post

TRE PUNTI NEL RECUPERO

La Folgore S.Mauro-Euromac Mix EVO-1-3

(17-25 / 25-13 / 16-25 / 21-25)

La Folgore S.Mauro: Boffi (K) 17, Bosticco C. 7, Bruno 9, Rutigliano, Fabiani 6, Deandreis, Cocchia 2, Bosticco E., Milan 1, Eze Queensley 8, Barile 1, Damasio (L), Sorrento (L). All: Civera.

Euromac Mix EVO: Del Nero (K) 3, Furegato 13, Soriani 16, Fracchia 12, Dametto 11, Angeleri 9, Coppo, Ferrari, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Folgore 12, EVO 4.

Errori al servizio : Folgore 6, EVO 7.

Punti a muro: Folgore 5, EVO 13.

San Mauro T.se (TO) – Si è disputato nella serata di mercoledì 4 marzo, il recupero tra Folgore ed Euromac Mix EVO, valido per il diciassettesimo turno di serie C regionale (girone B). Trasferta tutt’altro che agevole per le rossoblu di Marco Ruscigni e Maurizio Montagnini, alle prese con la rivoluzione-allenamenti post coronavirus e con gli impegni di lavoro delle atlete. Ottanta chilometri da gestire in un turno infrasettimanale, in un giorno che normalmente viene dato come riposo, sono un fattore concreto in una gara di per se molto difficile, che arriva dopo due sconfitte consecutive al tie-break. La capolista è giunta a San Mauro “scaglionata”, con Del Nero e Fracchia che in pratica hanno dovuto rinunciare ad una parte del riscaldamento. Il sestetto scelto in avvio dalla panchina rossoblu è stato il seguente: Del Nero, Furegato, Soriani, Fracchia, Dametto, Angeleri e Dell’Oste (libero). Le blu-arancio padrone di casa hanno replicato con Rutigliano, Boffi, Eze Queensley, Bruno, Caterina Bosticco, Fabiani e Damasio (libero). L’approccio al match delle rossoblu è oltremodo positivo. Fino al 3-6 le ospiti non corrono rischi, poi si complicano la vita e con un ace di Boffi La Folgore agguanta la parità a quota nove. Invasione fischiata a Furegato e padrone di casa avanti nel punteggio (11-10). Il muro dell’Euromac Mix funziona a dovere e Soriani firma il controsorpasso: 11-12. Furegato, stasera particolarmente ispirata, colpisce da seconda linea regalando alle compagne il 12-14. Unico neo, il dato relativo agli errori gratuiti commessi dalle rossoblu. Sul 13-14 La Folgore ha usufruito di 9 punti regalati. A questo punto la capolista piazza un break importante. Parallela di Dametto e time-out torinese sul 13-16. Tre cambi per coach Civera: Milan per Fabiani, Cocchia per Boffi e Barile per Eze Queensley. L’Euromac Mix veleggia tranquilla verso il traguardo del primo set, raggiunto con una bella diagonale di Angeleri: 17-25. Si cambia campo nel silenzio surreale di un match a porte chiuse e La Folgore reagisce con ordine ed orgoglio facendo leva sul fondamentale del servizio. Avvio devastante (6-2) con relativo time-out chiesto da Marco Ruscigni. Il muro di Dametto sul 9-5 fa scattare la sospensione blu-arancio e solo sul 12-6 arriva il primo errore dai nove metri commesso dalla squadra di casa. Dal 14-7 al 15-11 con Fracchia in battuta, poi arriva l’ace di Bosticco e la frazione della Folgore è tutta in discesa. Cattaneo per Furegato sul 21-13 e pareggio torinese che si concretizza (25-13) con due aces consecutivi di Boffi. A questo punto la capolista mette sul piatto della bilancia del match, la cosa migliore della serata. La reazione nervosa dell’Euromac Mix è quella di un team che vuole lasciarsi alle spalle i recenti risultati negativi. Non era facile riprendere il filo del discorso dopo un 25-13, ma l’EVO Volley ci riesce con ordine, sfoggiando una difesa reattiva ed un attacco che non ha paura di sbagliare. Anche dal punto di vista fisico la squadra è parsa in netta ripresa. Dal 5-5 al 9-9, con La Folgore che colpisce con Fabiani e Boffi. Ace di Fracchia, muro di Furegato e coach Civera è costretto al time-out: 11-16. Barile per Rutigliano, Milan per Fabiani, Cocchia per Boffi. La panchina blu-arancio prova ad invertire l’inerzia del set senza riuscirci. Merito di una squadra ospite concentrata e determinata più che mai. Bella sequenza di Angeleri dai nove metri. Tre muri consecutivi di Soriani fanno il resto: 14-23. La chiusura è affidata ad un tocco di seconda intenzione di Del Nero e a una fast di Valentina Soriani: 16-25. Le padrone di casa presentano un cambio in avvio di quarto set: Milan per Fabiani. Inizio convincente dell’Euromac Mix (0-2) e reazione immediata della Folgore (4-2). Fracchia e Furegato rimettono le cose a posto (9-12), ma le blu-arancio agganciano il 12 pari grazie a due aces di Bruno. Primo tempo di Eze Queensley per il vantaggio torinese (13-12), ma l’EVO Volley non ci sta e dopo il time-out di Ruscigni, Furegato e Fracchia riprendono a martellare dalle rispettive zone di competenza. Due muri consecutivi della centrale di Spinetta valgono il 13-17, poi La Folgore ha un sussulto e grazie a tre errori in attacco delle ospiti, rimette la frazione in parità: 17-17. Sale in cattedra Furegato, mentre la difesa chiude tutti i varchi grazie al lavoro di Angeleri e Dell’Oste: 17-20. E’ il momento di chiudere i conti. Sul 19-23 rientra Fabiani, ma la capolista sta per riassaporare il gusto della vittoria. Fast di Soriani e l’Euromac Mix può tornare a casa con tre preziosissimi punti. “La reazione dopo il secondo set – commenta Maurizio Montagnini – è stata eccellente. Non era semplice vincere qui e la squadra è riuscita nell’impresa grazie ad una buona fase difensiva, accompagnata dalla consueta correlazione con il muro. Dobbiamo crescere e ritrovare fiducia nelle nostre certezze. Tutti ci aspettano al varco, decisi a fare la partita della vita e ci sta. Dipende da noi, ma le cose positive viste stasera sono tante e non possiamo che essere ottimisti”. Tra 48 ore si “dovrebbe” tornare in campo per la giornata numero 18 e per il derby del PalaCima contro la Pallavolo Novi. Il condizionale è d’obbligo e ne sapremo sicuramente di più nelle giornate di giovedì e venerdì.

