vincenti: EVO Elledue 4, Santena 7.

Errori al servizio : EVO Elledue 6, Santena 10.

Punti a muro: EVO Elledue 7, Santena 8.

Casale Monf.to – La prima partita dell’anno solare 2019 è stata la più complicata da preparare. Lo staff tecnico rosso-blu ha dovuto gestire le tre settimane di sosta e purtroppo in casa EVO Elledue non sono mancati i contrattempi. Primo fra tutti, il ko fisico di Giorgia Imarisio, debilitata da un virus. Condizioni di massima non ideali per affrontare una delle formazioni più rodate del girone, quel Ser Santena che nella passata stagione ha combattuto fianco a fianco con Dell’Oste e compagne in vetta alla classifica. Il primo sestetto sceso in campo alla Tensostruttura di via Visconti è stato il seguente: Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Chizzotti (libero). Per lei si tratta del debutto stagionale dal primo minuto. Le ospiti hanno risposto con Decorte, Perlo, Marotta, Di Gioacchino, Mana, Arduino e Marini (libero). Avvio favorevole al Santena (0-3) con Decorte in battuta. Il muro torinese fa buona guardia e sul 2-6 sono già tre gli aces incassati dalla Elledue. Coach Ruscigni ferma il gioco sul 3-9, ma la musica non cambia. Il Santena gioca sul velluto ed il pallonetto di Decorte (4-14) irride una difesa ferma ed irriconoscibile. Secondo time-out rossoblu, con coach Ruscigni alle prese con un sestetto rimasto negli spogliatoi. Il primo set del 2019 è di sicuro il peggiore di tutta la stagione. Il pallone alzato da Del Nero sul punteggio di 8-19, cade a terra in una zona tre desolatamente vuota: è il segnale della resa. Ma la pallavolo, soprattutto quella femminile, è un universo a se stante ed ecco che improvvisamente si accende una luce nella metà campo rossoblu. Farina, Fracchia e Del Nero suonano la carica e coach Bovero chiede tempo sul 19-22. Ace di Furegato, ace di Dell’Oste e doppio cambio per le padrone di casa con Gatti e Corino in campo. Sul 22-24 Deambrogio annulla un set-point, ma nello scambio seguente la folle rincorsa della Elledue si ferma sul nastro: 23-25. Santena nel complesso ha meritato il vantaggio. L’EVO si morde le mani per una ritardata entrata in partita. Il recupero della EVO Elledue nelle battute finali del set non evita lo svantaggio, ma ha il potere di mettere le rossoblu finalmente in carreggiata. Dopo l’inversione di campo è la panchina torinese a chiedere il primo time-out: 6-2 con Farina ancora sugli scudi. Quattro errori in attacco delle rossoblu, unite ad una veloce di Mana, ribaltano la situazione: 7-8. Il muro del Santena “legge” alla perfezione le intenzioni di Del Nero e bisogna lottare come non mai per mettere palla a terra. Crivellaro per Perlo sul 16-13 ed errore di Arduino che da alla Elledue il massimo vantaggio: 17-13 e time-out per coach Bovero. Fracchia getta via il più 5 e Marco Ruscigni deve fermare il match (17-16) per richiamare la squadra ad una maggior attenzione. Muro di Mana (17-17) e tutto da rifare. Corino per Del Nero (17-18) dopo il diagonale out di Furegato. Il mani fuori di Marotta (17-19) obbliga la panchina rossoblu alla seconda sospensione discrezionale. Pizzolato per Marotta (in battuta) sul 18-20 ed errore dai nove metri che ridà ossigeno alle padrone di casa (muro di Fracchia e 20 pari). Sul 20-22 si fa male Fracchia ricadendo da muro e fa il suo ingresso in partita Carlotta Falabrino. Ennesimo errore tattico con Deambrogio che in diagonale esalta le qualità a muro di Mana: 20-24. Il due a zero ospite giunge sul 21-25 e punisce giustamente una Elledue disordinata e totalmente in balia di se stessa. Frazione gettata via, con scelte offensive degne del miglior harakiri. Che la partita sia fuori dal controllo di Dell’Oste e compagne lo si legge anche nelle cifre. Furegato ha attaccato un quarto dei palloni rispetto alle gare precedenti e dai posti quattro sono arrivati solo tre punti in due set. Santena ha saccheggiato la Santa Barbara delle padrone di casa e le rossoblu sparano praticamente a salve: 1-5 e time-out EVO in avvio di terzo set. Gatti per Furegato, ma sui volti delle padrone di casa è sceso il gelo. Sul 3-8 si fa male Crivellaro. Rientra Perlo in un Santena che ottiene ciò che vuole senza fare troppa fatica. Farina, ancora lei, si carica sulle spalle la squadra (8-10), ma la formazione torinese si compatta e risponde per le rime: 8-13 e time-out EVO. Corino per Del Nero (10-15) e ricezione Elledue messa ancora nell’angolo da Arduino e Decorte. Sul 15-21 sono trenta gli errori-punto commessi dalle padrone di casa (al fischio finale saranno 32). Il Santena porta a casa l’intera posta in palio (16-25) e scavalca la Elledue in classifica.   Etichettare questa partita come la peggiore del girone di andata non è molto difficile. Una sola cosa può e deve far sorridere le rossoblu: la squadra è parsa talmente brutta da non poter essere vera. Serata storta? Avversari più in palla? Difficoltà oggettive nel preparare il match in allenamento? Tutto questo e forse anche di più, ma il campionato non finisce certo qui.

Risultati 12^ giornata: EVO Elledue-Santena’95-0-3 Novi-Monviso Volley-3-0 Rivarolo-L’Alba Volley-1-3 Team Volley Lessona-Canelli-3-0 Team Volley NO-Libellula Bra-0-3 Oasi Cusio-La Folgore-3-2 Cuneo Granda Volley-Igor NO-3-1

Classifica: Libellula Bra 33, L’Alba Volley 32, Team Volley NO 28, OasiCusio 22, Santena’95 e Team Volley Lessona 20, EVO Elledue 19, La Folgore 17, Rivarolo 16, Cuneo 14, Igor Volley 11, Novi 10, Monviso Volley e Canelli 5.

Prossimo turno (19-01-2019): Canelli-EVO Elledue (ore 18.30); Igor NO-Rivarolo; Monviso Volley-Team Volley Lessona; Santena’95-Team Volley NO; Libellula Bra-Oasi Cusio; La Folgore-Novi; L’Alba Volley-Cuneo Granda Volley