post

L’EVO VOLLEY CALA IL TRIS

Ser Santena 95-EVO Volley-0-3

(21-25 / 20-25 / 20-25)

Ser Santena 95: Zampis (K) 2, Gaia, Pizzolato 6, Ghibaudo 3, Scapati 10, Turato 3, Garrone 14, Busso 8, Manar, Marini (L), Meloni (L). All: Di Martino-Cogliandro.

EVO Volley: Del Nero (K) 3, Furegato 15, Soriani 11, Fracchia 7, Dametto 8, Angeleri 13, Coppo, Ferrari, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L) 1, De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Santena 6, EVO Volley 9.

Errori al servizio : Santena 4, EVO Volley 3.

Punti a muro: Santena 6, EVO Volley 6.

Santena (TO) – Il “Pala-Pininfarina” di Santena nelle ultime due stagioni ha dato segnali importanti alla formazione della EVO Volley. Dall’ultima sconfitta in serie D prima della cavalcata trionfale (13 vittorie consecutive) verso la promozione, alla certificazione di un girone di ritorno splendido in serie C, con una striscia di 14 gare utili per le rossoblu. Questa volta la trasferta di Santena arriva troppo presto per poter entrare nel novero delle gare decisive, ma rappresenta un test probante per le ambizioni di Del Nero e compagne. Uscire da qui con un risultato positivo vorrebbe dire tanto, per se stessi e per il campionato. Coach Ruscigni schiera Del Nero in regia, Furegato opposta, Soriani e Fracchia centrali, Angeleri e Dametto attaccanti di posto quattro e Dell’Oste libero. La formazione di casa replica con Zampis, Busso, Scapati, Ghibaudo, Garrone, Pizzolato e Marini (libero). Arduino e Musicò non sono al meglio, tutte e due reduci da infortuni. Si sfidano due delle quattro squadre fino ad ora imbattute ed il big-match non delude le attese. Nemmeno il tempo per prendere le misure al palazzetto. Santena imprime un buon ritmo al match e l’EVO si “adegua”, montando un’attenta guardia a muro: 5-7. Scapati ferma Dametto con lo stesso fondamentale (monster-block), ma l’ex attaccante di Asti e Chieri rivuole subito il pallone per il 6-9 rossoblu. Tre difese consecutive di Dell’Oste e sul 6-10 coach Di Martino chiede time-out. Contro-parziale del Santena (10-11) e nuovo allungo ospite con Angeleri e Fracchia: 10-15. La formazione di casa, sfruttando il turno di battuta di Zampis, si riavvicina nel punteggio e sul 14-16 è coach Ruscigni a fermare il gioco. Ace di Soriani (con l’aiuto del nastro) e attacco out di Busso. Turato per Busso (15-20) e attacco centrale di Fracchia che “galleggia” prima di spedire tutti al time-out: 17-22. Pizzolato va a segno dai nove metri (19-22), poi dai una indecisione difensiva rossoblu, scaturisce la sospensione di Ruscigni: 21-23. Il primo errore di Garrone in attacco è seguito da un diagonale da seconda linea di Furegato per il 21-25 dell’EVO Volley. Lo zero a uno parziale influisce di molto sulla ripresa del gioco del Santena. Angeleri si piazza sulla linea dei nove metri e coach Di Martino ferma tutto sul 2-7. Dopo il time-out arriva il terzo ace dell’ex capitana del Garlasco. Busso per il cambio-palla torinese e Soriani per il 3-9 rossoblu (fast). Zampis e compagne hanno il merito di crederci e sfruttando un passaggio a vuoto delle ospiti, si rifanno sotto nel punteggio: 10-13. Punto di Dell’Oste in ricezione, ace di Furegato, fast di Soriani per una EVO di nuovo in ritmo: 10-16. Angeleri disegna un pallonetto millimetrico e Santena chiede time-out sul 10-18. Magia di Del Nero, con Angeleri che va a bersaglio in situazione di muro a uno: 12-19. L’EVO Volley è chiamata a gestire un finale di set dove Santena manifesta poca pazienza in attacco. Sul 18-23 la panchina rossoblu chiede un time-out per non rischiare nulla in questo frangente di partita. Angeleri e Soriani fissano il punteggio sul definitivo 20-25. La reazione del Santena arriva puntuale. Approccio perfetto del terzo set e vantaggio di 5-1. Eccellente diagonale di Turato e muro di Scapati: 8-4. Dametto, Furegato, Del Nero (ace)e si torna in parità a quota nove. Scapati in controtempo beffa il muro avversario e la partita diventa ancora più bella. Furegato ribalta il punteggio con due ottime conclusioni (10-11) e l’EVO rimette la testa avanti. Lo scambio che anticipa il time-out (11-14) è straordinario per intensità difensiva (da entrambe le parti) ed è chiuso da Angeleri. A questo punto scende in campo la parte “bergamasca”delle rossoblu: tre muri consecutivi e 11-17 per il team ospite. Ace di Fracchia ed ancora time-out per il SER, che ha 7 punti da recuperare. Scapati e Garrone trascinano il Santena al 15-19 e la panchina dell’EVO ferma il gioco. Furegato e Garrone impreziosiscono ulteriormente una gran bella prestazione (17-22). Dametto spolvera le dita del muro avversario (20-24), poi ci pensa Angeleri con l’ennesimo pallonetto: 20-25. Non era facile vincere qui e non lo sarà per nessuno: “Questa vittoria – commenta Alice Dell’Oste – va oltre i tre punti. Un bel segnale al campionato e a noi stesse. In otto giorni abbiamo affrontato due squadre ottime, attrezzate per raggiungere i play-off ed abbiamo portato a casa due successi. Bene così, siamo felici e non vogliamo smettere di sognare”. Coach Ruscigni sottolinea che “Rispetto a domenica scorsa abbiamo commesso più errori. Fortunatamente anche Santena ci ha regalato qualcosa ed alla fine sono tre punti meritati. Questo è un campo difficile e tornare a casa imbattuti e con l’intera posta in palio, è tanta roba per noi”.

Risultati 3^giornata: Gaglianico-Isil Almese-0-3 Novi-Play Asti-1-3 Involley-Cusio-3-1 Teamvolley BI-Savigliano-3-0 Santena 95-EVO Volley-0-3 La Folgore-Real Venaria-1-3 El Gall-Mokaor S2M-3-0

Classifica: EVO Volley pt.9, Isil Almese e El Gall pt.8, Teamvolley BI pt.6, Santena 95 pt.5, Real Venaria, Play Asti e La Folgore pt.4, Involley, Mokaor, Savigliano, Cusio pt.3, Gaglianico pt.2, Novi pt.1.