Risultati 17^giornata: Gaglianico-Play Asti; El Gall-Cusio-3-0 Santena 95-Teamvolley BI; Involley-Savigliano; La Folgore-Euromac Mix EVO-1-3 Novi-Real Venaria; Isil Almese-Mokaor S2M.

Classifica: Euromac Mix EVO pt.46, TeamVolley BI pt.37, El Gall pt.36, Isil Almese pt.35, Savigliano pt.32, Santena pt.29, Mokaor S2M pt.26, La Folgore e Play Asti pt.23, Cusio pt.20, Real Venaria pt.18, Involley pt.7, Gaglianico pt.6, Novi pt.4.

EVO Volley, El Gall, La Folgore e Cusio una gara in più.

Prossimo turno (07-03-20): Mokaor S2M-Gaglianico (3-0); Teamvolley BI-Involley (3-1); Savigliano-Santena 95 (0-3); Euromac Mix EVO-Novi (3-0) (ore 20.30); Cusio-La Folgore (3-2); Real Venaria-El Gall (2-3); Play Asti-Isil Almese (0-3).

post

TRE PUNTI FONDAMENTALI

San Rocco NO-EVO Tre Colli Gavi-1-3

(21-25 / 22-25 / 25-15 / 26-28)

EVO Tre Colli Gavi: Bertelli (K), Rinaldi, Marku, Bernagozzi, Carrea, Ronzi, Comandini, Scarafia, Traverso, Pagano, Papillo (L), Cazzulo (L). All: Volpara-Barbagelata.

Novara – Il girone di ritorno dell’EVO Tre Colli inizia con la trasferta di Novara, in casa del fanalino di coda San Rocco, sconfitto all’andata per tre a zero. Dopo la sosta sono stati parecchi i risultati a sorpresa. Il ko della capolista Bellinzago in casa per mano dello Stella Rivoli e il tre a uno con cui il San Raffaele ha regolato l’Agape Issa sono stati i più eclatanti. Anche a Novara stava per uscire un risultato che alla vigilia era difficile da pronosticare perché dopo i primi due set, vinti agevolmente dalle ospiti, il fanalino di cosa San Rocco ha riaperto la gara (25-15) e l’EVO Tre Colli ha dovuto ricompattarsi per poterla spuntare al fotofinish. Un 26-28 di maturità, per Bertelli e compagne, brave a calarsi con umiltà in un match che sata diventando difficilissimo sotto il profilo emotivo. Con questa vittoria e con questi tre punti, l’EVO Tre Colli può preparare in totale serenità il match di sabato prossimo, quello che lo vedrà opposto al Volley Bellinzago. A quota 24 punti in classifica si respira una buona aria. Una posizione che le ragazze di coach Volpara hanno pienamente meritato.

post

TRE PUNTI PER RICOMINCIARE

Play Asti-EVO Volley-0-3

(13-25 / 13-25 / 21-25)

Play Asti: Mussa (K) 2, Abdlahna 8, Bontempo 1, Brillo 2, D’Andrea, Depetris 1, Lori 7, Ponzone, Quarello, Resmini 8, Ghiazza L.(L), Ghiazza G.(L). All: Asola-Berta.

EVO Volley: Del Nero (K) 1, Furegato 7, Soriani 18, Fracchia 9, Dametto 14, Angeleri 4, Coppo, Ferrari, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Asti 5, EVO Volley 7.

Errori al servizio : Asti 6, EVO Volley 6.

Punti a muro: Asti 1, EVO Volley 10.

