post

AL COSPETTO DELLA CAPOLISTA

L’anno solare 2018 della EVO Elledue si concluderà con la trasferta di Bra. Sabato 22 alle ore 20.30, le ragazze di Ruscigni e Montagnini si recheranno alla “Libellula Arena”, quartier generale della capolista del girone B di serie C regionale. In sede di pronostico la gara sembra indirizzata verso la squadra di coach Arduino, ma per la legge dei grandi numeri la sorpresa (in questo caso Natalizia) potrebbe essere dietro l’angolo. L’EVO Elledue non sta attraversando un buon momento. Nelle ultime tre partite sono arrivate due sconfitte (e soli 4 punti), ma soprattutto si è notato che la squadra non gode di una condizione fisica ottimale. La qualità del gioco è scesa, mentre l’infermeria si è riempita e non è un caso che con i guai fisici di Imarisio, Farina e Del Nero, il rendimento generale del collettivo rossoblu sia calato. Non va dimenticato che l’EVO Elledue è un team neo-promosso e che rispetto alla stagione scorsa è cambiato parecchio a livello di organico. In allenamento si devono affrontare problematiche relative agli impegni di lavoro e di studio e non sempre si riesce ad essere al completo. Insomma, il quarto posto ed i 19 punti fin qui racimolati, sono di per se un grandissimo risultato. Non sono certo tre partite disputate sottotono a cambiare i giudizi ed a stravolgere gli obiettivi. Una stagione di crescita passa anche attraverso il superamento di piccoli periodi di crisi. E’ qui che si valuta il carattere. E’ qui che ci si unisce maggiormente. La trasferta di Bra cade a fagiolo. La Libellula dell’ex juniorina Cristina Vinciarelli guida la classifica con 27 punti, ma soprattutto, tra serie C e Coppa Piemonte, ha perduto in una sola occasione. Servirà un’impresa e chissà che con la mente sgombra l’EVO Elledue non riesca a ritrovare se stessa. Più del risultato, sarebbe bello chiudere l’anno con una prestazione da grande. Al cospetto di una grande. “Quella di sabato – commenta Federica Deambrogio – sarà una partita particolare per noi. Ci troveremo di fronte una squadra esperta, composta da giocatrici di ottimo livello. Su tutte Vinciarelli con cui ho avuto l’onore e il piacere di giocare a Casale e ad Alessandria. In questo momento dobbiamo cancellare i momenti di black-out che ci assalgono in fasi particolari della partita. Commettiamo errori banali che non fanno parte del nostro bagaglio. Sono sicura che valiamo più della nostra attuale classifica, ma per dimostrarlo bisognerà rimboccarci le maniche in allenamento”. “Abbiamo riconquistato la vetta dopo una lunga rincorsa – dichiara Cristina Vinciarelli – e non vogliamo fermarci adesso. Sappiamo che gestire un primo posto è complicato anche a livello psicologico e di conseguenza l’umiltà deve essere il nostro punto di partenza. L’EVO Elledue è tra le migliori squadre del girone ed ogni gara fa storia a se. Conosco le mie ex compagne ed il mio ex allenatore e so che per vincere dovremo dare il 100% in ogni momento del match”.

Libellula Volley Bra: Cammardella R.(K), Ghione, Vinciarelli, Arione, Conte, Panetta, Abrate, Garnero, Montà, Martina, Cammardella E.(L). All: Arduino-Biestro.

Classifica: Libellula Bra 27, Team Volley NO e Alba 26, EVO Elledue 19, Oasi Cusio e Santena’95  17, La Folgore 15, Team Volley Lessona 14, Rivarolo 13, Cuneo 11, Igor Volley 9, Novi 7, Monviso Volley 5, Canelli 4.

Prossimo turno (22-12-2018): Libellula Bra-EVO Elledue (ore 20.30); Monviso Volley-Rivarolo; Santena’95-Team Volley Lessona; La Folgore-Team Volley NO; L’Alba Volley-Novi; Oasi Cusio-Cuneo Granda Volley; Canelli-Igor NO.

post

CENA DI NATALE 2018

Mercoledì 19 dicembre, presso il ristorante “La Torre” di Casale Monferrato, si terrà la tradizionale “Cena degli Auguri di Natale”. Giocatrici, dirigenti, allenatori, genitori e sponsor, si ritroveranno nella magica cornice dell’Hotel Candiani per festeggiare all’insegna della tradizione in una location che in passato ha ospitato l’US Junior Volley in più di una occasione. Sarà un piacere condividere la bellezza ed il calore che solo una cena come quella natalizia sa infondere a tutti i partecipanti.

Il ritrovo (per tutti) è previsto per le ore 20.00 nel piazzale antistante il ristorante, situato a Casale Monferrato, in via Candiani d’Olivola 36. Al momento le prenotazioni sono circa 150 (menù adulti e menù ragazze). Durante i festeggiamenti saranno estratti i biglietti vincenti della Lotteria di Natale. I premi, raccolti con dovizia e passione da dirigenti e genitori, saranno cinquanta ed oltre. Tra questi troviamo una catenina d’oro, un bracciale di perle di fiume, un forni micro-onde, un ferro da stiro con caldaia, un frullatore, un percorso SPA presso “I Castagnoni” ed altri elettrodomestici (offerti da F2G Elettrodomestici), oltre ai tradizionali Krumiri Rossi di Portinaro, da sempre amico della Junior Volley. Grande attesa inoltre per il dolce, confezionato ed offerto per l’occasione dalla Pasticceria Chilò, sponsor del sodalizio rossoblu.

post

PIU’ OMBRE CHE LUCI PER LA EVO ELLEDUE

EVO Elledue-Oasi Cusio Sud Ovest-2-3

(25-15 / 22-25 / 18-25 / 25-19 / 11-15)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 7, Del Nero 5, Furegato 21, Farina 11, Fracchia 14, Gatti 1, Deambrogio 11, Corino, Falabrino F., Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Oasi Cusio Sud Ovest: Poletti (K), Branca 13, Lanzoni 10, Tumiati 11, Tozzini, Chiozza, Caimi 2, Previtali 5, Gallina 22, Desillani, Ferraris 2, Vaccaro (L), Giacomazzi (L). All: Milanesi-Aquilia.

Servizi vincenti: EVO Elledue 11, Oasi 9.