Prossimo turno (09-11-19): Play Asti-Gaglianico; Cusio-El Gall; Teamvolley BI-Santena 95; Savigliano-Involley; EVO Volley-La Folgore; Real Venaria-Novi; Mokaor S2M-Isil Almese.

post

BORSE DI STUDIO JUNIOR VOLLEY

Mercoledì 30 ottobre si è svolta la cerimonia di consegna delle Borse di Studio inerenti al programma “Scuola e Sport” che l’US Junior Volley ha inaugurato due stagioni orsono. Si è trattato nel dettaglio dei riconoscimenti che riguardavano il secondo quadrimestre 2018-19. La consegna è avvenuta nel salone dell’Istituto Sacro Cuore di Casale Monferrato, alla presenza del presidente di “Energica” (sponsor del programma scolastico-sportivo) Paolo Secco e del presidente dell’US Junior Volley Gabriele Vizio. L’iniziativa proseguirà anche per ciò che riguarda la stagione 2019-20, la prima che vede collaborare sul giovanile l’US Junior e la PGS Ardor. Di seguito pubblichiamo l’elenco delle ragazze premiate: Linda Barbero, Diletta Turco, Maria Vittoria Berrone, Arianna Massa, Giada Di Carlo, Angelica Baldin, Emma Piai, Clarissa Braggio, Irene Ferrari, Giorgia Maino.

 

 

 

post

IL PROGETTO EVO VOLLEY C’E’

IL PROGETTO EVO VOLLEY C’E’

La provincia di Alessandria è stata investita da una alluvione che ha arrecato danni ingenti in varie aree del proprio territorio. Manifestiamo la nostra solidarietà con un gesto concreto.

In occasione della partita di serie C femminile che si disputerà al PalaCima domenica 27 ottobre alle ore 18.00 tra EVO Volley e VBC Savigliano, l’Alessandria Volley avvia una raccolta fondi “pro alluvionati”. Il contributo volontario relativo alle donazioni è libero e proseguirà fino a Natale 2019 ogni qual volta una squadra del Progetto EVO Volley Alessandria e Casale giocherà in casa. ALESSANDRIA EVO VOLLEY C’E’, con le sue atlete ed i suoi atleti, con gli allenatori e i dirigenti. Invitiamo pertanto i nostri tifosi e tutti gli appassionati di pallavolo a seguirci con generosità.

post

L’EVO VOLLEY SI CONFERMA IN GRANDE CONDIZIONE

L’EVO VOLLEY SI CONFERMA IN GRANDE CONDIZIONE

EVO Volley-Valentino Volpianese-4-0

(25-23 / 25-18 / 25-18 / 25-19)

EVO Volley: Del Nero (K) 1, Furegato 7, Soriani 20, Fracchia 4, Dametto 15, Angeleri 13, Coppo, Ferrari, Deambrogio 7, Cattaneo, Kokoshi 4, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Valentino Volpianese: Pesce (K) 3, Vietti, Salvi 12, Pasca 4, Livotto 4, Romano 3, Rinaldi 9, Andreotti 3, Olivieri (L). All: Andreotti.

Servizi vincenti: EVO Volley 16, Volpianese 7.

Errori al servizio : EVO Volley 9, Volpianese 5.

Punti a muro: EVO Volley 9, Volpianese 10.

Casale Monf.to – Settimana di pausa per la pallavolo regionale. Tra la Coppa Piemonte e i campionati di serie C e serie D, la Federazione ha inserito un week-end di sosta, l’ultimo dell’anno solare 2019. L’EVO Volley di Ruscigni e Montagnini ha organizzato un test-match a carattere amichevole per proseguire alla ricerca del ritmo-partita ed ha avuto il piacere e l’onore di ospitare il Valentino Volpianese di coach Andreotti. Entrambe le formazioni puntano ai play-off promozione ed il livello della sfida è stato molto alto. EVO in campo con Coppo, Furegato, Soriani, Fracchia, Angeleri, Dametto e De Simone (libero). La Valentino Volpianese deve rinunciare a due giocatrici importanti come Martire e Scicli, entrambe alle prese con i postumi di un infortunio. Inoltre, sono attese novità in vista del debutto in campionato per ciò che riguarda un nuovo attaccante di posto due. In questo momento della preparazione la condizione atletica è obbligata a fare la differenza e l’EVO Volley appare sicuramente più in palla delle torinesi. Ciò non toglie che le qualità tecniche rimangono ed il Valentino Volpianese può contare su giocatrici di valore assoluto per questa categoria. Il primo punto del match lo sigla Dametto, poi vien fuori la qualità del muro giallo-nero, con Salvi a dominare in posto tre (2-4). Furegato, due volte Angeleri e Soriani per ribaltare la situazione (6-5). Le padrone di casa iniziano a macinare gioco, ma sul 9-8 incespicano in una rotazione sfavorevole. Sette punti consecutivi del Valentino Volpianese, con la squadra di coach Andreotti che si porta in vantaggio per 9-15. Tre aces di Dametto, un mani-out di Angeleri e poco alla volta le rossoblu risalgono la china. Sorpasso sul 18-17 con Soriani in fast. Angeleri e Soriani ancora decisive per arrivare al 22-20 che fa scattare il time-out giallo-nero. A questo punto del match due statistiche sono in parità: 5 muri vincenti della Volpianese e 5 aces della EVO Volley. Cambio-palla di Rinaldi (22-21), poi sale in cattedra Dametto con un no-look da antologia. Il Valentino non molla (24-23); le padrone di casa chiudono con una bella combinazione al centro tra Coppo e Fracchia: 25-23. Dell’Oste e Del Nero in campo per il secondo set. La Volpianese inserisce Erica Vietti in regia. Sostanziale equilibrio in avvio di frazione. Dal 4-6 ospite al 9 pari con Soriani e Dametto che mettono costantemente in crisi la seconda linea avversaria. E’ innegabile che la differenza in questa partita l’ha fatta il servizio delle rossoblu. Preciso e ficcante, in grado di mettere in seria difficoltà la ricezione di Olivieri e compagne. Muro a uno di Furegato e sul 12-9 è time-out per la squadra ospite. Dametto dai nove metri da il via alla fuga dell’EVO Volley. Angeleri acquista fiducia partita dopo partita e in attacco non ha paura: 22-15. Il finale è ancora di Camilla Dametto, sempre in parallela: 25-18. La terza frazione inizia con Deambrogio in campo. Furegato rompe gli indugi e per Del Nero c’è l’imbarazzo della scelta. Quando le padrone di casa vanno a segno dai nove metri (questa volta con Soriani), il Valentino Volpianese accusa il colpo: 14-8. Furegato colpisce da posto due prima di lasciare il campo a Kokoshi. Dametto, Fracchia, Soriani: è una EVO a tratti straripante. Il Valentino Volpianese replica con Rinaldi e Salvi, accorciando le distanze fino al 22-18. Le rossoblu calano un tris devastante (Deambrogio-Soriani-Fracchia) e chiudono con un meritato 25-18. Le due formazioni si accordano per giocare un ulteriore set. Ferrari e Cattaneo entrano in partita e lo fanno bene. Cresce anche Kokoshi, decisiva per chiudere due scambi molto lunghi, forse i più belli e combattuti della partita. Diversi cambi anche nella Volpianese. Coppo per Del Nero sul 18-8. Le torinesi recuperano con Rinaldi, l’ultima ad arrendersi, ma il finale è ancora della EVO Volley: 25-19. Tutte le ragazze di coach Ruscigni hanno disputato un ottimo match. Soriani e Dametto top-scorer, ma attenzione a Viviana Angeleri, sempre più protagonista in entrambe le fasi di gioco (difensiva ed offensiva). Tanta grinta, tanta voglia di vincere, la stessa di un team che tra sabato 19 ottobre inizierà il campionato e che ha lavorato bene fin dal primo giorno di ritiro.