Asti – Il campionato dell’EVO Volley ricomincia da Asti. La giovane formazione locale allenata da Silvia Asola è tra i peggiori clienti che si potessero trovare dopo tre settimane di inattività. Il Play Asti si presenta all’appuntamento con la capolista con alle spalle tre successi consecutivi in serie C e delle ottime prestazioni sfoderate nei tornei under 16 di fine anno (vittorie in casa e a Cecina). L’EVO Volley tuttavia non può permettersi di rallentare la propria marcia, soprattutto alla vigilia della delicata trasferta di Lessona contro il TeamVolley secondo in classifica. Coach Ruscigni schiera Del Nero, Furegato, Soriani, Fracchia, Dametto, Angeleri e Dell’Oste (libero). Le padrone di casa rispondono con  Quarello, Abdlahna, Brillo, Mussa, Resmini, Bontempo ed il doppio libero Greta e Lucia Ghiazza. L’infortunio a Pastorelli toglie un terminale offensivo importante a coach Asola da posto due. Prima dell’inizio del match, il Play Asti nella persona del proprio presidente, ha consegnato alle tre ex, Soriani, Dametto e Cattaneo, una maglietta ricordo ed un mazzo di fiori, come omaggio e ringraziamento verso tre atlete protagoniste della recente promozione in serie B2 del club astigiano. Un bel gesto, tutt’altro che scontato, che ha emozionato le giocatrici rossoblu sommerse da un lungo e fragoroso applauso. Il primo punto del 2020 in casa EVO lo mette a segno Furegato; seguono a ruota due fast di Soriani per il 2-5 ospite. Dametto colpisce per tre volte da posto quattro e la capolista fugge sul 2-8 con Soriani in battuta. Angeleri da seconda linea, Furegato a muro e Silvia Asola ferma il gioco sul punteggio di 3-12. Doppio cambio (palleggiatore-opposto) per il team di casa. Entrano in partita De Petris e Lori. La sostituzione viene chiusa sul 7-16 e l’EVO Volley sistema un paio di colpi vincenti con Fracchia: 10-21. Il secondo time-out astigiano anticipa di poco il definitivo 13-25 (muro vincente di Fracchia). Sei errori-punto per le rossoblu, abili a non cadere nelle trappole tese (soprattutto in battuta) da Mussa e compagne. Dopo l’inversione di campo il Play Asti presenta Lori nel sestetto titolare, schierata da opposto. Si procede a suon di cambi palla, con le ragazzine di coach Asola brave a rimanere attaccate alle avversarie: 8-9. Il turno in battuta di Angeleri scava il solco decisivo. Dieci a zero di parziale con giocate apprezzabili di Del Nero, Soriani e Dametto. Doppio aces di Angeleri e time-out Asti sul punteggio di 8-18. Cattaneo per Angeleri (8-19) e pallonetto di Lori che spezza l’incantesimo: 9-19. Quarello e De Petris in campo nel finale di frazione. La parallela di Dametto ed il successivo ace dell’ex attaccante di Chieri, mettono fine alla seconda frazione: 13-25 (e sono sempre sei i gratuiti concessi alle avversarie). Il terzo set è il più bello e spettacolare. Le azioni si prolungano e le difese si esaltano nella lotta su tutti i palloni. Resmini e Lori da una parte, Del Nero e Dell’Oste dall’altra e la gara è accompagnata dagli applausi del pubblico. Ace di Resmini per il 9-12 e parallela della stessa giocatrice per il 15-17. Sale in cattedra Soriani. Muro vincente (17-20) che da il là alla fuga decisiva. Ponzone per Brillo (19-22) e mani-out di Dametto che chiude lo scambio più lungo della serata: 19-23. Dopo il time-out di Silvia Asola il Play Asti ha un ulteriore moto di orgoglio. Marco Ruscigni chiede la prima (ed unica) sospensione della serata sul 21-23. Errore dai nove metri delle astigiane e muro vincente di Martina Fracchia: 21-25. “Non era una partita semplice – commenta coach Ruscigni – perché era la prima dopo una lunga sosta. Dodici mesi fa ci leccavamo le ferite dopo la bruttissima prestazione offerta in casa (0-3) con Santena. Stasera è andata decisamente in maniera diversa, grazie ad una maturità che il gruppo ha dimostrato di possedere. Per noi era fondamentale ritrovare il ritmo-partita per preparare al meglio la super-sfida di sabato prossimo”. Una partita che, con 4 punti in più si potrebbe anche gestire: “Assolutamente no. Sarà una prova del nove per tutti noi. Contro un avversario forte, in una palestra dove il pubblico in tante occasioni ha fatto la differenza con il proprio sostegno. Andiamo a Lessona per giocare la nostra pallavolo; alla fine accetteremo il verdetto del campo come sempre abbiamo fatto, ma prima le tenteremo tutte per portare a casa la vittoria”. Margherita Cattaneo: “E’ stato molto bello. Stasera ci siamo emozionate perché siamo state protagoniste di una sorpresa veramente gradita. Quando lasci dei bei ricordi, come atleta e come persona in una società, centri la vittoria più bella. La squadra nelle festività si allenata bene. Sapevamo che avevamo tutto da perdere contro il Play Asti ed abbiamo affrontato l’impegno con la serietà di sempre, anche per rispetto di un avversario che ha confermato tutto quello che di positivo si era detto sul proprio conto”.

Risultati 11^giornata: Mokaor S2M-Savigliano-2-3 Novi-La Folgore-0-3 PGS El Gall-TeamVolley BI-1-3 Play Asti-EVO Volley-0-3 Gaglianico-Involley-3-0 Isil Almese-Santena-3-0 Real Venaria-Cusio-1-3

Classifica: EVO Volley pt.32, TeamVolley BI pt.28, Isil Almese pt.24, El Gall pt.22, Savigliano pt.20, Mokaor S2M pt.19, Cusio pt.16, Santena e La Folgore pt.15, Play Asti pt.14, Real Venaria pt.12, Involley pt.7, Gaglianico pt.5, Novi pt.2.

Prossimo turno (18-01-20): Cusio-Mokaor S2M; La Folgore-Gaglianico; PGS El Gall-Isil Almese; TeamVolley BI-EVO Volley (20.30); Involley-Play Asti; Santena-Novi; Savigliano-Real Venaria.

post

TRE PUNTI D’ORO E L’EVO SALE SULL’OTTOVOLANTE

EVO Volley-Mokaor S2M VC-3-1

(17-25 / 25-21 / 25-19 / 25-20)

EVO Volley: Del Nero (K) 3, Furegato 16, Soriani 22, Fracchia 9, Dametto 17, Angeleri, Coppo, Ferrari, Deambrogio, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Mokaor S2M VC: Mossetti (K) 11, Borrini 3, Atanassi, Bertinazzi 9, Bertolone 7, Leotta 12, Patrucco 1, Zambotti 6, Lupo G., Mandelli, Paggi (L), Breda (L). All: Vigliani-Gherardi.

Servizi vincenti: EVO Volley 4, Mokaor 8.

Errori al servizio : EVO Volley 12, Mokaor 7.

Punti a muro: EVO Volley 12, Mokaor 8.