Errori al servizio : EVO Elledue 7, Oasi 4.

Punti a muro: EVO Elledue 11, Oasi 11.

Alessandria – L’ultima gara che la EVO Elledue ha disputato alla Centogrigio Arena, ha proposto alle rossoblu di Ruscigni e Montagnini lo scontro diretto con l’Oasi Cusio Sud Ovest, formazione di San Maurizio Dopaglio. In palio il consolidamento del quarto posto, in attesa dei risultati delle squadre che occupano i tre gradini del podio. Recuperata Giorgia Del Nero, il sestetto è completato da Furegato (opposta), Farina-Fracchia(centrali), Dell’Oste-Deambrogio (attaccanti di posto quattro) e Imarisio (libero). Cusio replica con Branca, Lanzoni, Tumiati, Caimi, Previtali, Gallina e Vaccaro (libero). Nell’otto a tre iniziale c’è lo “zampino” delle attaccanti ospiti che commettono cinque errori. Time-out per coach Milanesi ed alla ripresa delle ostilità arriva il cambio palla del Cusio: 8-4. Sull’asse Dell’Oste-Fracchia-Del Nero la Elledue costruisce un cospicuo vantaggio (12-4) e la panchina dell’Oasi sfrutta la seconda sospensione discrezionale. Il muro dell’EVO è attento e la fase di rigiocata trova in Deambrogio un ottimo terminale: 19-10. Sono solo tre gli errori commessi dalle rossoblu e sul 19-11 Ferraris sostituisce Lanzoni. Non resta che gestire il finale di un set mai in discussione. Dopo un paio di sbavature Dell’Oste e compagne fissano il punteggio sul 25-15 (doppio ace di Furegato). Il Cusio gioca meglio dopo l’inversione di campo (3-5) trascinato da Branca da posto quattro. Dai nove metri Furegato si conferma cecchino infallibile e le padrone di casa mettono la freccia sul 6-5. Notevole l’intensità difensiva espressa dalla EVO Elledue: 9-5 e time-out per coach Milanesi. Riprese dal proprio allenatore, le ospiti reagiscono in maniera positiva (11-11), ma la notizia che preoccupa maggiormente è quella relativa all’ingresso in partita dell’Oasi Cusio: 11-12 e time-out per Marco Ruscigni. Matilde Gallina trascina le compagne al 12-16 ed alla seconda sospensione richiesta dalla Elledue. EVO a meno due (16-18) e nuovo allungo ospite (16-20) per una frazione che sembra compromessa. Tre errori consecutivi della squadra ospite ed un ace di Furegato, ridanno ossigeno alle padrone di casa: 20-20 e time-out Cusio. Corino-Gatti per Furegato-Del Nero: doppio cambio Elledue sul punteggio di 20-21. La parallela di Gatti vale il 22 pari per un finale di set a dir poco infuocato. L’Oasi piazza un break di tre a zero ed impatta il match con un meritato 22-25. L’avvio di terzo set è marchiato a fuoco da Alice Farina: 4-1. Reazione ospite (5-6) e partita che entra nella sua fase decisiva. Tre errori in attacco consecutivi obbligano al time-out coach Ruscigni: 5-8. La EVO Elledue è in evidente stato confusionale e solo ritrovando un po’ di ordine può rientrare nel match. Imarisio è in versione “muro di gomma”, ma il resto della difesa rossoblu non è altrettanto reattivo. Corino per Del Nero sul punteggio di 8-13, massimo vantaggio ospite. Alla fine del primo set nessuno avrebbe immaginato un risvolto del genere: 9-16 e time-out Elledue. Gatti per Deambrogio sul 14-19 e Oasi che vola verso il traguardo con il servizio di Branca. L’EVO viaggia a corrente alternata e non è sufficiente per abbozzare il tentativo di rimonta. Tra le mura amiche le rossoblu non erano mai andate così in difficoltà, nemmeno contro la capolista Alba: 18-25. L’inerzia della gara si è spostata nella metà campo ospite (2-5) ed occorre una prova di carattere per rivedere la luce: 5-5. Non è la miglior Elledue, ma l’intensità c’è e sul vantaggio di 10-7 è coach Milanesi ad interrompere le operazioni. Del Nero, Fracchia e Farina imbastiscono il 19-13, ma per conquistare un singolo punto bisogna soffrire in tutti gli scambi. Le castagne dal fuoco le toglie l’ex centrale di Novi Ligure e quando la battuta di Furegato cade nel campo avversario dopo essersi arrampicata sul nastro, il tabellone indica un tranquillizzante 23-16. Time-out EVO sul 23-19 e tie-break sigillato dalle conclusioni di Del Nero e Deambrogio: 25-19. E’ la quinta volta (in 10 gare) che le rossoblu arrivano al quinto set. Gallina da posto quattro non fa prigionieri e si cambia campo con le ospiti avanti per 5-8. L’ace di Tumiati assomiglia tanto ad una resa perché il pallone cade tra tre giocatrici rossoblu. La sconfitta, la seconda in casa, sta assumendo contorni ben definiti e per quello che si è visto in campo è l’Oasi a poter recriminare maggiormente. Time-out Cusio sul 7-10 e pallonetto sapiente di Gallina, per distacco la migliore in campo. Mostruosa difesa ospite e veloce al centro cestinata da Fracchia: 7-12 e sipario. Gli ultimi tre punti sono un dettaglio; l’Oasi Cusio espugna la Centogrigio Arena più che meritatamente: 11-15.