post

BOTTINO PIENO PER L’EVO VOLLEY

EVO Volley-EVO Tre Colli Gavi-3-0

(25-18 / 25-21 / 25-20)

EVO Volley: Del Nero (K) 5, Furegato 3, Soriani 12, Dametto 7, Angeleri 2, Coppo, Ferrari 9, Deambrogio 6, Cattaneo, Kokoshi 4, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

EVO Tre Colli Gavi: Rinaldi 2, Bernagozzi 4, Carrea M., Ronzi 3, Scarafia 2, Marku 9, Traverso 2, Comandini 2, Pagano 3, Ivaldi, Papillo (L), Cazzulo (L). All: Volpara.

Servizi vincenti: EVO Volley 7, Gavi 4.

Errori al servizio : EVO Volley 8, Gavi 8.

Punti a muro: EVO Volley 6, Gavi 0.

EVO Tre Colli Gavi-PGS Issa NO-1-2

(22-25 / 24-26 / 25-21)

EVO Tre Colli Gavi: Rinaldi 2, Bernagozzi 6, Carrea M. 2, Ronzi 3, Scarafia 5, Marku 11, Traverso 5, Comandini 4, Pagano 4, Ivaldi, Papillo (L), Cazzulo (L). All: Volpara.

PGS Issa Novara: Sella (K), Malgrati 3, Rivoltella 10, Agosta 4, Casagrande 1, Antonini 10, Raugi 3, Zocchi, Gatti 1, Montipò 7, Berardi 5, Almasio (L), Rondonotti (L). All: Iasi.

Servizi vincenti: Gavi 5, Novara 8.

Errori al servizio : Gavi 10, Novara 8.

Punti a muro: Gavi 3, Novara 3.

EVO Volley-PGS Issa NO-3-0

(25-14 / 25-14 / 25-12)

EVO Volley: Del Nero (K) 6, Furegato 13, Soriani 13, Fracchia 12, Dametto 2, Angeleri 4, Coppo, Ferrari, Deambrogio 1, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

PGS Issa Novara: Sella (K) 1, Malgrati 1, Rivoltella 3, Agosta 1, Casagrande 6, Antonini 3, Raugi 2, Zocchi 1, Gatti, Montipò, Berardi 1, Almasio (L), Rondonotti (L). All: Iasi.

Servizi vincenti: EVO Volley 9, Novara 5.

Errori al servizio : EVO Volley 5, Novara 5.

Punti a muro: EVO Volley 8, Novara 0.

Casale Monf.to – La seconda giornata di Coppa Piemonte ha proposto la sfida tra le due formazioni appartenenti al Progetto EVO. Le rossoblu di Marco Ruscigni (serie C) hanno ospitato nella Tensostruttura di Casale Monferrato, l’EVO Tre Colli Gavi, allenato da Ernesto Volpara. La terza squadra del triangolare di Coppa era l’Agape Issa Novara, team iscritto alla prossima serie D. La sfida tra le padrone di casa e le “cugine” di Alessandria e Gavi, è stata di per se un’inedito assoluto. Casale e Gavi si erano incontrate molte volte in passato, ma nulla a che vedere con questo incrocio che in pratica ha messo di fronte la prima squadra del Progetto EVO e la sua under 18. Juniorine in campo con Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Soriani-Ferrari al centro, Angeleri-Dametto attaccanti ricevitrici e Dell’Oste libero. Il Tre Colli ha replicato con Rinaldi, Marku, Bernagozzi, Ronzi, Traverso, Pagano e Papillo (libero). Avvio contratto delle padrone di casa; ospiti più determinate, con lo sguardo di chi vuole ritagliarsi un pomeriggio di gloria: 4-4. Il muro di Ferrari e la parallela di Dametto regalano il più due (7-5) alla EVO Volley, ma non piegano la resistenza di un Gavi ottimamente disposto sul rettangolo di gioco: 9-9. Una battuta di Del Nero corretta dal nastro fissa il punteggio sul 17-14 e fa scattare il primo time-out di coach Volpara. Ritmi bassissimi. L’EVO non riesce a dare continuità alla propria fase-punto. Comandini per Pagano (20-15) dopo il primo tempo vincente di Ferrari. Rinaldi si mette in proprio per il cambio palla delle ospiti, poi (al termine di un’azione rocambolesca), arriva il primo personale di Furegato: 21-16. Soriani “nasconde” il pallonetto fino all’ultimo istante e finalmente le rossoblu sembrano essere più tranquille. Fast dell’ex capitana di Chieri ed errore in attacco del tre Colli: 25-18. Kokoshi per Furegato, schierato sulla diagonale del proprio palleggiatore. Dametto da posto quattro e Ferrari dal centro, scavano un piccolo solco (9-5) che induce Volpara al time-out. Marku meriterebbe miglior sorte sulla parallela del possibile meno due (fuori di un niente); Del Nero vuole mettere in partita il proprio opposto, ma è una battuta tattica di Bernagozzi a scombinare i piani delle rossoblu: 13-12. Pareggio del Gavi a quota 14 (ace di Marku). Il set prosegue con le due formazioni EVO a stretto contatto. La difesa di Dell’Oste e compagne frutta un mini-break e sul 20-17 la panchina del Tre Colli chiede una sospensione. Ottima la risposta delle ragazze del Gavi e sul 21-20 Comandini entra per la battuta. I punti che consegnano il 24-20 al team di casa sono errori gratuiti del Tre Colli. La chiusura è di Angeleri, che “pettina” la riga laterale con la sua parallela: 25-21. Deambrogio e De Simone per Dametto e Dell’Oste in avvio di terzo set. Comandini, Scarafia e Cazzulo nelle file ospiti. L’EVO Tre Colli non cede un solo centimetro. Se le “cugine” vogliono la vittoria piena, devono guadagnarsela con tanto sacrificio: 9-11 e time-out Ruscigni. Si cambia campo con Papillo e compagne in vantaggio per 10-13. Il muro a uno ed il diagonale di Deambrogio, riportano l’EVO Volley sulla retta via: 15-15 e time-out per coach Volpara. Cattaneo per Kokoshi (15-16) e fortunoso punto del 18-16 messo a terra da Del Nero. Ivaldi e Pagano per Marku e Rinaldi con l’EVO Volley in vantaggio per 20-16. La differenza per le rossoblu di casa la fa Federica Deambrogio poi, sul 21-18, Del Nero serve Ferrari e le lunghezze di vantaggio diventano quattro (22-18). La centrale classe 2003 è protagonista nel finale di frazione (23-20) ed il definitivo tre a zero è frutto proprio di un suo ace: 25-20.

