post

UNA EVO DA APPLAUSI

Cantine Resore Ovada-EVO Volley-0-3

(15-25 / 18-25 / 22-25)

Cantine Resore Ovada: Bastiera (K), Lipartiti 1, Pelizza 5, Comandini 1, Semino 1, Grillo, Lanza 1, Angelini 4, Gueye, Fossati 12, Olivieri 5, Lazzarini (L).  All: Dogliero.

EVO Volley: Del Nero (K) 3, Furegato 3, Fracchia 9, Dametto 5, Angeleri 4, Coppo 1, Ferrari 5, Deambrogio 5, Cattaneo 1, Kokoshi 2, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Ovada 2, EVO Volley 7.

Errori al servizio : Ovada 10, EVO Volley 6.

Punti a muro: Ovada 1, EVO Volley 7.

EVO Volley-Mokaor S2M VC-3-0

(25-17 / 25-21 / 25-21)

EVO Volley: Del Nero (K) 8, Furegato 14, Soriani 7, Fracchia 6, Dametto 11, Angeleri 9, Coppo, Ferrari, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Mokaor S2M VC: Mossetti (K) 9, Lorenzoni, Prinetti 2, Bertinazzi 7, Bertolone 4, Leotta 4, Patrucco, Fumarolo, Zambotti 8, Lupo G., Paggi (L), Breda (L). All: Vigliani-Gherardi.

Servizi vincenti: EVO Volley 2, S2M 5.

Errori al servizio : EVO Volley 5, S2M 4.

Punti a muro: EVO Volley 12, S2M 5.

Ovada (AL) – Al “Geirino” di Ovada si chiude la prima fase di Coppa Piemonte per le ragazze dell’EVO Volley. L’ultimo triangolare che ha visto impegnate le rossoblu di Ruscigni e Montagnini, è stato anche il più impegnativo. Cantine Resore Ovada e Mokaor S2M Vercelli sono squadre di pari categoria (serie C) con valori tecnici elevati. Se le “bicciolane” puntano ai play-off, con altrettanta ragion veduta le padrone di casa sono tra i team più organizzati e difficili da affrontare. La “mano” di coach Cico Doglieri si vede eccome ed è proprio contro le ovadesi che è iniziato il pomeriggio delle juniorine. Il sestetto di partenza è stato il seguente: Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Fracchia-Ferrari al centro, Dametto-Angeleri in posto quattro e Dell’Oste libero. Soriani per impegni di lavoro, è disponibile solo per gara due (quella con Vercelli). Ovada replica con Bastiera, Pelizza, Comandini, Semino, Angelini, Fossati e Lazzarini (libero). Non è semplice trovare punti di riferimento al “Geirino” ed i tre errori commessi nei primi otto scambi (4-4) lo confermano. Pazienza e sacrificio, ma era ampiamente preventivato. Sul punteggio di 6-10 coach Dogliero chiede time-out. E’ il muro che consente alle ospiti di piazzare il primo break. Fracchia-Angeleri e l’EVO Volley vola sul 7-14 che induce Ovada alla seconda sospensione. Dell’Oste, Angeleri e Dametto hanno un ruolo importante nel riciclare palloni per la propria palleggiatrice; quando l’ex posto quattro di Asti trova la giusta traiettoria in attacco, le rossoblu aumentano ancora il vantaggio: 10-19. Ripartiti per Semino è il primo cambio di Ovada. Del Nero e compagne amministrano il cospicuo vantaggio e chiudono il set con Dametto: 15-25. Le proteste di coach Dogliero al termine della frazione (per altro giustificate in relazione ad un servizio giudicato out), costano al tecnico di Ovada un cartellino giallo. Deambrogio e Kokoshi per Dametto e Furegato nelle file rossoblu. Rispetto alla frazione precedente il ritmo è notevolmente calato. Padrone di casa in partita e vantaggio bianco-rosso sul punteggio di 8-7. Muro di Ferrari, mani-out di Kokoshi, ace di Del Nero e l’EVO torna di nuovo al comando delle operazioni: 8-12 e time-out per coach Dogliero. Deambrogio da seconda linea “spazzola” l’incrocio delle righe (9-16) e Ferrari punisce dai nove metri: 10-18 e time-out Ovada. Ripartiti per Angelini (14-20) e secondo punto del pomeriggio raggiunto con le giocate di Fracchia e Del Nero: 18-25. Coppo, Cattaneo, Fracchia, Ferrari, Deambrogio, Dametto e De Simone (libero); questo il sestetto scelto da coach Ruscigni per il terzo set. Padrone di casa in vantaggio per 6-3 e 10-6, momento in cui l’EVO chiede la sospensione discrezionale. Inversione di campo sul 13-8 per Ovada. L’EVO si avvicina a meno uno (14-13) ma spreca l’occasione del pareggio. Per rimettere le mani sulle briglie del set, occorre aspettare la “generosità” in attacco delle padrone di casa: 15-17 e time-out per coach Dogliero. Semino per Lanza (15-18) e veloce al centro di Fracchia: 16-19. Coppo serve Deambrogio in seconda linea, Ferrari con una veloce “dietro” e le rossoblu arrivano al 17-21. Parallela in extrarotazione di Dametto (18-23) e sul 20-23 la giovanissima Gueye sostituisce Pelizza. Time-out rossoblu sul 21-23, dopo un errore commesso in attacco dalle ragazze di coach Ruscigni. La chiude Deambrogio con un diagonale da posto quattro: 22-25.