Risultati 10^ giornata: EVO Elledue-Oasi Cusio-2-3 Rivarolo-Libellula Bra1-3 Team Volley Lessona-La Folgore-3-1 Team Volley NO-L’Alba Volley-3-2 Cuneo Granda Volley-Santena’95-0-3 Novi-Canelli-3-0 Igor NO-Monviso Volley-2-3

Classifica: Libellula Bra 27, Team Volley NO e Alba 26, EVO Elledue 19, Oasi Cusio e Santena’95  17, La Folgore 15, Team Volley Lessona 14, Rivarolo 13, Cuneo 11, Igor Volley 9, Novi 7, Monviso Volley 5, Canelli 4.

post

ULTIMO ATTO ALLA CENTOGRIGIO ARENA

La decima giornata del campionato di serie C, (seconda consecutiva in casa per l’EVO Elledue), coincide con la sesta ed ultima gara che le ragazze di Ruscigni e Montagnini giocheranno alla Centogrigio Arena. Ci si avvicina al giro di boa e dopo la sosta di fine anno solare, Dell’Oste e compagne inizieranno la serie di partite da disputare alla Tensostruttura casalese adiacente al PalaFerraris. Sabato prossimo, con fischio d’inizio alle ore 20.30, si sfideranno ad Alessandria EVO Elledue ed Oasi Cusio Sud Ovest Sport. La formazione allenata da Paolo Milanesi occupa con merito la quinta posizione della classifica generale e fino al turno precedente viaggiava a braccetto con le rosso-blu. La sconfitta casalinga contro il Team Volley Novara ha scavato tra Evo ed Oasi un solco di tre punti. La squadra di San Maurizio Dopaglio ha fin qui ottenuto cinque vittorie e quattro sconfitte con un rapporto set di 1,06 (18 vinti e 17 persi). Alba, Trecate, Lessona e Novara sono i nomi delle formazioni che hanno sconfitto Poletti e compagne. Nello specifico, l’Oasi Cusio arriverà alla Centogrigio Arena con un fardello di due stop consecutivi. Ancora un cliente difficile per la Elledue. La “rosa” del Cusio Sud Ovest Sport è composta da un azzeccato mix tra ragazze giovani ed atlete più esperte, inoltre, particolare da non sottovalutare, gli infortuni hanno penalizzato l’avvio di stagione di Tumiati e compagne. Massima attenzione dunque, anche perché la sfida all’Oasi arriva in una giornata ricca di scontri diretti. Bra-Rivarolo, Lessone-Folgore e soprattutto Novara-Alba, possono rendere ancora più bella la classifica di Giorgia Imarisio e compagne. A patto che non sfuggano i prossimi tre punti. “L’Oasi – commenta il libero casalese – è una squadra che conosciamo poco. A maggior ragione dovremo prepararci al meglio cercando di risolvere quelle problematiche che ad oggi ci penalizzano in alcuni momenti delle singole partite. Commettiamo troppi errori e per il gioco che esprimiamo e che siamo in grado di proporre, è un vero peccato. Si potrebbe compiere un ulteriore salto di qualità perché siamo un gruppo con grandi qualità e con alternative valide in ogni reparto. Le mie condizioni? Sabato scorso con Cuneo ho stretto i denti ed è stata durissima. Conto di farmi trovare pronta per la gara con il Cusio e credo che anche Giorgia Del Nero possa tornare al 100%”. Tre punti per andare a Bra con rinnovate ambizioni? “Per quello che mi riguarda la partita con l’Oasi è tremendamente più importante. Con altri tre punti potremmo scavare un solco importante tra noi e chi ci segue. Poi penseremo a chiudere al meglio questo 2018”.

Oasi Cusio Sud Ovest: Poletti (K), Branca, Lanzoni, Tumiati, Tozzini, Chiozza, Caimi, Previtali, Vaccaro (L). All: Milanesi.

Classifica: Alba 25, Team Volley NO e Libellula Bra 24, EVO Elledue 18, Oasi Cusio e La Folgore 15, Santena’95 14, Rivarolo 13, Team Volley Lessona e Cuneo 11, Igor Volley 8, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 3.

Prossimo turno (15-12-2018): EVO Elledue-Oasi Cusio (sab.15 20.30); Libellula Bra-Rivarolo; Team Volley Lessona-La Folgore; Team Volley NO-L’Alba Volley; Cuneo Granda Volley-Santena’95; Novi-Canelli; Igor No-Monviso Volley.

post

SUCCESSO E QUARTO POSTO PER L’EVO ELLEDUE

EVO Elledue-Cuneo Granda Volley-3-1

(25-19 / 25-27 / 25-22 / 25-16)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 8, Del Nero, Furegato 19, Farina 22, Fracchia 9, Gatti 4, Deambrogio 2, Corino 3, Falabrino C., Falabrino F., Chizzotti, Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Cuneo Granda Volley: Bossi (K) 1, Miretti, Andeng Okomo 6, Thior 8, Vaschetto, Giordano 9, Balzano 18, Battistini 6, Fresia 2, Gay (L). All: Conti-Galaverna.

Servizi vincenti: EVO Elledue 9, Cuneo 12.

Errori al servizio : EVO Elledue 12, Cuneo 12.

Punti a muro: EVO Elledue 8, Cuneo 3.