Anche nella seconda partita di questo turno di Coppa, l’EVO Tre Colli aggredisce le avversarie fin dall’inizio. L’Agape Issa dell’ex juniorina Matilde Sella soffre il servizio delle alessandrine, ma dopo un passivo di 7-1 ribaltano la situzione rimanendo in vantaggio fino al 17-20. Bernagozzi (attacco ed ace) per il pareggio a quota 20. Altro mini-break novarese (20-24) e dopo due set-point annullati (da Marku), l’Agape passa in vantaggio con il definitivo 22-25. La seconda frazione è caratterizzata da un’alternanza di errori gratuiti, commessi da entrambe le squadre. Sul 14 pari entra in campo un’altra ex rossoblu: Angelica Agosta. Berardi e Marku provano a scuotere i rispettivi sestetti, ma nessuno riesce a mettere due punti tra se e le avversarie: 17-17. E si arriva al time-out di coach Volpara sul punteggio di 22 pari. Vantaggio Gavi sul 24-23 (invasione del centrale giallo-nero) e sospensione per coach Iasi. Annullato il set-point con un pallonetto di Agosta, Novara mette la freccia con un mani-out di Malgrati: 24-25. L’Agape non si lascia sfuggire l’opportunità: 24-26 con errore in attacco del Tre Colli. Lo zero a due è troppo severo con l’EVO Gavi. Rinaldi e compagne aumentano i giri del proprio motore (13-5) nonostante si tratti del sesto set consecutivo. La giovane formazione di coach Volpara si aggiudica l’ultima frazione del suo pomeriggio di Coppa: 25-21. Un punto meritato, anche se in proiezione futura, partite come quella con l’Agape Issa vanno vinte per assicurarsi una tranquilla quota salvezza. Novara si aggiudica il match meritatamente e si prepara alla gara che la vedrà opposta alle padrone di casa.

La panchina di casa propone un sestetto formato da Del Nero, Furegato, Soriani, Fracchia, Deambrogio, Dametto e Dell’Oste (libero). Cinque a uno di parziale con Deambrogio sulla linea dei nove metri. Le giallo-nere difendono bene, ma l’EVO Volley dimostra di possedere la giusta pazienza con Del Nero che smista bene il gioco: 10-3. Doppio cambio per l’Agape: Casagrande e Zocchi per una nuova diagonale con il palleggiatore in seconda linea. L’EVO Volley amministra con tranquillità e in ricezione vive la miglior fase del suo pomeriggio. Rispetto alla partita con il Gavi, Del Nero e compagne non si trovano a far di conto contro un avversario mai domo. Novara molla la presa (19-11) e solo la neo-entrata Casagrande sembra possedere la cattiveria giusta. Si cambia campo dopo la fast di Soriani che vale il 25-14. La PGS Issa nella seconda frazione mostra un lato decisamente migliore: 7-10 in proprio favore. Il turno di servizio della capitana rossoblu vale il pareggio ed il muro-tetto di Fracchia riporta l’EVO in vantaggio: 13-10 e time-out Agape. Le ragazze di Ruscigni e Montagnini guadagnano un buon margine di vantaggio (22-13) e anche la gestione di questo set è oltremodo tranquilla. Furegato attacca in situazione di muro a uno ed aumenta il proprio score. L’opposta alessandrina serve bene e per Del Nero è facile assistere Soriani nell’attacco del 25-14 (fast). Per la terza ed ultima frazione due cambi nella EVO Volley: De Simone per Dell’Oste e Angeleri per Dametto. Non c’è più partita. Novara è sfiduciata, mentre le rossoblu hanno trovato la cadenza giusta per condurre la nave in porto. Sul 12-3 Coppo sostituisce Del Nero e sul 13-4 si assiste all’ultima inversione di campo. Cambi anche per la PGS Issa con Casagrande e Zocchi che tornano sul rettangolo di gioco. Dopo il sesto muro personale di Fracchia (15-4), Cattaneo subentra a Deambrogio. La squadra ospite prova ad intensificare la battuta, ma il duo De Simone-Angeleri fa buona guardia: 19-8. Sipario sul 25-12 con ace di Soriani e gratuito in attacco di Rivoltella.

Rispetto alla prima uscita, l’EVO Volley è senza dubbio migliorata a muro e nelle percentuali di ricezione. A quota 11 punti in classifica si può fare un pensierino al superamento della prima fase. Ferrari, Fracchia, Soriani, Dell’Oste, Dametto e De Simone in netta crescita.

Classifica: EVO Volley pt.6, Agape Issa NO pt.2, EVO Tre Colli Gavi pt.1.

post

Netta affermazione dell’Alba Volley

1^ Memorial “Roberto Ganora”

Casale Monf.to – La prima edizione del Memorial “Roberto Ganora” è aperta dalla semifinale tra l’EVO Volley e L’Alba Volley. Nelle file delle padrone di casa Soriani è indisponibile per motivi di lavoro (ci sarà nel pomeriggio) e Dametto è in panchina per via di un piccolo problema che la tormenta da qualche giorno. Meglio non rischiare. Ospiti in campo con Vigolungo, Bovolo, Sciolla, Corti, Dal Maso, Micheletti e Mondino (libero). Coach Montagnini replica con Del Nero (capitano), Furegato, Ferrari, Fracchia, Angeleri, Deambrogio e Dell’Oste (libero).