Nella seconda gara del pomeriggio (contro Vercelli), l’EVO Volley propone: Del Nero, Furegato, Soriani, Fracchia, Angeleri, Dametto e Dell’Oste (libero). La Mokaor è per la prima volta al completo. Recuperate Mossetti e Lorenzoni, coach Vigliano affianca loro Bertolone, Bertinazzi, Leotta, Zambotti e Paggi (libero). Primo scambio oltremodo indicativo: quattro palloni in fila serviti a Leotta e dopo una variazione sul tema, è proprio l’ex attaccante del Team Volley Novara a chiudere il punto. Da una parte la potenza di fuoco dei martelli vercellesi; dall’altra l’organizzazione muro-difesa delle rossoblu. Doppio ace di Mossetti (4-8) e contro-break con Del Nero in battuta: 8-8. Muro a uno di Dametto e time-out richiesto dalla Mokaor: 9-8 (parziale aperto di 5-0). Muro-tetto di Fracchia sul capo di Mossetti e pallonetto millimetrico di Bertinazzi: la gara è ufficialmente decollata. Soriani è raddoppiata in opzione dal muro vercellese; Del Nero trova in Angeleri la via d’uscita: 16-12. Patrucco per Leotta, Prinetti per Lorenzoni, con la difesa rossoblu che si esalta in ogni zona del campo. Se è vero che partite come questa vengono vinte per merito di un pallone in più salvato in retroguardia, il momentaneo 19-14 per l’EVO ha un “indiziato” ben preciso. Chiuso il doppio cambio la Mokaor riparte, ma un altro dato statistico la inchioda: sei muri vincenti a uno per la formazione di Ruscigni e Montagnini. Time-out S2M sul 23-16. La prima frazione è dell’EVO Volley grazie ad un meritato 25-17. Una squadra come quella vercellese è obbligata a reagire dopo un set come questo. Marco Ruscigni non effettua cambi. L’impressione è quella di una prova generale in vista del campionato. Brividi per una botta rimediata da Dametto sotto rete. La “guerriera” risponde facendosi dare palla subito dopo: 10-7. Spettacolare il punto del 12-8. Del Nero fronte rete alza alla “De Cecco” per Furegato che colpisce in diagonale. Bertinazzi non ci sta: doppia prodezza a muro e l’S2M è ancora in partita(12-11). Furegato in gran spolvero e time-out Mokaor sul punteggio di 18-13. Fumarolo per Bertinazzi in battuta (19-14), poi Dametto lima le unghie al muro avversario strappando applausi a scena aperta. Con la vittoria in questa frazione, l’EVO conquista per il secondo anno consecutivo i quarti di finale di Coppa Piemonte. La palla che concede alle rossoblu la matematica certezza, la mette a terra Viviana Angeleri (mani-out in parallela): 25-21. In avvio di terzo set Zambotti trascina l’S2M al vantaggio per 3-6. Il pareggio a quota sei è ottenuto da Fracchia a muro ed il sorpasso EVO arriva con un tocco di seconda intenzione di Del Nero: 7-6 e time-out Mokaor. C’è tanta qualità negli scambi che portano le rossoblu sul 13-9 che fa scattare l’ultima inversione di campo. Difficile trovare un MVP in un match del genere. La squadra si muove alla perfezione, tanto che Vercelli perde tutti i propri punti di riferimento in attacco. Una organizzazione difensiva paurosa poi, quando Del Nero mura ad un braccio Leotta, è chiaro a tutti che stanno scorrendo i titoli di coda: 20-11. Quasi a tutti… Perché dal time-out vercellese esce una S2M cattiva, che recupera con merito fino al 19-20. Soriani per il 19-21, ma si deve soffrire ancora. Furegato riallaccia il filo del discorso (24-21) ed un attacco out in fast dell’S2M manda tutti sotto la doccia: 25-21.

Sei vittorie consecutive (in sei incontri disputati), 17 punti totalizzati su 18 disponibili. Una gamma di varianti tattiche interessanti, per una EVO Volley che supera il turno di Coppa e si prepara a debuttare in campionato. Nel mezzo, la prestigiosa amichevole di venerdì prossimo (11 ottobre), quando a Casale arriverà il Valentino Volpianese.

Classifica: EVO Volley pt.6, Mokaor S2M VC pt.3, Cantine Resore Ovada pt.0.

LE INTERVISTE DEL DOPO GARA

Camilla Dametto: “E’ stata una settimana molto intensa dal punto di vista fisico. L’obiettivo rimane il campionato, ma è certo che oggi si è giocata una bella pallavolo. Sono soddisfatta di me stessa e della mia squadra. Vogliamo arrivare il più lontano possibile e lo spirito deve essere quello di un gruppo che non si accontenta mai. Quella palla sotto rete? Il ginocchio non ha tenuto ma per fortuna nulla di grave. Ci vuol altro per piegare una squadra come questa!”

Marco Ruscigni: “Oggi le ragazze hanno stupito anche me. Questa settimana abbiamo lavorato molto e fisicamente non potevamo essere al 100%. Tuttavia torniamo a casa con sei punti, con una qualificazione e soprattutto con due buonissime prestazioni. La partita con Vercelli ha fornito indicazioni tattiche molto utili. Situazioni sulle quali lavoreremo curando il dettaglio come sempre. Il rapporto muro-difesa ha fatto la differenza; il resto è merito delle motivazioni e della volontà del gruppo. Per il secondo anno consecutivo riusciamo a passare il turno di Coppa Piemonte e non è male tenuto conto del valore delle avversarie e dei numeri che siamo riusciti a mettere insieme”.

Share with:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.