Alessandria – La prima delle due gare consecutive che la EVO Elledue disputerà alla Centogrigio Arena, vede di fronte le rossoblu di coach Ruscigni e le bianco-rosse del Cuneo Granda Volley allenate da Maurizio Conti. Nel pre-gara, entrambe le squadre sono state testimonial della campagna “Giù le mani dalle donne”, un progetto a livello mondiale (Zonta sais no to violence against women) promosso dal 2012, che lega l’Alessandria Volley al “Zonta Club Alessandria”. Si tratta di un movimento che coinvolge tutte le discipline sportive (volley, basket, calcio, rugby, ecc.), sposato ufficialmente dalla Federazione Italiana Rugby, a favore delle famiglie delle vittime del femminicidio. In Alessandria, “Zonta Club” ha creato un movimento denominato “Sport in Rosa”, condiviso con il club del presidente Mauro Bernagozzi, che mira a coinvolgere tramite lo sport uomini e donne colpiti da disabilità mentale. Imparare ad avere autonomia, a volersi bene e ad avere stima in se stessi, è il motto di “Zonta Club Alessandria”. Lo staff tecnico di casa non recupera Giorgia Del Nero e schiera in sestetto Corino, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio ed Imarisio (libero). Prima convocazione stagionale per Eleonora Papillo (libero under) che torna a disposizione dopo un lungo infortunio. EVO Elledue-Cuneo è di fatto il primo match stagionale con la “rosa” rossoblu al completo, eccezion fatta per Dondi infortunata. Le ospiti replicano con Bossi, Battistini, Miretti, Okomo, Thior, Giordano e Gay (libero). Rispetto alle ultime uscite casalinghe, l’EVO inizia la gara con spirito garibaldino (4-2). Due aces consecutivi di Giordano riportano la frazione in parità (6-6), ma il turno dai nove metri di Dell’Oste ridà slancio alle padrone di casa: 9-6. Time-out Cuneo sul punteggio di 11-7. Balzano per Miretti (13-7) mentre la Elledue continua a far male con Fracchia (battuta) e Farina (muro). La distribuzione di Corino è eccellente (16-9) e coach Conti usufruisce della seconda sospensione discrezionale sul 18-11. Cuneo inizia a difendere meglio, ma con la dovuta pazienza le ragazze di Ruscigni si aggiudicano anche gli scambi prolungati. Deambrogio per il 24-18 e Farina per il 25-19 che conduce all’inversione di campo. La Granda, con Balzano in battuta, mette alla berlina la ricezione dell’EVO Elledue: 2-7. Gatti per Deambrogio e pallonetto di Furegato che interrompe la sequenza della numero 3 ospite. Il pareggio giunge a quota 10 e sul sorpasso (12-10) del team di casa, coach Conti chiede time-out. Ace di Balzano (il quinto personale) e primo tempo di Fracchia che l’arbitro giudica out: 15-16 e sospensione richiesta da Marco Ruscigni. Servono due errori consecutivi del Cuneo per riequilibrare la frazione: 18-18. Fracchia di pura rabbia per il sorpasso (19-18) e dormita difensiva che ridà ossigeno agli ospiti. La combinazione battuta-muro messa in atto dai posti tre della Elledue si rivela ancora vincente (22-19) e per arginare il break rossoblu coach Conti sostituisce il proprio palleggiatore (Vaschetto per Bossi). Da posto quattro Battistini riavvicina la Granda (23-22) e una parallela out di Furegato riapre tutti i giochi: 23 pari e time-out EVO. Pallonetto di Farina pareggiato dal diagonale di Balzano. La centrale alessandrina si ripete, ma anche il secondo set-point è neutralizzato dalle cuneesi. Giordano porta in vantaggio le bianco-rosse e un ace di Balzano rimette la gara sul binario della parità: 25-27. All’improvviso inizia un’altra partita perché la Granda adesso ci crede. L’ace di Gatti rianima la Elledue (5-2), ma la strada da percorrere è ancora lunga e dal punto di vista tecnico le ragazzine di coach Conti non sono delle sprovvedute: 6-6. Il ritmo lento imposto dalle padrone di casa facilita il compito della squadra ospite. Occorre cambiare marcia per evitare una brutta figura. Alla fast di Okomo risponde il diagonale di Furegato, ma il break rossoblu si concretizza grazie ad un paio di palloni scagliati in rete dalle attaccanti del Cuneo: 12-8. Furegato, Fracchia e Farina portano la squadra sul 18-14; Giordano e Battistini accorciano le distanze fino al 19-18. A questo punto coach Ruscigni attinge al time-out ed esorta le ragazze ad un maggior ordine tattico. La distribuzione in posto quattro latita, ma per fortuna la combinazione al centro tra Corino e Farina funziona alla perfezione: 22-18 e time-out Cuneo. Muro prepotente della centrale alessandrina su Giordano, ma nemmeno sul 23-18 si può allentare la presa. Break bianco-rosso e sospensione rossoblu sul 23-21. Il momento è di quelli che decidono un risultato. Farina (ancora lei) e Dell’Oste (a muro), fissano il punteggio sul 25-22. Un set sofferto, che ha il potere di riportare in vantaggio l’EVO Elledue. La difesa in parallela di Imarisio e il diagonale della capitana aprono la quarta frazione: 4-2. Furegato ritocca in positivo le proprie percentuali in attacco (7-3) e Gatti neutralizza il temibile turno di battuta di Balzano: 8-4. Quando Fracchia mette a terra l’ace del 9-4 coach Conti chiede time-out. Adesso è la ricezione della Granda a traballare e le rossoblu guadagnano un interessante 13-6. Corino si affida a Dell’Oste e Fracchia e il tabellone indica la dirittura d’arrivo: 18-8. Esordio stagionale per Federica Falabrino che sul 19-9 sostituisce Furegato. Gatti piazza con sagacia il pallone del 20-11 e Papillo debutta in serie C sul 21-14. Rientra Furegato (21-15) ed è suo il colpo del 22-15. L’opposto di Alessandria ha il braccio caldo (23-16) e il 3-1 definitivo arriva sul 25-16 con un ace di Farina. Sette giorni dopo il ko di Novara, l’EVO Elledue riprende la propria marcia in classifica e, complice la sconfitta dell’Oasi Cusio, si sistema al quarto posto proprio alla vigilia del match con le ossolane.

Risultati 9^ giornata: EVO Elledue-Cuneo Granda Volley-3-1 Libellula Bra-Team Volley Lessona-3-1 Oasi Cusio-Team Volley NO-1-3 Santena’95-Novi-3-1 La Folgore-Igor NO-3-1 L’Alba Volley-Monviso Volley-3-0 Canelli-Rivarolo-1-3

Classifica: Alba 25, Team Volley NO e Libellula Bra 24, EVO Elledue 18, Oasi Cusio e La Folgore 15, Santena’95 14, Rivarolo 13, Team Volley Lessona e Cuneo 11, Igor Volley 8, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 3.

Prossimo turno (15-12-2018): EVO Elledue-Oasi Cusio (sab.15 20.30); Libellula Bra-Rivarolo; Team Volley Lessona-La Folgore; Team Volley NO-L’Alba Volley; Cuneo Granda Volley-Santena’95; Novi-Canelli; Igor NO; Monviso Volley.