Casale Monf.to – Si è disputato nella Tensostruttura adiacente al PalaFerraris, l’anticipo valido per l’ottavo turno di serie C (girone B) tra EVO Volley e Mokaor S2M Vercelli. I punti che separano le due formazioni in classifica sono 10, ma sono tutti “bugiardi”. Le vercellesi hanno una gara in meno (che recupereranno martedì 10 dicembre) e possiedono un organico in grado di abitare stabilmente i quartieri alti dei play-off. Gara da bollino rosso per Del Nero e compagne. La capitana di casa scende in campo insieme a Furegato, Soriani, Fracchia, Dametto, Angeleri e Dell’Oste (libero). Le ospiti replicano con Borrini, Leotta, Bertinazzi, Bertolone, Mossetti, Zambotti e Paggi (libero). Nei primi minuti (5-6) le squadre si studiano ed il ritmo non è eccelso. Le palleggiatrici variano il gioco e tutte le attaccanti vanno a referto. Il primo “strappo” al match lo da la Mokaor: 6-11 con la difesa di casa che concede troppo alle vercellesi. Sul punteggio di 8-13 arriva anche la prima sospensione richiesta da coach Ruscigni. Del Nero si affida a Soriani e Dametto (ex della partita), ma la difesa di Mossetti e compagne è quasi perfetta ed occorre molta pazienza per rientrare nel set: 13-15 e time-out S2M. La precisione in attacco non c’è e la Mokaor macina gioco e punti sfruttando tutti gli errori delle rossoblu: 14-21. Resettare e ripartire, ma dopo il tre a zero dell’EVO Volley, coach Vigliani ferma il gioco con il suo secondo time-out: 17-21. Muro a uno di Borrini su Angeleri e dopo l’azione più lunga del set, è Bertolone a piazzare il block-in del 17-23. La Mokaor chiude un set eccellente, dove l’intensità difensiva ha fatto la differenza. 17-25. La partita in avvio di seconda frazione è bellissima. EVO e Mokaor si danno battaglia e Dametto trascina le padrone di casa al vantaggio di 6-5. Deambrogio per Angeleri sul punteggio di 8-7. Mini-break rossoblu (10-7) grazie ad un’altra invenzione di Dametto. Patrucco per Borrini in regia e pareggio a quota 13 con un muro di Leotta. La palleggiatrice titolare rientra sul 16-13 e l’intensità del match non cala. Time-out Vercelli sul 18-14, con la Mokaor che sbaglia un paio di conclusioni in attacco. Mandelli per Zambotti (20-14) e recupero S2M con Mossetti e Bertinazzi: 20-17 e time-out EVO. La difesa in bagher di Dametto “bacia” la linea laterale e Soriani va a bersaglio con la fast, ma le ospiti non si arrendono e sul 22-20 mettono in crisi la retroguardia di casa. Quattro set-point per l’EVO Volley (24-20) e al secondo tentativo (attacco di Furegato da seconda linea) il derby torna in parità: 25-21. Deambrogio confermata in sestetto e si riparte. A pochi metri di distanza (PalaFerraris) si sta allestendo il ring per la giornata di domani dedicata al pugilato, ma il vero duello va in scena qui. EVO avanti per 8-6 e sorpasso S2M con Leotta e Mossetti: 8-10. Si picchia sempre più forte. Doppio muro di Soriani (10-10) e nuova accelerata di Mossetti: 10-12. Ace di Bertinazzi e time-out EVO sul punteggio di 11-14. Angeleri per Deambrogio (11-15) e Mokaor che gestisce il vantaggio di quattro punti. Dametto e Furegato mettono a terra due palloni di importanza capitale e coach Vigliani chiede time-out sul 14-16. Fracchia e Dametto in difesa costruiscono il 18 pari e Patrucco sostituisce Borrini. Mani-out di pura rabbia per Furegato e padrone di casa in vantaggio: 19-18. La panchina ospite chiede la seconda sospensione. Mandelli per Mossetti, ma è il muro di Soriani a far rumore sul 22-19. Ace di Furegato (il secondo di squadra in tre set per le rossoblu) ed errore in attacco di Leotta che vale il 24-19. La frazione è chiusa da Soriani con il suo muro numero cinque: 25-19. Il quarto set si apre con un bel 4-1 delle padrone di casa. Fracchia trova un buon tempo a muro e per due volte risulta decisiva: 8-3 e time-out Mokaor. Leotta e Mossetti per il 10-8 di una S2M mai doma e meritevole di applausi. Se qualcuno pensava di gestire il doppio impegno ravvicinato di campionato e Coppa, dovrà rivolgersi altrove. Lupo per Bertinazzi (in battuta) per la squadra vercellese. Zambotti stringe troppo il diagonale del 15-12, ma si rifà subito dopo con il mani-out del 15-13. Mossetti e Angeleri si esaltano in un paio di difese spettacolari e coach Vigliani ferma il gioco sul 17-14 rossoblu. Bertinazzi riprende posto in prima linea, ma non può nulla sulla fast di Soriani: 18-15. E’ il momento della verità. Mossetti risponde a Soriani e sul 20-18 è time-out per la panchina EVO. Fracchia e Del Nero mettono la firma sul 22-18 e Mandelli sostituisce Zambotti nella Mokaor. Mani-out di Furegato, diagonale di Leotta e proteste (giustificate) per un palleggio di Del Nero non sanzionato dall’arbitro. Fracchia mette tutti d’accordo e dai nove metri sigilla il definitivo 25-20. L’analisi la lasciamo alla freddezza dei numeri. La capolista ha portato a casa tre punti al termine di una serata dove ha commesso 36 errori gratuiti (12 al servizio) in quattro set. Cifre mai viste in questo inizio di stagione. Al termine dei primi due set solo quattro atlete rossoblu (tra cui la palleggiatrice) erano riuscite ad andare a bersaglio. La Mokaor, in vantaggio di un set, non ha saputo cogliere una ghiotta occasione, anche per “colpa” della reazione tutta grinta e carattere della formazione di casa. Otto volte su dieci una gara come questa sarebbe finita in maniera diversa. Il bicchiere in casa EVO è per forza di cose mezzo pieno, perché se si fatto tre punti così…

post

DUE PUNTI PER L’EVO TRE COLLI GAVI

Pallavolo Valenza-EVO Tre Colli Gavi-2-1

(25-21 / 16-25 / 25-21)

EVO Tre Colli Gavi-Cantine Resore Ovada-1-2

(25-20 / 24-26 / 18-25)

Pallavolo Valenza: Ricci (K), Trecate, Bonetto, Lonetti, Garrone, Mura, Occelli, Cadei, Avitabile, Panza, Degiovanni (L). All: Valentini.

EVO Tre Colli Gavi: Bertelli (K), Benedetti , Bernagozzi, Carrea M., Ronzi, Rinaldi, Marku, Traverso, Comandini, Pagano, Papillo (L), Cazzulo (L). All: Volpara.

Cantine Resore Ovada: Bastiera (K), Lipartiti, Pelizza, Carangelo, Comandini, Semino, Grillo, Lanza, Angelini, Giacobbe, Fossati, Lazzarini (L). All: Dogliero.

