post

NEL SEGNO DELLA CONTINUITA’

Nei giorni scorsi, i vertici delle società US Junior ed Alessandria Volley si sono incontrati per definire il programma per la prossima stagione. Il sodalizio EVO VOLLEY non si ferma e punta a fare ancora meglio. La collaborazione tra queste due gloriose società prosegue in armonia ed unità di intenti. Una concreta dimostrazione di come un programma serio possa essere sviluppato da persone capaci, corrette e lungimiranti, a dispetto del colore della propria bandiera. In agenda, uno degli argomenti trattati è stato quello relativo alla formazione che milita in serie C. Dopo due stagioni come quelle vissute dalla EVO VOLLEY, ricche di soddisfazioni e di risultati più che lusinghieri, è arrivato il momento di tracciare un primo bilancio. Si è partiti da una serie D dominata e vinta a suon di record e si è arrivati ad una C da neo-promossa con i play-off sfiorati per un solo punto in classifica. Un quarto posto che ha lasciato in dote un materiale tecnico ed umano di grande importanza e spessore. Una squadra viva per un sodalizio ambizioso, che guarda al futuro con rinnovato entusiasmo. Il campionato appena concluso ha detto che la EVO Elledue Volley può rientrare nel ristretto lotto delle protagoniste. Nel girone delle ragazze di coach Ruscigni, la Libellula Bra ha ottenuto la promozione in serie B2. Va ricordato che negli scontri diretti EVO e Bra hanno chiuso alla pari e che Vinciarelli e compagne (dirigenza compresa) hanno pronunciato sincere parole di stima nei confronti delle rossoblu. Alba e Team Volley Novara sono state estromesse dall’S2M Mokaor Vercelli, formazione che si giocherà l’ultimo pass disponibile per la B2 nello scontro diretto con il Play Asti dell’ex juniorino Alessio Bellagotti. Perché non crederci? Perché non tentare di alzare ulteriormente l’asticella? Le dirigenze di Alessandria Volley e Junior Casale ci vogliono provare, anche perché il movimento creato alla base dal club di Mauro Bernagozzi, merita un terminale come un campionato nazionale. In fondo manca solo questo tassello per certificare un progetto EVO che sta mietendo successi in soli due anni di vita. Ed allora via, sotto con la prima fase della stagione 2019-20, quella relativa alla costruzione del nuovo team. Il DS Pietro Del Nero, il Direttore Tecnico Massimo Lotta e lo staff EVO stanno facendo il punto della situazione. Capitolo uscite. Detto delle ginocchiere appese al chiodo da Giorgia Imarisio, occorre valutare le richieste delle ragazze che hanno appena condotto la squadra al quarto posto. La centrale alessandrina Alice Farina pare essere sul piede di partenza per motivi di studio. L’Università a Torino toglierà alla EVO Elledue una giocatrice importante, con destinazione (B2?) ancora da definire. Nel frattempo sono iniziati i “provini” alla Tensostruttura di Casale Monferrato. I profili da ricercare sono ben definiti ed il lavoro svolto dalla EVO VOLLEY nelle ultime due stagioni, ha reso più agevole il compito in oggetto. Questa maglia è tornata ad avere un peso specifico non indifferente. Sono tante le ragazze che verranno a provare in sedute di allenamento dedicate. Le prime sono state Arianna Ferrari, VivianaAngeleri, Elisa Mancuso ed Agnese Ruggiero. Le prime due (libero e schiacciatrice di posto quattro) hanno indossato nelle ultime due stagioni la casacca del Garlasco Volley di serie B1. Arianna Ferrari, classe 1987, è un libero di grandissima esperienza, con trascorsi proprio ad Alessandria (serie B2). Viviana Angeleri, studente del Liceo Sportivo Sobrero, è un’atleta classe 2001 di cui si dice un gran bene. Dopo due anni di esperienza in B1, può trovare alla EVO la stagione della definitiva esplosione. Va detto che, per entrambi come per tutte le altre, il discorso “firma” è ancora da valutare. Tuttavia, è giusto sottolineare come la EVO VOLLEY si stia muovendo, puntando verso giocatrici che possano migliorare una “rosa” di per se già molto competitiva. Chi si è guadagnata una opportunità di farne parte, con un campionato in continuo crescendo, è Elisa Mancuso. La giocatrice di Vercelli, ha militato negli ultimi 24 mesi nella Fortitudo Occimiano. Classe 2002, possiede tutte le caratteristiche per costruirsi un luminoso futuro. Dalla scuola dell’Involley Cambiano è arrivata invece Agnese Ruggiero. Palleggiatrice classe 2003, ha militato nel campionato regionale di serie D. Prestanza fisica, disciplina tattica e pulizia di tocco sono le caratteristiche emerse nella recente seduta di allenamento. E non è che l’inizio, perché nei prossimi giorni arriveranno in palestra giocatrici giovani con esperienze in B2 e in finali nazionali di under 18, ragazze provenienti da importanti realtà del territorio ed atlete con un curriculum di B1. Sarà un 2019-20 parecchio interessante…

Share with:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.