post

20 CANDELINE

Nella storia della nostra società diverse squadre sono rimaste negli annali per aver raggiunto traguardi importanti a livello nazionale. Dalla promozione in A2, alla Coppa di Lega degli anno ottanta, fino alla Coppa Italia del 2007 (dopo due finali consecutive). Tuttavia, un ricordo particolare lo merita la formazione 1999-2000, quella che ha disputato il primo campionato di serie B1 dopo la “ripartenza forzata” avvenuta nella seconda metà degli anni ottanta. Prima Divisione, Serie D, Serie C2, Serie C1, Serie B2… una cavalcata trionfale fatta di soli successi. Una promozione dopo l’altra. Un susseguirsi di emozioni per quello che di fatto è stato il rilancio pallavolistico di tutto il nostro territorio. Solo dopo diversi anni si è compreso il vero valore di quei risultati. Una sorta di rinascita, alla quale si sono agganciate molte altre realtà circostanti (e non solo). C’è una cosa che ancora non ho sottolineato. Quella squadra era composta da ragazze della nostra città. Tutte sono uscite dalle sapienti mani del maresciallo Furione ed hanno compiuto il fatidico salto di qualità grazie agli insegnamenti di Anna Angelino. Sembra sia trascorsa una vita, ma in effetti sono “solo” 20 anni fa. Venti candeline da quella promozione in B1 che concretizzò il lavoro di un club pronto a recitare una parte da protagonista per diverse stagioni. Tutti gli appassionati di pallavolo casalesi (e non) devono tanto a quella squadra. A quelle impareggiabili ragazze. Gente semplice. Studentesse scrupolose ed attente. Atlete encomiabili. Ragazze che conoscevano il significato della parola “gruppo”. Si, perché è stata la forza del collettivo a fare la differenza. Un collettivo supportato dallo staff tecnico, da quello dirigenziale e soprattutto dai genitori. Dopo 20 anni molte di quelle ragazze sono diventate mogli e mamme. Sono rimaste legate tra di loro. E soprattutto sono ancora innamorate di quella maledetta palla tricolore.

Quella stagione di B1 me la ricordo bene, anche perché è stata la prima da addetto stampa della Junior. Ho avuto la fortuna ed il privilegio di far parte di molti gruppi speciali, ma quello del 1999-2000 abita in un posto particolare della mente e del cuore. Abbiamo scoperto questo mondo insieme. Gara dopo gara. Pallone dopo pallone. All’inizio nessuno sapeva quale ruolo potessimo recitare al cospetto di club molto più esperti di categoria. Poi, le squadre arrivavano al PalaFerraris e scoprivano che quella Spendibene non faceva sconti a nessuno. Bisognava impegnarsi a fondo per battere le giallo-blu di Anna Angelino e Sara Romagnolo. Battaglie epiche. Derby infuocati. Trasferte lunghe con un pullman sempre pieno di gente e di entusiasmo. Il sabato era il compimento di una settimana che era un piacere affrontare insieme. Sempre con il sorriso. Le avversarie quasi non ci credevano, ma la forza dell’amicizia ha spesso spezzato gli equilibri a nostro favore. Alla fine quella spensierata Spendibene arrivò sesta con 41 punti. Quattordici vittorie, (9 da tre punti) e dodici sconfitte (4 delle quali al tie-break). In parità il conto dei set: 51-51. Ma chi erano quelle ragazze terribili?

La capitana era Stefania Rivelli. Una centrale che oggi sarebbe “fuori mercato” perché sapeva ricevere! Tanto che anni dopo finì per fare il libero! In regia si alternavano Sabrina Righetto e Barbara Piovan. Due giocatrici complementari sulle quali coach Angelino poteva puntare ad occhi chiusi. Il libero era Valeria Musso. La ragazza aveva mosso i primi passi nella PGS Ardor, esattamente come Michela Leporati, centrale, compagna di reparto di Rivelli, Laura Genovese e di Carlotta Vizio. La maglia numero 3 le è rimasta per molte stagioni sulle spalle e lei l’ha indossata sempre con onore, rispetto ed orgoglio. Così come sua sorella Valentina, La “mancina” terribile. La “rossa” imprevedibile, anima dello spogliatoio giallo-blu al pari di Piovan. Le battaglie dei play-off promozione di serie B2 le sono entrate nella pelle (non solo in senso figurato). Opposto spacca-match, che ha condiviso il ruolo con Sara Cervio. La bionda numero 10 rimase tre anni a Casale. Proveniente dalla Sanmartinese Novara fu l’unico acquisto della campagna estiva 1999-00. In “banda”, un mix di potenza, tecnica e grinta che portava i nomi di Monica Tripiedi (da Acqui) e di Linda Giordana. Entrambe finirono per giocare successivamente in serie A, la prima come libero, la seconda passando tra le altre cose dall’indossare la fascia di capitana della Nazionale Italiana Juniores vice-campione d’Europa a Neuchatel.

Che squadra. Che campionato. Che ricordi. Sono trascorsi 20 anni e per chi ama questo sport e lo segue dal nostro territorio, è doveroso dir loro solo una parola: GRAZIE.

post

TRA PRESENTE E PASSATO

Sabato 8 dicembre, alle ore 20.30, la Centogrigio Arena di Alessandria ospiterà la gara tra EVO Elledue e Cuneo Granda Volley, valevole per la nona giornata di serie C femminile. Partita importante per entrambe le squadre, ma soprattutto match che rievoca un fulgido passato in serie B1 per entrambe le contendenti. Erano i primi anni 2000 quando le formazioni allora guidate da Luciano Villa e da Max Gallo erano protagoniste del girone A della terza serie nazionale. Da Valentina Serena a Chicca Cappa, fino ad arrivare a Martina Delfino, doppio ex della supersfida. Un passato non troppo remoto che le langarole hanno migliorato conquistando la serie A1 e che le rossoblu vorrebbero rinverdire anche grazie all’unione di intenti con il sodalizio alessandrino. Per adesso non resta che riporre sogni e ricordi; meglio concentrarsi su una partita che nascondo più di una insidia. Il Cuneo è allenato da coach Maurizio Conti, una vera e propria garanzia soprattutto quando si tratta di far crescere una squadra giovane. La “rosa” a disposizione dell’ex tecnico di Romagnano è tra le più “verdi” del campionato, ma ha dimostrato di possedere grandi qualità fisiche e tecniche. Insomma, tanto per fare un paragone, Cuneo assomiglia parecchio all’Igor Trecate e come il team di coach Alberti, per superarlo bisogna giocare bene dall’inizio alla fine. Le bianco-rosse hanno fin qui conquistato 11 punti, quattro in meno delle nostre ragazze. La “Granda” gioca bene ed è garanzia di spettacolo. L’EVO Elledue arriva dal ko subito a Novara per mano del Team Volley. Fin troppo semplice intuire che sarà un’altra partita dove la ricezione verrà pesantemente sollecitata. Tutto il gioco delle rossoblu passa da quel fondamentale, lo sanno bene i tifosi della Centogrigio Arena e soprattutto lo sanno bene le registe Del Nero e Corino. Occorrono tre punti per riprendere la marcia in campionato e siamo sicuri che la squadra abbia preparato il match nei dettagli.