Valenza – Il triangolare di Coppa Piemonte che si è disputato al palazzetto dello sport di Valenza, ha messo di fronte le uniche due formazioni della provincia che disputeranno il prossimo campionato di serie D: la Pallavolo Valenza e l’EVO Tre Colli Gavi. A completare il primo turno di Coppa, il Cantine Resore Ovada, iscritto al torneo regionale di serie C. La gara che ha inaugurato il pomeriggio di sabato 21 è stata quella tra Valenza ed EVO Tre Colli. Partita bella, combattuta, con la squadra di casa che si aggiudica il primo set con il parziale di 25-21. L’EVO Tre Colli reagisce alla grande. Un set di pallavolo veloce ed efficace, che mette in crisi il team avversario. Ritmi sostenuti quelli del Gavi per un 16-25 inappellabile. Il set decisivo se lo aggiudica il Valenza, replicando il punteggio della frazione d’apertura. L’EVO Tre Colli ha poi affrontato la formazione di coach Cico Dogliero. Partita impegnativa, contro un avversario ben organizzato e disposto al meglio nella propria metà campo. L’EVO si aggiudica con merito il punto del vantaggio e cede ai vantaggi (24-26) una frazione che avrebbe meritato maggior sorte. Ovada chiude i conti nel terzo set e si aggiudica la sfida. “Le ragazze sono insieme da poco tempo – commenta Silvia Debenedetti – ed è comprensibile che siano ancora alla ricerca dell’intesa migliore. Sono l’unione di due gruppi, con diverse esperienze alle spalle. Tuttavia, quello che hanno mostrato oggi, lascia tutti estremamente fiduciosi. Quando la squadra esprime la sua pallavolo, l’avversario è messo costantemente sotto pressione ed è un piacere vederle giocare così. Hanno tutte le carte in regola per ben figurare in serie D e la Coppa servirà proprio per mettere a punto tutti i dettagli”.

post

SEI PUNTI PER LE PIU’ PICCOLE

Junior Volley-PVB 2009-3-0

(25-15 / 25-7 / 25-17)

EVO Elledue Junior: Losurdo (K) 24,Gjyli 11, Rubino 2, Cacciatori 1, Botteon 5, Koci 5, Pettinato 10, Visentin, Aimo, Fava, Balla. All: Mazzucco-Erra.

Junior Volley-PGS Ardor Nera-3-0

(25-21 / 25-16 / 25-15)

EVO Elledue Junior: Losurdo (K) 6,Gjyli 10, Rubino, Cacciatori, Botteon 6, Koci 3, Pettinato 15, Visentin, Guaschino 3, Fava, Balla. All: Mazzucco-Erra.

Casale Monf.to – Prosegue l’avventura dell’under 12 rossoblu nel campionato CSI. Le ragazze di coach Silvia Mazzucco hanno disputato un doppio turno casalingo e lo hanno sfruttato nel migliore dei modi. Sei punti per le juniorine, ottenuti contro il Valle Belbo Femminile e la PGS Ardor Nera di coach Silvia Genta. Entrambe le vittorie sono state più che meritate. I progressi del collettivo sono palpabili ed evidenti ed i passaggi a vuoto sono sempre meno frequenti. In questo scorcio di stagione, la squadra giovanile capitanata da Veronica Losurdo, sembra essere tra le più in forma del vivaio rossoblu.

post

PRIMO SQUILLO DA TRE PUNTI

EVO Elledue-Monviso Volley-3-0

(25-21 / 25-20 / 25-22)

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 5, Del Nero 2, Furegato 15, Farina 10, Fracchia 9, Gatti 6, Deambrogio 1, Corino, Falabrino, Chizzotti, Imarisio (L) 1. All: Ruscigni-Montagnini.

Monviso Volley: Ughetto (K) 3, Verra 4, Bono 4, Chiale, Turi 2, Canavesio, Santos 10, Saretto, Rivoira 10, Re 2, Gay (L). All: Picotto-Giai.

Servizi vincenti: EVO Elledue 2, Monviso 4.

Errori al servizio : EVO Elledue 4, Monviso 4.

Punti a muro: EVO Elledue 7, Monviso 7.

Alessandria – L’EVO Elledue si presenta alla Centogrigio-Arena dopo le due “maratone” pallavolisti che delle prime due giornate. E con dieci set alle spalle si prepara ad affrontare il Monviso Volley, formazione di Barge che è ancora ferma al palo. Le cuneesi non hanno ancora vinto un singolo set, ma non per questo vanno sottovalutate. Ancora out Dondi e Papillo, coach Ruscigni recupera Chizzotti e Montagnini. L’allenatore in seconda aveva saltato le ultime tre partite (tra coppa e campionato) per un guaio fisico. Il minuto di raccoglimento in memoria di Sara Anzanello, squarcia la Centogrigio Arena… La formazione di partenza vede Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Farina-Fracchia centrali, Dell’Oste-Deambrogio schiacciatrici di posto quattro e Imarisio libero. Le ospiti replicano con Chiale, Ughetto, Bono, Turi, Santos, Rivoira e Gay (libero). Avvio di partita favorevole alle cuneesi con Ruscigni che deve interrompere il gioco sul 3-7. La fretta, che già aveva condizionato le rossoblu a San Mauro, impedisce alle padrone di casa di organizzare una rimonta lineare. Troppi alti e bassi e soprattutto troppi errori banali che Dell’Oste e compagne non dovrebbero commettere: 11-13. Il tocco di seconda di Del Nero e la “sette” di Farina riportano la frazione in parità e fanno da prologo al vantaggio dell’EVO Volley sul punteggio di 15-14. Time-out per coach Picotto. Il primo muro del match è di Federica Deambrogio (17-14) e la seconda sospensione del Monviso Volley arriva sul 20-15. Ora la Elledue è in partita ed il turno di battuta di Farina vale il 22-15. Entra Re nelle file ospiti e trova subito un ace (corretto dal nastro): 22-17. Due errori consecutivi di Deambrogio da posto quattro fanno scattare il time-out di Ruscigni (22-19). Gatti per Deambrogio (22-20) e pallonetto sapiente dell’ex S2M che allontana la paura sul 23-20. Ancora Gatti, questa volta da posto due, per il triplice set-point (24-21) concretizzato immediatamente grazie ad un fallo di doppio palleggio commesso da Re: 25-21. La formazione del Monviso Volley approccia bene anche il secondo set (5-5) e per l’EVO Elledue si prospetta l’ennesima lotta punto a punto. L’unica palla che le ospiti non difendono è la veloce al centro di Farina. Gatti per Deambrogio (8-8) e sorpasso Monviso sul 9-10. Rocambolesca difesa di Imarisio e muro a uno di Giulia Gatti per l’azione più spettacolare del match. Canavesio per Ughetto sul 16-13 per le padrone di casa. La distribuzione di Del Nero coinvolge tutte le attaccanti della Elledue, ma occorre “restare sul pezzo” perché il Monviso Volley non ha alcuna intenzione di arrendersi. Analizzando i punti che hanno permesso alla Evo di allungare, vien fuori che le cuneesi sono state ingannate da soluzioni non proprio scolastiche delle rossoblu. La maggior esperienza ha scavato il solco (21-16) e quando anche Santos (la migliore delle ospiti) conclude malamente in rete, il 2-0 è in dirittura di arrivo. Muro a uno in parallela di Furegato e si cambia campo con un meritato doppio vantaggio: 25-20. La terza frazione si apre con un vantaggio di 5-2 per la Elledue, ma alle murate di Fracchia e Furegato fanno seguito un paio di errori in attacco ed è di nuovo parità a quota 5. Time-out EVO (8-10) e dormita in posto cinque che vale il più tre per gli ospiti. Due errori gratuiti del Monviso rimettono in carreggiata le padrone di casa: 13-13. La fase centrale di questo terzo set non è caratterizzata da un gioco fluido e spettacolare. Azioni confuse ed errori in entrambe le metà campo. Coach Picotto usufruisce del time-out sul 18-16 e la sua squadra risponde con il pareggio a quota 18. Sequenza di cambi palla (21-21) e protesta della panchina del Monviso dopo l’ennesima veloce di Farina. La centrale alessandrina piazza anche il muro del 23-21 costringendo gli avversari al time-out. Siamo ai titoli di coda, per quella che di fatto è la prima vittoria da tre punti della EVO Elledue. L’ultimo colpo lo sferra Furegato con un bel diagonale da posto due: 25-22.