La neo-capitana Del Nero in battuta e parziale di tre a zero con il primo punto della stagione messo a segno da Furegato (a muro). Contro-break ospite e time-out rossoblu con Alba in vantaggio per 4-8. La veloce al centro di Ferrari per il cambio palla, ma la formazione di coach Salomoni non molla la presa e, grazie ad un’ottima battuta, mette in difficoltà le padrone di casa: 6-14. Il rapporto muro-difesa dell’Alba Volley ha percentuali importanti e per l’EVO Volley è complicato trovare la soluzione offensiva, Muro vincente di Vigolungo e seconda sospensione per coach Montagnini: 8-18. Corti da seconda linea strappa i meritati applausi (8-21) ed il servizio di Sciolla non fa prigionieri. La differenza di categoria c’è, ma è altrettanto evidente che l’EVO è come bloccata in questo primo set della stagione. Cattaneo per Deambrogio (10-22) sulla linea dei nove metri. L’Alba Volley se lo aggiudica con il punteggio di 11-25. Entrambi gli staff confermano i sestetti di partenza, eccezion fatta per De Simone, in campo come libero nella squadra rossoblu. Il gioco dell’EVO Volley non è fluido e la ricezione è alquanto problematica (3-5). Quattro punti in attacco in 35 minuti di partita sono troppo pochi anche per un debutto assoluto. Montefameglio per Micheletti: cambio in regia per l’Alba Volley. Martina Fracchia mette a referto due punti consecutivi e Ferrari avvicina ulteriormente la squadra al team ospite: 9-10 e time-out per coach Salomoni. La fast di Dal Maso va a bersaglio, così come l’attacco da seconda linea di Bovolo. Del Nero per due volte risolve una situazione intricata (15-15); ora c’è partita, ma Alba respinge i tentativi dell’EVO di passare in vantaggio: 17-17. “Tripletta” di Greta Corti e sul 17-20 è time-out per la panchina rossoblu. Il finale di set vede protagoniste la battuta di Dal Maso e la confusione in fase difensiva della EVO Volley: 18-23 ed è ancora time-out. Alba si aggiudica la frazione e l’incontro, con il punteggio di 18-25. Otto a uno di parziale subito dalle padrone di casa.

La seconda semifinale mette di fronte le ragazze della Mokaor Vercelli e la giovanissima compagine di B2 del Progetto Volley Orago (under 16). Il gioco veloce e la fisicità delle lombarde, mettono in difficoltà Bertinazzi e compagne. Jimenez smista il gioco, Cecchini e Zanella mettono a terra i palloni del 17-25 del primo set. Orago accelera ulteriormente dopo il cambio di campo e Vercelli non riesce a rimanere nel match nonostante la buona prova di Leotta e Prinetti. Da posto quattro Maiorano piega le mani del muro avversario e il team lombardo raggiunge Alba in finale: 16-23.

Il pomeriggio inizia con la gara che vale il terzo gradino del podio. L’EVO Volley l’affronta con Del Nero, Furegato, Soriani, Fracchia, Angeleri, Deambrogio e Dell’Oste (libero). Vercelli risponde con Bergamasco, Prinetti, Bertinazzi, Bertolone, Leotta, Zambotti e Paggi (libero). Fin dalle prime battute si nota la lunghezza degli scambi, decisamente superiore rispetto al mattino. Ace di Fracchia (5-1) e time-out per coach Vigliani. Soriani si presenta al suo nuovo pubblico con la “veloce” del 6-2, mentre Leotta (ex Team Volley Novara) riavvicina le nero-verdi alle padrone di casa. Il nastro aiuta Furegato e le rossoblu conducono per 8-4. Patrucco per Bergamasco: Vercelli sostituisce il proprio palleggiatore sul 12-6. Difesa “circense” delle rossoblu e tocco di Furegato che manda il pallone a baciare la riga: 14-7. Sul 19-9 Rinaldi, (in prestito dall’Alessandria Volley), sostituisce Del Nero e la panchina ospite chiede un time-out. E’ preciso il pallonetto di Angeleri in posto tre e lo è altrettanto il servizio di Deambrogio che vale l’ace del 21-9. La Mokaor non esce da una rotazione che la vede in palese difficoltà. Dopo il cambio Lupo-Prinetti, è Leotta ad operare il cambio palla. L’EVO Volley si avvia a vincere il primo set della stagione. Angeleri e Furegato per il definitivo 25-12. Dopo l’inversione di campo Ferrari (per Fracchia), Kokoshi (per Deambrogio) e De Simone (per Dell’Oste). Inizio favorevole alle ospiti (1-4) e dopo il muro vincente di Ferrari, la Mokaor allunga ulteriormente (2-6). Il “viaggio” di Furegato dai nove metri frutta il 5-6 rossoblu (due aces) e l’EVO torna definitivamente a contatto con le avversarie grazie ad una difesa di De Simone e ad un’invenzione di Del Nero. La regista carrarina “chiama” il proprio opposto da seconda linea, ma la mira non è quella giusta. Vercelli sfrutta il cambio palla e si riprende 5 lunghezze di vantaggio: 6-11 e time-out EVO. Con pazienza, sfruttando il turno di battuta di Ferrari, la squadra di casa si porta sul 13-15. Anche la Mokaor non scherza dai nove metri e con Lupo guadagna il 13-18. Soriani cala la “tripla” e Vercelli interrompe il match chiedendo un time-out: 16-18. Mani-out di Kokoshi (17-18) e cambio per l’S2M: Fumarulo per Zambotti. Coach Vigliani chiude il cambio sul 18-19 e la fast di Bertolone anticipa la sostituzione rossoblu: Cattaneo per Angeleri. Arrivati a questo punto è quasi scontato che i terminali offensivi diventino Leotta e Soriani. Il doppio aces di Prinetti e il muro di Leotta portano la gara al tie-break: 19-25. L’EVO schiera il sestetto di partenza, con due eccezioni: Kokoshi per Deambrogio e debutto in rossoblu per Chiara Coppo (classe 2004). L’azione del 5-3 (diagonale di Furegato) è la più lunga e spettacolare del torneo (difesa al limite di Coppo e Kokoshi). Parallela millimetrica di Angeleri per il 7-5 e tocco di seconda intenzione di Coppo che manda le squadre all’inversione di campo: 8-6. La Mokaor impatta a quota otto e mette la freccia con Prinetti: 8-9 e time-out EVO. Il parziale rimane aperto e Vercelli scappa via: 8-12 e seconda sospensione per coach Montagnini. Il pallonetto di Angeleri vale il 9-12, ma l’S2M ormai è lontana, con le mani sulla medaglia di bronzo. Soriani e Kokoshi per il 12-13 che riapre miracolosamente il tie-break. L’ex attaccante dell’Alessandria Volley piazza il mani-out del 13 pari e la panchina ospite ferma il gioco. Zambotti per il match-point nero-verde (13-14), annullato da un attacco impreciso di Prinetti: 14-14. L’opposta della Mokaor si rifà a muro (14-15), ma non è ancora finita perché Coppo trova il varco del 15 pari. Ace di Kokoshi (16-15) e il match-point questa volta è per le padrone di casa. Zambotti attacca da posto quattro ma la palla trova sulla sua strada l’astina della rete: 17-15.