Cuneo Granda Volley: Bossi (K), Vegezzi, Madaffari, Miretti, Andeng Okomo, Thior, Vaschetto, Giordano, Del Mastro, Balzano, Brignone, Battistino, Viviani (L), Gay (L). All: Conti-Galaverna.

Classifica: Alba 22, Team Volley NO e Libellula Bra 21, EVO Elledue e Oasi Cusio 15, La Folgore 12, Team Volley Lessona, Santena’95 e Cuneo 11, Rivarolo 10, Igor Volley 8, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 3.

Prossimo turno (08-12-2018): EVO Elledue-Cuneo Granda Volley (20.30); Libellula Bra-Team Volley Lessona; Oasi Cusio-Team Volley NO; Santena’95-Novi; La Folgore-Igor NO; L’Alba Volley-Monviso Volley; Canelli-Rivarolo.

post

BRUSCA FRENATA PER LA EVO ELLEDUE

Team Volley NO-EVO Elledue-3-0

(25-21 / 25-13 / 25-20)

Team Volley Novara: Zanone (K) 15, Quaglino 9, Leotta 17, Pantaleo, Guaschino 3, Volpi 11, Raugi, Lorenzoni 4, Bottino 1, Colombo, Olmo, Crespi (L). All: Colombo-De Angelis.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 5, Del Nero, Furegato 11, Farina 10, Fracchia 5, Gatti, Deambrogio 5, Corino, Falabrino C., Falabrino F., Imarisio (L) 1. All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Novara 16, EVO Elledue 2.

Errori al servizio : Novara 3, EVO Elledue 0.

Punti a muro: Novara 8, EVO Elledue 2.

Novara – L’ottavo turno di campionato ha proposto alla EVO Elledue una di quelle partite per le quali vale la pena allenarsi e lottare fin dal primo giorno di ritiro. Al di la di tutto, perfino del risultato. Team Volley Novara-EVO Elledue era una sorta di prova del nove per entrambi ed essere arrivati con 15 punti (tre in meno delle novaresi) al cospetto di chi lotta per i play-off promozione, è di per se un dato concreto assolutamente da sottolineare. Le rossoblu recuperano solo per la panchina Giorgia Del Nero e Marco Ruscigni schiera Corino, Furegato, Farina, Fracchia, Deambrogio, Dell’Oste e Imarisio (libero). Le padrone di casa propongono Lorenzoni in palleggio, Guaschino opposta, Zanone-Quaglino centrali, Leotta-Volpi in posto quattro e Crespi libero. Due sono le ex juniorine: Giorgia Guaschino (prodotto del vivaio rossoblu) e Martina Olmo (regista della Junior di coach Marchiaro). I primi 20 minuti delle ospiti rasentano la perfezione. Corino in battuta e 0-4 EVO con la ricezione del Team Volley che fatica a prendere le contromisure. Il primo punto del Novara lo mette a segno Volpi sul 2-5. La Elledue dilaga (3-9 e 4-10) con Dell’Oste e Furegato che pizzicano le mani del muro. Azione confusa sottorete risolta da Farina (7-13) e doppia fast (Fracchia-Zanoni) con la squadra di casa che timidamente si affaccia sul match: 13-16. Due ottime difese rossoblu regalano a Furegato la parallela del 14-18 e quando la logica conseguenza sembra essere la conquista del primo set, ecco che accade l’incredibile. Il Team Volley forza la battuta e Corino non riesce a variare il gioco come vorrebbe. Sul punteggio di 18-20 Novara piazza un filotto di sei punti a zero! Volpi, Leotta e Zanone non trovano alcuna resistenza e torna a galla un problema che dall’inizio del campionato affligge la squadra di Ruscigni e Montagnini. Ecco perché Zanone e compagne sono tra le favorite per i play-off. Le ragazze di coach Colombo colpiscono il nervo scoperto della EVO Elledue e Dell’Oste e compagne vanno in tilt: 21-25. Un peccato aver condotto le operazioni per tre quarti di set e non aver chiuso a proprio favore, ma dopo l’inversione di campo tutti i dubbi relativi a questa partita svaniscono in un amen. Il Team Volley oggi è nettamente più forte delle rossoblu. Doppio aces di Guaschino (4-3) e padrone di casa che volano infliggendo un altro devastante break di 5-0. Coach Ruscigni chiede time-out sul 10-6, inserisce Gatti al posto di Deambrogio, ma non riesce a rianimare il proprio sestetto. In completa balia delle avversarie, la Elledue incassa senza reagire. Zanone e compagne difendono di tutto e di più, servono con precisione e leggono come un libro aperto tutte le intenzioni di Corino. Il punto del 9-18 suona come una resa incondizionata. Salvataggio di Lorenzoni che si tuffa sulla catena che delimita il campo e pallone rigiocato a fil di bacchetta che cade lentamente in mezzo a tre ragazze della EVO. In tutti i fondamentali il Team Volley risulta migliore. Non parliamo poi degli aces che a fine gara saranno addirittura 16. La terza frazione resta in equilibrio fino al punteggio di 11 pari. Le ospiti ci provano con rabbia e con la forza della disperazione, ma trovano un avversario concentrato, determinato a chiudere la gara in poco più di un’ora. Dal 12-14 al 20-18 con tre aces consecutivi di Zanone. Gatti per Deambrogio sul 21-18 e chiusura di Quaglino con un muro vincente: 25-20. Era un esame, il primo della stagione. L’EVO Elledue esce dal campo rimandata e le prossime due partite diranno tra quanto ci si potrà riprovare. Il doppio turno casalingo con Cuneo ed Oasi Cusio potrebbe regalare un’occasione simile a quella di questa sera. A Bra, al cospetto della Libellula seconda in classifica, Dell’Oste e compagne potrebbero riprovarci, valutando i progressi del caso. Doveroso crederci.