Il successo è dedicato alla neo-dottoressa Alessandra Corino: 110 e lode in Scienze Biometriche Molecolari all’Università di Pavia.

La FIPAV Piemonte ha ufficializzato gli orari delle partite della seconda fase di Coppa Piemonte. Giovedì primo novembre ad Alba, le rossoblu affronteranno in sequenza il Vega Rosaltiora Verbania (16.30) e le locali dell’Alba Volley (18.00). Le gare saranno precedute dal match tra Alba e Verbania (15.00). La squadra che si aggiudicherà il triangolare accederà alle final-four di gennaio 2019.

 

post

CINQUE PUNTI PER L’EVO ELLEDUE

TERZA GIORNATA DI COPPA PIEMONTE

Gavi Volley-EVO Elledue-0-3

(18-25 / 14-25 / 17-25)

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 7, Del Nero 1, Furegato 16, Farina 14, Fracchia 3, Gatti 3, Corino, Falabrino 2, Dondi 3, Deambrogio (L). All: Ruscigni.

Gavi Volley: Cepollina (K) 9, Scarafia 2, Carrea A. 1, Bertelli 2, Carrea E. 9, Carrea M. 1, Tinello 2, Ivaldi, Traverso 5, Panizza 2, Fornicelli, Calderone (L). All: Negri.

Servizi vincenti: Gavi 6, EVO Elledue 5.

Errori al servizio : Gavi 8, EVO Elledue 3.

Punti a muro: Gavi 1, EVO Elledue 5.

EVO Elledue-San Rocco NO-2-1

(25-20 / 25-23 / 21-25)

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 6, Del Nero 3, Furegato 10, Farina 8, Fracchia 14, Gatti 4, Deambrogio 6, Corino 2, Falabrino, Dondi 2, Imarisio (L). All: Ruscigni.

San Rocco NO: Baracco (K) 13, Roggia, Rizzetti, Coppola 1, Vigliotti 7, Macaluso 2, Antonini 6, Martelli, Rolando 10, Bertone, Ciccia, Negrini (L), Rizzotti A.(L). All: Mandirola.

Servizi vincenti: EVO Elledue 7, San Rocco 4.

Errori al servizio : EVO Elledue 9, San Rocco 4.

Punti a muro: EVO Elledue 5, San Rocco 5.

Gavi (AL) – Le ragazze della EVO Elledue tornano sul “luogo del delitto” e lo fanno in occasione del terzo ed ultimo turno di Coppa Piemonte. Sabato 28 aprile, proprio al Pala-Gavi, Dell’Oste e compagne festeggiarono la matematica promozione in serie C. Una gioia che in seguito, tramite i play-off, anche le atlete del Gavi provarono con merito. Questa volta l’obiettivo è diverso, ma non meno importante. Il superamento del turno in Coppa di per se non sarebbe solo un impegno supplementare nel corso della stagione. Ottenere il pass significherebbe vincere ed affondare il colpo nel momento opportuno. Un chiaro segnale di crescita individuale come di squadra.