La finalissima tra Alba ed Orago ha confermato la bontà del tasso tecnico delle due formazioni di B2. Nella prima frazione il team di Salomoni sfrutta un avvio più convincente e chiude per 25-16. Seconda frazione molto combattuta. L’Alba Volley non riesce a scrollarsi di dosso un Orago quanto mai determinato ed organizzato. Solo sul 14 pari le piemontesi riescono a piazzare un break significativo: 19-14. La vittoria è ad un passo. Alba si aggiudica la prima edizione del Memorial “Roberto Ganora” con il parziale di 25-16.

Presenti alla premiazione il presidente della Junior Volley Gabriele Vizio, Alessia e Silvia, figlie di Roberto Ganora e il Dott. Roberto Guaschino in rappresentanza dell’AIL di Alessandria.

LE INTERVISTE DEL DOPO PARTITA

Valentina Ferrari: “Contro Alba potevamo esprimerci meglio, soprattutto nel primo set, ma era la nostra uscita numero uno e qualche imprecisione è più che comprensibile. Stiamo lavorando tanto e bene. Il mio inserimento sta procedendo in maniera splendida e sono stata felice ed emozionato nel dover giocare titolare contro un avversario come Alba”.

Giorgia Del Nero: “Un passo alla volta. Questa prima uscita la giudico soddisfacente. L’intesa con le nuove arrivate sta crescendo ed è stato bello che nella seconda partita siano state coinvolte risultando decisive. Siamo un buon gruppo, che potrà far bene in campionato a patto rimanga umile ed unito soprattutto nei momenti difficili”.

Doris Kokoshi: “Venti giorni fa non sapevo nemmeno che avrei fatto parte di questa squadra. Oggi ho potuto dare il mio contributo in un tie-break combattuto e lottato, contro un signor avversario. Mi sento bene, mi sto inserendo bene ed ho tanta voglia di ritagliarmi uno spazio significativo in una EVO Volley importante”.

Maurizio Montagnini: “Nel complesso posso ritenermi soddisfatto. Le ragazze hanno “rotto il ghiaccio” in due partite molto impegnative. Avversari forti, organizzati, che hanno impreziosito questo nostro esordio. Ho potuto ruotare tutti gli effettivi a disposizione grazie alla disponibilità delle atlete che ho il piacere di allenare. Un gruppo compatto, serio, maturo, che vuol vivere una stagione da protagonista e non ha paura di prendersi le relative responsabilità. Contro Vercelli è stata partita vera, perché si sono visti pregi e difetti di una squadra in preparazione. Ne siamo usciti con il carattere e con la giusta concentrazione”.

Semifinali:

EVO Volley-L’Alba Volley-0-2

(11-25 / 18-25)

EVO Volley: Del Nero (K) 5, Furegato 5, Fracchia 5, Dametto, Angeleri 1, Ferrari 2, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Rinaldi, Dell’Oste (L) , De Simone (L). All: Montagnini.

L’Alba Volley: Barbero, Alessandria, Sciolla 5, Vigolungo 8, Montefameglio 2, Bovolo 5, Corti 9, Dal Maso 4, Micheletti 2, Mondino (L). Gallo (L). All: Salomoni-Volante.

Servizi vincenti: EVO Volley 1, Alba 7.

Errori al servizio : EVO Volley 3, Alba 6.

Punti a muro: EVO Volley 6, Alba 5.

Mokaor S2M VC-Progetto Orago-0-2

(17-25 / 16-23)

Mokaor S2M VC: Bertinazzi (K) 4, Bertolone 5, Lupo L., Leotta 5, Bergamasco, Lupo G., Prinetti 6, Patrucco, Zambotti, Fumarolo, Paggi (L), Breda (L). All: Vigliani-Gherardi.

Progetto Orago: Cantaluppi (K) 4, Maiorano 6, Jimenez 1, Ferrari, Cecchini 3, Selemma 10, Perez 1, Sartore, Zanella 6, Cazzaniga, Giustini, Monni, Provasi (L). All: Zoratti.

Servizi vincenti: S2M 2, Orago 8.

Errori al servizio : S2M 6, Orago 4.

Punti a muro: S2M 4, Orago 4.

Finale 3-4 posto:

EVO Volley-Mokaor S2M Vercelli-2-1

(25-12 / 19-25 / 17-15)

EVO Volley: Del Nero (K) 3, Furegato 10, Fracchia 4, Dametto, Angeleri 7, Ferrari 3, Soriani 9, Coppo 2, Deambrogio 3, Cattaneo, Kokoshi 6, Rinaldi, Dell’Oste (L) , De Simone (L). All: Montagnini

Mokaor S2M VC: Bertinazzi (K), Bertolone 5, Lupo L. 1, Leotta 9, Bergamasco 1, Lupo G., Prinetti 8, Patrucco 4, Zambotti 3, Fumarolo, Paggi (L), Breda (L). All: Vigliani-Gherardi.

Servizi vincenti: EVO Volley 7, S2M 6.

Errori al servizio : EVO Volley 9, S2M 0.

Punti a muro: EVO Volley 2, S2M 3.

Finale 1-2 posto:

L’Alba Volley-Progetto Volley Orago-2-0

(25-16 / 25-16)

L’Alba Volley: Barbero, Alessandria, Sciolla, Vigolungo, Montefameglio, Bovolo, Corti, Dal Maso, Micheletti, Mondino (L). Gallo (L). All: Salomoni-Volante.