Risultati 8^ giornata: Rivarolo-Santena’95-3-0 Team Volley NO-EVO Volley-3-0 Team Volley Lessona-Oasi Cusio-3-0 Novi-Libellula Bra-1-3 Cuneo Granda Volley-La Folgore-2-3 Igor NO-L’Alba Volley-2-3 Monviso Volley-Canelli-3-0

Classifica: Alba 22, Team Volley NO e Libellula Bra 21, EVO Elledue e Oasi Cusio 15, La Folgore 12, Team Volley Lessona, Santena’95 e Cuneo 11, Rivarolo 10, Igor Volley 8, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 3.

Prossimo turno (08-12-2018): EVO Elledue-Cuneo Granda Volley (20.30); Libellula Bra-Team Volley Lessona; Oasi Cusio-Team Volley NO; Santena’95-Novi; La Folgore-Igor NO; L’Alba Volley-Monviso Volley; Canelli-Rivarolo.

post

IL PRIMO ESAME DI MATURITA’

Non è il caso di mettere pressione ad alcunché, ma è innegabile che la sfida di sabato prossimo a Novara, è per le ragazze di Ruscigni e Montagnini una sorta di prova del nove. Nelle prime sette partite Dell’Oste e compagne hanno sempre mosso la propria classifica mettendo insieme un bottino di 15 punti. Non male per una neo-promossa. Inoltre, le rossoblu arrivano da una striscia di tre vittorie consecutive che ha permesso di occupare il quarto posto al pari dell’Oasi Cusio Sud-Ovest. Un quarto posto meritato, ottenuto da una squadra che fin qui ha giocato il maggior numero di set (ben 29) con quattro match terminati al tie-break. Coach Ruscigni era stato chiaro fin dall’inizio: “Scopriremo il nostro valore ed il nostro ruolo all’interno del campionato, gara dopo gara. Una sfida alla volta senza porci limiti e senza farci assalire da eccessivi stati di ansia. Ho a disposizione un collettivo valido, maturo e perfettamente in grado di gestire la categoria. L’obiettivo è quello di migliorarci cercando di toglierci qualche soddisfazione”. Tutto vero per non dire sacrosanto, ma è altrettanto ovvio che l’appetito vien mangiando a la prossima partita è quella più adatta per scoprire un altro aspetto di questa EVO Elledue. Il Team Volley Novara di coach Colombo è attualmente secondo in classifica a braccetto con la Libellula Bra. Diciotto i punti delle novaresi, frutto di sei vittorie ed una sola sconfitta (al debutto con il Canelli). Risaltano in maniera particolare i successi ottenuti con il Lessona, il Cuneo ed il Novi, mentre nell’ultimo turno Zanone e compagne sono state brave a risalire la china contro il Rivarolo. La squadra torinese, in vantaggio per 2-0 nella difficile palestra “Fornara” di Novara, è stata recuperata e sorpassata in un finale vietato ai deboli di cuore: 15-13. Nelle file novaresi le giocatrici di maggio esperienza e talento sono Volpi, Quaglino e Zanone. Il libero Crespi è di scuola Asystel, mentre Bottino vanta un passato con la Pallavolo Acqui. Il tutto senza dimenticare Giorgia Guaschino, casalese DOC ed ex prodotto del fiorente vivaio della Junior Volley. Le rossoblu ci hanno abituato agli arrivi al fotofinish, ma quella di sabato primo dicembre (ore 20.30) sarà tutta un’altra storia. Riuscirà l’EVO Elledue a compiere un ulteriore passo in avanti? Riusciranno le ragazze di coach Ruscigni ad espugnare uno dei campi più difficili della categoria? C’è tanta curiosità attorno alla prossima partita, soprattutto perché è ancora vivo il ricordo della eliminazione in Coppa Piemonte subita ad Alba nei quarti di finale. Cosa centra quello sfortunato pomeriggio? Anche allora si trattava di uno step da superare a livello tecnico ed emozionale. Siamo sicuri che nel frattempo l’EVO Elledue abbia acquisito maggior autostima, ma nulla toglie che sarà in definitiva una bellissima partita da scoprire uno scambio alla volta.

Team Volley Novara: Zanone (K), Quaglino, Leuta, Pantaleo, Guaschino, Volpi, Ranci, Lorenzoni, Bottino, Crespi (L). All: Colombo-De Angelis.

Prossimo turno (01-12-2018): Rivarolo-Santena’95; Team Volley NO-EVO Volley (20.30); Team Volley Lessona-Oasi Cusio; Novi-Libellula Bra; Cuneo Granda Volley-La Folgore; Igor NO-L’Alba Volley; Monviso Volley-Canelli.

Classifica: Alba 20, Team Volley NO e Libellula Bra 18, EVO Elledue e Oasi Cusio 15, Santena’95 11, Cuneo e La Folgore 10, Team Volley Lessona 8, Igor Volley e Rivarolo 7, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 0.

 

post

VITTORIA DI CARATTERE PER LA EVO ELLEDUE

EVO Elledue-Team Volley Lessona-3-2

(23-25 / 25-18 / 25-17 / 17-25 / 18-16)

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 12, Del Nero, Furegato 15, Farina 21, Fracchia 15, Gatti, Deambrogio 22, Corino 3, Falabrino C., Falabrino F., Chizzotti, Imarisio (L) 1. All: Ruscigni.

Team Volley Lessona: Zacchi (K) 2, Silvestrini 10, Peracino 1, Daffara, Abbiate 11, Tortora, Gualinetti 3, Nazzi 16, Marra 6, Bazzani 14, Salono 1, Cimma (L), Rastello (L). All: Preziosa.

Servizi vincenti: EVO Elledue 17, Lessona 10.

Errori al servizio : EVO Elledue 8, Lessona 7.

Punti a muro: EVO Elledue 9, Lessona 4.