Nella prima partita del triangolare del Pala-Gavi, le rossoblu hanno condiviso il campo con le padrone di casa. Coach Ruscigni non può disporre di Giorgia Imarisio e di Alice Chizzotti e Del Nero non è al meglio per i postumi di un piccolo intervento chirurgico. Rossoblu in campo con Del Nero, Gatti, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Furegato e Deambrogio nell’inedito ruolo di libero. Otto a tre Elledue con Del Nero in battuta e Farina autrice di 4 punti. La prima sospensione del match è richiesta da coach Negri (4-9) e la risposta del Gavi porta la firma di capitan Cepollina: 9-11. Padrone di casa in partita e ospiti che devono velocizzare la propria fase offensiva: 13-13. Coach Ruscigni vuol parlarci su e chiede time-out dopo il pareggio di Carrea. La diagonale verso zona cinque inchioda la difesa delle rosso-blu (16-13), ma il contro-break arriva puntuale, passando ancora dal binario Del Nero-Farina: 16-18 e sospensione discrezionale per Gavi. Dalla rotazione con Fracchia in battuta giunge un parziale di 7-0 per l’EVO Elledue, poi la volata finale è “tirata” da Furegato: 18-25. L’avvio di secondo set fa registrare un aumento di intensità dai nove metri. Dell’Oste e Fracchia obbligano coach Negri al time-out sul punteggio di 1-7. Come nella frazione precedente, è Cepollina a scuotere le compagne, ma Del Nero ha più frecce al proprio arco e distribuisce il gioco con precisione ed efficacia (3-11). Le mani del muro ospite sono ben indirizzate e per Gavi è difficile trovare soluzioni in attacco. Dondi e Corino per Del Nero e Gatti sul punteggio di 6-15. Ad una ad una tutte le ragazze di Ruscigni mettono il loro mattoncino verso quota 25, ma è il Furegato-show a prendersi la scena: 14-25. Dopo l’inversione di campo l’EVO Elledue si schiera con Corino, Dondi, Farina, Falabrino, Furegato, Dell’Oste e Deambrogio (libero). Quando il tabellone segna il 7-7 coach Ruscigni propone la diagonale titolare (Del Nero-Gatti), quella che nei primi due set ha garantito il necessario ordine. Time-out Gavi sul 9-11 e cambio campo sul punteggio di 11-13. Corino e Dondi in campo una volta ultimate le tre rotazioni offensive di Giulia Gatti (12-13) in una seconda parte di terzo set dove regna molta confusione (dall’una e dall’altra parte). Occorre dare lo strappo decisivo e l’EVO Elledue ci prova con Dell’Oste, Corino e Farina. Mani-out di Dondi in parallela e 14-21 che regala alle ospiti ulteriore tranquillità. Gavi commette molti errori (in attacco, in battuta e a filo rete) e per le rossoblu portare a casa i primi tre punti della giornata diventa ancora più semplice: 17-25.

Nel successivo match la squadra di coach Ruscigni recupera il libero Giorgia Imarisio e schiera il seguente sestetto: Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Dell’Oste e Deambrogio. Avvio convincente delle rossoblu con il coach del San Rocco costretto al time-out sul 7-2. La verve delle novaresi sorprende Dell’Oste e compagne (10-9) e il match è tutt’altro che una passeggiata nonostante la differenza di categoria. Pareggio a quota 13, con l’EVO Elledue che regala qualcosa di troppo in attacco. La ricezione è imprecisa e il San Rocco passa in vantaggio sul 15-16. Anche l’arbitro commette un errore e coach Ruscigni ferma il gioco sul 16-18. L’ace della capitana vale il controsorpasso (21-20) ed induce il San Rocco al time-out. Del Nero si mette in proprio per il 23-20 e l’errore di Baracco consegna 4 set-point alla Elledue. Ne basta uno al destro di Alice Farina: 25-20. La seconda frazione si apre con un passivo di 2-6 e con una difesa novarese ottimamente disposta sul rettangolo di gioco. Occorre molta pazienza e sul 4-10 la panchina rossoblu ferma il gioco. Break di 4-0 con Deambrogio in battuta e nuovo allungo del San Rocco con un ace di Coppola: 8-12. Lo svantaggio si dimezza (13-15), ma gli errori in attacco non consentono l’aggancio alle bianco-blu. Dell’Oste da seconda linea e questa volta è coach Mandirola ad interrompere il match: 20-21. Diagonale di Furegato per il 22 pari e servizio tattico di Del Nero per il sorpasso: 23-22.  Set-point con la veloce di Fracchia (24-23) ed ace di Furegato che scaccia la paura per il definitivo e sofferto 25-23. Gatti e Corino per Deambrogio e Del Nero con il ritorno in posto quattro di Furegato. La palleggiatrice si presenta con un muro ed un ace (6-2), ma l’EVO Elledue non può distrarsi perché il San Rocco non ne vuol sapere di mollare (10-8). Fracchia evita il pareggio con il suo personale numero 11 e Dondi rileva Dell’Oste. Inversione di campo sul punteggio di 13-12 (sontuosa parallela di Furegato). Si procede al cadenzato ritmo del cambio palla fino al break che fissa il tabellone sul 15-17. Nel sesto set consecutivo è comprensibile che la lucidità venga meno e la bravura delle ragazze del San Rocco non aiuta le rossoblu. Fracchia e Gatti provano a metterci l’esperienza e sul 20-22 arriva il time-out della panchina novarese. Questa volta il finale in volata premia il San Rocco: 21-25. Il bottino raccolto dalle rossoblu della EVO Elledue è pari a 5 punti che, sommati ai precedenti, da un totale di 14. Basteranno per festeggiare il superamento del turno? Lo sapremo solo a completamento della terza ed ultima giornata di questa Coppa Piemonte.

post

SEI PUNTI E BEL GIOCO

EVO Elledue-Cantine Resore Ovada-3-0

(25-16 / 25-14 / 25-19)

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 8, Del Nero 3, Furegato 11, Farina 11, Fracchia 4, Gatti 9, Deambrogio 9, Corino 1, Falabrino 3, Dondi, Chizzotti, Imarisio (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Cantine Resorte Ovada: Bastiera (K) 2, Bianchi 6, Giacobbe 6, Boarin 4, Boido 5, Ravera 2, Lanza, Fossati 5, Lazarini (L). All: Ceriotti.

Servizi vincenti: EVO Elledue 10, Ovada 1.

Errori al servizio : EVO Elledue 5, Ovada 6.

Punti a muro: EVO Elledue 13, Ovada 2.

EVO Elledue-TeamVolley D-3-0

(25-11 / 25-10 / 25-10)

EVO Elledue: Dell’Oste Alice (K) 2, Del Nero 3, Furegato 5, Farina 12, Fracchia 9, Gatti 6, Deambrogio 7, Corino 6, Falabrino 7, Dondi 2, Chizzotti 1, Imarisio (L). All: Ruscigni-Montagnini.

TeamVolley D: Nakeva (K) 2, Graziola C. 6, Melotti Ra., Melotti Re., Graziola V. 2, Loro, Biassoli 1, Perissinotto 1, Zatta 3, Bognetti 1, Angelillo (L), Ippolito (L). All: Ferraro-Busancano.