Progetto Orago: Cantaluppi (K), Maiorano, Jimenez, Ferrari, Cecchini, Selemma, Perez, Sartore, Zanella, Cazzaniga, Giustini, Monni, Provasi (L). All: Zoratti.

Direttori di gara: Foschi Stefano, Difrancesco Silvia e Virgillito Enrico di Torino.

Classifica finale: 1 L’Alba Volley, 2 Progetto Volley Orago, 3 EVO Elledue, 4 Mokaor S2M Vercelli.

post

IL GRANDE VOLLEY DI A1 TORNA AL “PALAFERRARIS”

Tra le numerose iniziative promosse dal Progetto EVO Volley, merita un posto d’onore l’amichevole che si disputerà mercoledì 25 settembre al “PalaFerraris” di Casale Monferrato. La dirigenza dell’EVO Volley è lieta di comunicare il ritorno della grande pallavolo di serie A1. Si affronteranno in un test-match di preparazione al prossimo campionato di A1, le formazioni della Reale Mutua Fenera Chieri e della Unet E-Work di Busto Arsizio. La gara inizierà alle ore 19.30 e per gli appassionati di volley più “longevi” non si tratterà di una semplice amichevole. Gli intrecci con il passato della società saranno innumerevoli, così come le storie personali che legano a doppio filo con il territorio piemontese diverse atlete in organico Fenera e Busto.

Iniziamo dalla Reale Mutua Fenera Chieri, allenata da coach Giulio Bregoli (ex Sant Raphael, team francese dove ha militato la casalese Stefania Guaschino). Tra le giocatrici in forza al team chierese, troviamo atlete che hanno incrociato più di una volta la Junior Volley. Da Alessia Lanzini (Carnago) a Elena Perinelli (Orago); da Alessia Mazzaro (Cislago) a Yasmina Akrari (Lilliput Settimo). Il DS Max Gallo ha allestito una buonissima squadra, dove trovano posto elementi di classe come Stephanie Enright, Kaja Grobelna, Anastasia Guerra, Chiara De Bortoli e Francesca Bosio.

Dall’altra parte della rete ci sarà la Unet E-Work di Busto Arsizio. Beatrice Berti, Francesca Villani, Giulia Leonardi, Alessia Gennari e Karsta Lowe, (tornata dopo un anno a Conegliano), sono tra le colonne portanti di un team che ha chiuso lo scorsa stagione con la conquista della Coppa CEV. Anche nella “rosa” delle “farfalle” ci sono delle giocatrici che in passato hanno sfiorato il rossoblu della Junior. Da Maria Luisa Cumino (Asti e Chieri) ad Alessia Orro (Club Italia), fino ad arrivare a Sara Bonifacio (Alba), compagnia di Alice Dell’Oste nella selezione piemontese che vinse il Trofeo delle Regioni. In panchina Stefano Lavarini, tornato in Italia dopo l’esperienza biennale in Brasile. Al suo fianco, una persona “nata pallavolisticamente” al PalaFerraris: Marco Musso. Tre anni alla Junior di Dragan Nesic e Massimo Merazzi, prima di spiccare il volo verso il professionismo. A Busto Arsizio dal 2008, ha collaborato con tecnici del calibro di Parisi e Mencarelli ed ha vinto in 11 anni tutto quello che si poteva vincere. Scudetto, Coppa Italia, Supercoppa Italiana, Coppa CEV e soprattutto Champions League. Marco, partito ragazzo da Casale, è diventato uomo, marito e padre di due splendidi bambini, ma è rimasto quello di sempre. Lo dimostra il suo impegno nel sociale, in prima linea nel progetto “Mano nella mano”, in Uganda con i bambini dell’ SOS Children’s Village, insieme ad Elisa Cella, Vittoria Repice, Gaia Moretto e Valentina Diouf.

L’US Junior Volley ringrazia l’Amministrazione Comunale ed in particolare il signor Sindaco Federico Riboldi, per aver patrocinato l’evento mettendo a disposizione il “PalaFerraris”. Tutti gli appassionati di pallavolo hanno un appuntamento in agenda al quale non possono mancare.

post

EVO VOLLEY AL COMPLETO CON DORIS KOKOSHI

L’attesa per l’inizio della nuova stagione (mercoledì 28 agosto al Centogrigio, ore 19.30), sale in maniera esponenziale. La composizione della “rosa 2019-20” a disposizione di Marco Ruscigni e di Maurizio Montagnini si completa con l’arrivo di Doris Kokoshi, schiacciatrice nata a Pisa il 17 ottobre del 2001. La nuova giocatrice della serie C targata EVO (172 centimetri di altezza), ha mosso i primi passi alla PGS Vela ed è entrata a far parte del club Alessandria Volley fin dal primo anno di attività. Tre stagioni in cui ha militato in under 16 e 18, oltre a far parte della serie D 2018-19. Tra i suoi allenatori Massmo Lotta, Marcello ed Ugo Ferrari, Ernesto Volpara e… Marco Ruscigni. “E’ stato uno dei primi coach che ho avuto – commenta Doris – ed ho un ottimo ricordo per come ti aiuta a crescere nei fondamentali, insegnando la tecnica. Grinta e disponibilità massime, che sono certa di ritrovare in questa nuova avventura”. Nel campionato appena concluso l’esperienza maturata in serie D è stata molto utile, anche a livello personale: “All’inizio non ero tra le titolari. Non mi sono arresa ed ho lottato per ritagliarmi uno spazio in campo. Da gennaio in poi ho giocato parecchie gare, ma di sicuro non valuto questa esperienza come un punto di arrivo, anzi!” Cosa conosci della tua prossima realtà? “So che si tratta di una importante occasione per me. Sono davvero felice di far parte del gruppo e spero di dare il mio contributo per raggiungere un obiettivo importante. Delle mie nuove compagne conosco Martina Furegato, mia compagna in under 18, mentre le ragazze che giocavano ad Occimiano le ricordo positivamente per averle affrontate in campionato. Ho percepito subito che abbiamo in comune la voglia di emergere e di migliorare”. Una crescita che passerà da una serie C di ottimo livello: “Sarà impegnativo, ma al tempo stesso stimolante. Bello esserci. In questo momento sono emozionata e tesa, ma non per timore, piuttosto per il desiderio di confrontarmi con una realtà diversa e con una opportunità che non capita a tutti”. Obiettivi personali? “Prima di ogni altra cosa c’è la squadra. E’ ovvio che punto a crescere come giocatrice, in maniera da soddisfare le attese del club e dello staff, oltre che le mie”.