Alessandria – Un altro big-match alla Centogrigio Arena. Ospiti della EVO Elledue le biellesi del Team Volley allenata da coach Fabrizio Preziosa. I sei punti che separano le due squadre in classifica non devono trarre in inganno: il Lessona è tra gli avversari più complicati da affrontare soprattutto a livello tattico. Coach Ruscigni convoca il neo-acquisto Federica Falabrino e si affida al sestetto che ha recentemente dominato il derby di Novi Ligure: Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). Il Team Volley replica con Gualinetti, Bazzani, Zacchi, Nazzi, Silvestrini e Marra, coadiuvate dall’alternanza dei due liberi Cimma e Rastello. Le qualità delle ospiti sono evidenti fin dalle prime battute. Servizio ficcante ed una difesa ottimamente organizzata che “allunga” tutti gli scambi. Occorre una buona dose di pazienza per venire a capo di un match come questo e non è un caso se la partita si risolverà soltanto al quinto set. L’EVO Elledue soffre in ricezione (1-3), ma con Dell’Oste risale la china (5-5) e mette la freccia: 6-5. Il diagonale stretto di Furegato da il là alla fuga delle rossoblu (11-7), ma il Team Volley non molla la presa ed accorcia le distanze (14-12) sfruttando alcuni errori in attacco delle padrone di casa. Dopo il time-out richiesto da coach Preziosa, la Elledue arriva al massimo vantaggio (20-14). La frazione sembra indirizzata nella maniera giusta, ma non si può mai pronunciare l’ultima parola quando ci si trova al cospetto di un avversario così determinato nella fase difensiva. Ace di Nazzi e pareggio a quota 21. La centrale biellese si ripete portando in vantaggio la sua squadra. Primo tempo di Fracchia (22-22) e sostituzione per il Lessona: Tortora per Bazzani. Nello scambio che conduce al 23 pari si infortuna Giorgia Del Nero. Distorsione alla caviglia per la regista carrarina, sostituita nel ruolo da Alessandra Corino. Due errori consecutivi in attacco (Furegato-Farina) sanciscono la fine del primo set: 23-25. Il Team Volley passa meritatamente in vantaggio ed i punti pesanti (ben 5) arrivano dai nove metri. Le ragazze di coach Ruscigni soffrono in avvio di secondo set (5-8), ma trovano con Deambrogio il bandolo della matassa. La schiacciatrice di Valenza diventa un fattore nel match ed alla fine saranno 22 i suoi personali. Difesa pazzesca del duo Deambrogio-Imarisio e muro vincente di Fracchia che fa esplodere la Centogrigio Arena. Adesso l’EVO Elledue è sul pezzo. Abbiate per Bazzani è la mossa di coach Preziosa. Punto di Imarisio (16-16) e break decisivo con Deambrogio in battuta. Parziale di 9-2 con Furegato che pareggia i conti con un eccellente mani fuori: 25-18. Sulle ali dell’entusiasmo l’EVO Elledue affronta il terzo set. Il Team Volley prova a fuggire (8-11), ma viene ripreso con Deambrogio e Farina. La centrale alessandrina inizia a carburare e sarà lei la protagonista del finale di partita. Il Lessona commette qualche errore in attacco (22-15) e le padrone di casa ribaltano la situazione con Fracchia e Dell’Oste: 25-17. Il quarto set spiega al pubblico presente quale sia il valore del Team Volley. Le biellesi hanno fino ad ora raccolto meno di quanto hanno meritato. Difese ad oltranza ben organizzate, battuta efficace e soluzioni offensive sempre diverse. La EVO Elledue non riesce ad arginare la furia delle ospiti. Bazzani, Nazzi ed Abbiate da una parte, Deambrogio, Farina e Furegato dall’altra ed il tabellone indica 11-13 per le ospiti. Arriva qui l’unico passaggio a vuoto delle rossoblu. Break di 0-8 che lancia Biella verso il meritato tie-break. Il 17-25 finale è meno amaro per via di tre punti consecutivi messi a terra da Alice Dell’Oste. A questo punto entrambe le formazioni meriterebbero la vittoria in egual misura. “E’ stata una partita dura – commenta coach Ruscigni – che alla fine abbiamo vinto mostrando i progressi fatti in queste sette partite. I momenti di alti e bassi ci stanno, fanno parte del nostro attuale bagaglio, ma venir fuori da un match così ingarbugliato mi rende orgoglioso di tutto il gruppo. Furegato e Farina hanno chiuso la gara dopo aver sofferto all’inizio. Corino è entrata a freddo ed ha distribuito bene il gioco. Imarisio si è ripresa alla grande da un bombardamento costante durato 5 set. Fracchia a murato con cattiveria al momento opportuno. Dell’Oste e Deambrogio hanno tenuto percentuali alte in attacco. Sono due punti sudati, sofferti ed allo stesso modo meritati da un collettivo che migliora gara dopo gara”. Il tie-break (quarto su sette gare disputate), inizia con una sontuosa parallela di Furegato. Si prosegue punto a punto e si cambia campo con la Elledue in vantaggio per 8-7 grazie a quattro personali di Farina. Il team Volley ribalta la situazione (8-10) e le rossoblu soffrono per recuperare la parità a quota 10 (muro vincente di Fracchia). Ace di Corino (11-10) e risposta biellese per il controsorpasso firmato da Bazzani e Silvestrini: 11-13. Doppietta di Furegato per l’ennesimo arrivo in volata (13-13). Il Team Volley conquista tre match point con Abbiate e Bazzani. La Elledue li neutralizza con Fracchia e Farina. Sul punteggio di 16-16 Deambrogio piazza la zampata che regala il primo match-point alla EVO. L’occasione viene sfruttata immediatamente da Alice Farina che mette a terra il suo ventunesimo personale. Con questi due punti le rossoblu salgono a quota 15 in classifica. Quarto posto alla vigilia della trasferta di Novara, dove ad aspettare Dell’Oste e compagne ci sarà il Team Volley dell’ex juniorina Giorgia Guaschino, attualmente secondo alla pari con la Libellula Bra.

Risultati 7^ giornata: Santena’95-Igor NO-3-0 EVO Volley-Team Volley Lessona-3-2 Team Volley NO-Rivarolo-3-2 Libellula Bra-Cuneo Granda Volley-3-0 Canelli-L’Alba Volley-0-3 Oasi Cusio-Novi-3-1 La Folgore-Monviso Volley-3-1

Classifica: Alba 20, Team Volley NO e Libellula Bra 18, EVO Elledue e Oasi Cusio 15, Santena’95 11, Cuneo e La Folgore 10, Team Volley Lessona 8, Igor Volley e Rivarolo 7, Novi e Canelli 4, Monviso Volley 0.

Prossimo turno (01-12-2018): Rivarolo-Santena’95; Team Volley NO-EVO Volley (20.30); Team Volley Lessona-Oasi Cusio; Novi-Libellula Bra; Cuneo Granda Volley-La Folgore; Igor NO-L’Alba Volley; Monviso Volley-Canelli.