Servizi vincenti: EVO Elledue 15, Lessona 1.

Errori al servizio : EVO Elledue 2, Lessona 7.

Punti a muro: EVO Elledue 8, Lessona 1.

Casale Monf.to (AL) – Debutto casalingo per la EVO Elledue. Il secondo triangolare di Coppa Piemonte propone alle rosso-blu la doppia sfida con Ovada e TeamVolley Lessona D. Nel mezzo, il match tra ovadesi e biellesi. Coach Ruscigni, nel primo set che lo vede opposto al team dell’ex juniorino Roberto Ceriotti, schiera Del Nero, Furegato, Fracchia, Farina, Dell’Oste, Deambrogio e Imarisio (libero). La squadra bianco-rossa milita in serie C, ma non è inserita nello stesso girone della EVO Elledue: Bastiera, Bianchi, Giacobbe, Boarin, Ravera, Fossati e Lazzarini (libero). Nonostante il gran caldo, il ritmo del match in avvio è davvero buono. Scambi prolungati, qualche errore sotto misura, ma due squadre dinamiche e volitive. Per due volte l’EVO Elledue prova a fuggire e per due volte viene ripresa dalle ospiti. Monster-block di Farina (10-8) e diagonale di Deambrogio dopo un assist perfetto di Del Nero: 12-8. Potrebbe essere il break decisivo e dopo l’ace di Dell’Oste coach Ceriotti chiede il primo time-out. Ovada ci prova con ordine e pazienza (19-15) ma deve fare i conti con le mani calde in attacco di Furegato e Deambrogio: 21-15 e seconda sospensione per la panchina ospite. Un paio di errori in attacco delle biancorosse (24-15) e la EVO Elledue chiude il set sul punteggio di 25-16 (mani-out della capitana). Più equilibrata la seconda frazione (6-6) anche per “colpa” di un ritmo che si abbassa notevolmente. Ovada ha più tempo per gestire la fase offensiva e le padrone di casa cedono gli scambi prolungati difettando in pazienza. Giusto il tempo di riordinare le idee e le rosso-blu inseriscono nuovamente la marcia giusta: 12-8 e time-out Ovada. Gatti per Deambrogio (15-10) in una fase del match dove Giacobbe e Fracchia si ergono a protagoniste in attacco. Farina si esibisce in due muri consecutivi e coach Ceriotti ferma tutto sul punteggio di 18-11. Terzo ace di Dell’Oste, muro a uno di Del Nero e diagonale di Gatti. L’EVO Elledue si aggiudica anche il secondo parziale con il punteggio di 25-14. Corino e Falabrino per Del Nero e Fracchia, con Gatti confermata in sestetto in luogo di Deambrogio. L’EVO Elledue domina in avvio di terzo set (11-7) grazie alle conclusioni di Dell’Oste, Farina, Falabrino e Gatti. Un mani-out dell’ex allieva di Ceriotti (vinto con lui il titolo regionale under 18) porta all’inversione di campo: 13-9. Dondi per Furegato (18-12), Boarin per Fossati (19-12) e Lanza per Bastiera (20-13). Debutto stagionale per Chizzotti sul 22-13 (al posto di Dell’Oste). I titoli di coda (25-19) sono di Carlotta Falabrino: 3-0 Elledue.  Nella seconda gara in programma, il TeamVolley di serie D, (in pratica l’under 16 del Lessona), sorprende in avvio il più quotato Ovada (27-25). La reazione di Bianchi e compagne porta al 2-1 in favore delle bianco-rosse ed assegna due punti alla squadra di Ceriotti.

La giornata di Coppa termina con la sfida tra Elledue e TeamVolley. In campionato il match si proporrà nuovamente, ma in quella occasione saranno le ragazze di coach Preziosa (presente in palestra) a contendere i tre punti alle rossoblu. Il sestetto di Ruscigni è lo stesso che ha giocato il primo set con Ovada. Sul 6-2 EVO arriva il primo punto delle laniere (con Zatta da posto 4); le padrone di casa servono bene, impedendo una fluida fase di cambio palla alle avversarie. Tuttavia, il TeamVolley non ha nessuna voglia di recitare un ruolo di comparsa ed impatta a quota nove. E’ il momento di usare il mestiere e non è un caso se il time-out ospite arriva dopo due giocate “sporche” di Fracchia e Dell’Oste: 12-10. Un pallonetto di Farina cade in posto tre con la neve e il TeamVolley inizia a vacillare: 17-10. La centrale numero 10 si esibisce in un altro muro che sfiora la prepotenza, mentre Fracchia dai nove metri mette a terra il suo terzo ace (21-10). L’inversione di campo arriva sul 25-11 dopo l’ennesimo punto nato dall’intesa tra palleggiatore e centrale. Corino, Falabrino e Gatti per Del Nero, Farina e Deambrogio. Time-out Lessona sul 7-2 dopo una fast di Falabrino ed un ace di Corino. La superiorità della squadra di casa è talmente netta che sul 10-2 del secondo set, sono solo 4 i punti in attacco messi insieme dal TeamVolley. Dondi per Furegato sul 15-4 e secondo punto rossoblu che giunge nonostante il tentativo di rimonta delle biellesi, soffocato da Corino devastante dai 9 metri (25-10) e dal muro di Dondi. La terza ed ultima frazione è condizionata da un pizzico di stanchezza che fatalmente confonde le idee alle atlete in campo. Inversione di campo con Elledue in vantaggio per 13-6 (punto di Chizzotti in attacco). Servizio (15 aces) e muro (8): con questi fondamentali l’EVO Elledue archivia la pratica sul 25-10.

I miglioramenti rispetto alla prima uscita sono stati netti ed evidenti. Ragazze più sciolte e tranquille. Più precise e dinamiche, con i carichi di lavoro che hanno accorciato la distanza tra il cervello ed i muscoli. Oltre ai sei punti, (che comunque tengono accese le speranze di qualificazione), è arrivato anche il bel gioco. Ora la sosta, in concomitanza con il week-end torinese delle final-six mondiali. Si tornerà in campo a Gavi il prossimo 6 ottobre. Sarà quella la prova generale a sette giorni dal debutto in serie C.