EVO Volley 2019-20

All: Marco Ruscigni e Maurizio Montagnini

Preparatore atletico: Luca Simonetti

Dirigente Accompagnatore: Marco Bernardelli

Direttore Sportivo: Pietro Del Nero

Addetto Stampa: Maurizio Garlando

Palleggiatrici: Giorgia Del Nero, Chiara Coppo.

Centrali: Martina Fracchia, Valentina Soriani, Valentina Ferrari.

Schiacciatrici: Martina Furegato, Viviana Angeleri, Camilla Dametto, Federica Deambrogio, Margherita Cattaneo, Doris Kokoshi.

Liberi: Alice Dell’Oste, Alice De Simone.

post

Alessandria Volley si parte e il 7 settembre la Presentazione in Piazzetta! A Pasqua l’Evento Giovanile!

Comunicato Ufficiale

 

Nuova stagione e tanti progetti, l’Alessandria Volley vuole ancora essere protagonista nei Campionati e Tornei. Il 22 agosto ritrovo per la Serie D e Under 16 , il 26 il via per tutte le altre squadre mentre il 3 settembre torneranno sui campi i bimbi e bimbe del MiniVolley.

 

Il Grande giorno sarà il 7 settembre, la società tornerà nel cuore della Città e ha scelto Piazzetta della Lega sabato pomeriggio alle 17,30 per presentare tutta la struttura. L’evento presentato da Stefano Venneri, vedrà sul palco Autorità e Sponsor, tutte le squadre femminili e maschili, lo staff Tecnico e Societario ma non solo perchè grande protagonista sarà il progetto EVO VOLLEY: nel tradizionale vernissage nel quale sarà possibile conoscere le formazioni dal minivolley alla

serie C ed i relativi staff tecnici. Autorità e sponsor saranno presentati al pubblico nel contesto dell’illustrazione dei programmi societari, in quanto parte imprescindibile e fondamentale per lo

sviluppo degli stessi. Presente all’evento, le delegazioni dei club aderenti al Progetto EVO Volley (Alessandria Volley, US Junior Volley, Armonia e Movimento Felizzano, Derthona Volley, Gavi Volley, ASD Sale).

 

La società intanto è già al lavoro per Pasqua 2020 quando si vuole portare in Città per 3 giorni il VOLLEY GIOVANILE con squadre da ogni parte. Un progetto importante non solo di sport ma turistico, culturale, ricreativo e anche commerciale. L’intento è quello di organizzare visite

nei luoghi caratteristici per far conoscere Alessandria ad atleti/e e le famiglie provenienti da altre Regioni; inoltre si vogliono coinvolgere le strutture Alberghi, Ristoranti e attività per ospitare le

squadre. Un progetto ampio e difficile da realizzare ma che darebbe una grande visibilità alla Città “Capitale del Volley Giovanile” per 3 giorni. I primi di settembre si terrà un incontro con Istituzioni e

Associazioni per costruire una squadra di lavoro.

post

AUMENTA LA POTENZA DI FUOCO DELLA EVO VOLLEY

Il Direttore Sportivo Pietro Del Nero, ha raggiunto l’accordo con Margherita Cattaneo, schiacciatrice nativa di Alessandria, che va ad aumentare la “Santa Barbara” a disposizione dei tecnici Ruscigni e Montagnini in vista della prossima stagione. La schiacciatrice nata il 20 marzo del 1994 (165 centimetri di altezza), vanta un notevole bagaglio di esperienza ed è pronta a metterlo a disposizione del suo nuovo club. Nel corso di una stagione lunga e difficile, le caratteristiche tecniche di Margherita sono manna dal cielo per qualsiasi allenatore. Intelligente e difensivamente perfetta, la nuova arrivata in casa EVO, è la giocatrice che può togliere la squadra dalle difficoltà, in qualsivoglia rotazione. Una situazione tattica che si è spesso proposta alle rossoblu nella passata stagione. Strisce di 8-9 punti subiti consecutivamente, che hanno influito sui risultati, condannando Dell’Oste e compagne ad un considerevole numero di tie-break.

Nata pallavolisticamente al Quattrovalli Alessandria, Margherita ha giocato tutti i campionati giovanili con il team della propria città. Un periodo di pausa e poi l’esperienza (2016-17) a Sale, in Prima Divisione. Un campionato importante, trampolino di lancio verso Novi Ligure dove, nel 2017-18, ha conquistato i play-off. Stessa sorte nell’anno successivo (2018-19), con finale decisamente diverso perché con il Play Asti di coach Bellagotti, è arrivata la promozione in serie B2. Margherita Cattaneo è anche una giocatrice di beach volley. La schiacciatrice alessandrina partecipa a tornei indoor ed all’aperto sia federali che amatoriali.

Alla EVO Volley ritroverà molte ex compagne di squadra. Da Deambrogio, Del Nero e Fracchia (Novi), a Dametto (Asti). “Questo è stato uno dei motivi che mi ha spinto ad accettare – commenta Margherita – perché il valore di queste ragazze è sinonimo di serietà, impegno, ma anche di amicizia e divertimento. In partita, in allenamento e nello spogliatoio, nulla è lasciato al caso. Si lavora e ci si impegna al massimo. So che gli obiettivi della società sono alti, ma con questa squadra si parte da una base solida che sono certa darà soddisfazioni a tutti”. La parola play-off non fa paura: “Nelle ultime due stagioni sono riuscita a raggiungerli con Novi ed Asti. Non vedo l’ora di iniziare per conoscere il resto del gruppo e per partire verso un traguardo ambizioso, ma giusto. Soprattutto visto il potenziale della “rosa” che sta nascendo in queste settimane”. Chi conosce bene il neo-acquisto rossoblu, è Giorgia Imarisio, ex compagna a Novi Ligure: “La stagione condivisa con lei, è stata tra le più belle della mia carriera, sotto tutti i punti di vista. Margherita è una ragazza intelligente, consapevole della propria forza e desiderosa di crescere e di migliorare. In allenamento non manca mai il suo impegno e nello spogliatoio è un collante prezioso perché ha una parola per tutte. Tecnicamente? Vorrei dire che il suo ingresso a partita in corso in seconda linea è determinante, ma sarebbe riduttivo. In difesa è un valore aggiunto che fa la differenza ed il suo servizio ha spaccato più di una partita a nostro favore. Credo sia un grande acquisto per un team che punta in alto, anzi ne sono certa al 100%”. Il terzo acquisto della EVO Volley conferma le intenzioni del club: lottare per i play-off. E le novità non sono certo finite qui. A breve l’annuncio di un vero e proprio top-player…