post

LA CAPOLISTA SOFFRE MA STRAPPA LA SESTA VITTORIA

EVO Volley-PGS El Gall-3-2

(25-10 / 26-28 / 18-25 / 25-13 / 15-9)

EVO Volley: Del Nero (K) 6, Furegato 7, Soriani 21, Fracchia 13, Dametto 12, Angeleri 12, Coppo, Ferrari, Deambrogio 1, Cattaneo, Kokoshi, Dell’Oste (L), De Simone (L). All: Ruscigni-Montagnini.

PGS El Gall: Bergesio (K) 14, Arnaldi C., Busca 9, Capella, Iadicicco 2, Marolo 15, Nada 6, Onorati, Rinaldi 7, Tortoroglio 1, Protto (L), Lazzarin (L). All: Parusso-Cantamessa.

Servizi vincenti: EVO Volley 12, El Gall 15.

Errori al servizio : EVO Volley 10, El Gall 11.

Punti a muro: EVO Volley 16, El Gall 8.

Arbitri: Palumbo Francesca e Dutto Massimiliano.

Alessandria – Giovedì 28 novembre si è disputato il recupero del match tra la EVO Volley e la PGS El Gall, valido per il sesto turno di serie C regionale. Alessandrine e cuneesi si sono affrontate al “PalaCima” di Lungo Tanaro, struttura del capoluogo di provincia che era già stata teatro della gara tra rossoblu e Savigliano. Con i risultati acquisiti della giornata in questione, la posta in palio è diventata ancor più importante. El Gall, terzo a quota 13, con una vittoria scavalcherebbe tutti in un sol colpo, mentre l’EVO in caso di successo abbozzerebbe la prima fuga in vetta alla classifica. Coach Ruscigni ha schierato in avvio in seguente sestetto: Del Nero in palleggio, Furegato opposta, Soriani-Fracchia centrali, Angeleri-Dametto attaccanti ricevitori e Dell’Oste libero. Michele Parusso, tecnico delle langarole, deve rinunciare a Martina Arnaldi, alle prese con un brutto infortunio. El Gall si presenta con Tortoroglio, Nada, Busca, Bergesio, Marolo, Rinaldi e Protto (libero). Soriani cala la tripla in avvio, poi l’EVO lavora di squadra, con Dametto che varia i colpi da posto quattro: 7-3. Ace dell’ex capitana di Chieri e sul punteggio di 8-3 coach Parusso usufruisce del primo time-out. Grinzane Cavour non trova le giuste contrarie e con un parziale aperto che inizia ad essere importante (12-3) arriva anche la seconda sospensione discrezionale. Rinaldi a muro concretizza il cambio palla e sul turno della stessa numero 11 al servizio, le padrone di casa soffrono fino al monster-block di Dametto: 13-6. Iadicicco per Bergesio sul 16-8, con Fracchia in battuta. L’EVO riprende a macinare pallavolo, grazie ad un’ottima (e precisa) distribuzione di capitan Del Nero: 23-10. Doppio ace di Angeleri e sul 25-10 le due formazioni cambiano campo. Set praticamente perfetto per il sestetto di coach Ruscigni. Lazzarin in campo per El Gall nel ruolo di libero (in alternanza con Protto). La squadra ospite entra maggiormente in partita, ma sul 9-5 è ancora la panchina del Grinzane a fermare il gioco. Una squadra che nelle sei precedenti partite ha sempre vinto, non può essere quella del primo set. Gli scambi si allungano e dopo l’ace di Bergesio il tabellone segna 11-9 per l’EVO Volley. Altre due magie dai nove metri e sulla parità a quota 11 è coach Ruscigni a volerci parlare su. El Gall passa in vantaggio con un muro di Busca, ma la parallela di Furegato rimette le cose a posto. Del Nero corre come una trottola e Angeleri piazza un prezioso mani-out. Finalmente la partite prende quota. E’ il momento di soffrire e ogni punto conquistato è sottolineato dal pubblico presente. La battuta del “Gallo” sta spostando gli equilibri: 17-17. Muro di Marolo e time-out EVO: 17-18. Iadicicco entra in battuta sul 18-20 e Deambrogio sostituisce Dametto sul 18-21. El Gall vola a più quattro (18-22) e sul 19-22 rientra Marolo in seconda linea. Ace di Deambrogio e time-out cuneese: 20-22. Primo tempo di Soriani per la parità a quota 23. Valentina “graffia” con il muro del 24-23, ma Bergesio annulla il set-point. Furegato abbatte l’astina e Soriani annulla la palla set del Gall: 25-25. Altro errore in attacco (questa volta commesso da Angeleri) e la centrale numero 8 ci mette un’altra pezza. Al terzo tentativo le ospiti chiudono il set, strappando la prima frazione alla formazione di Ruscigni e Montagnini: 26-28. Con Del Nero in battuta e con una prima linea che fa buona guardia a muro, la squadra di casa si porta sul 7-2 e coach Parusso chiede time-out. Fracchia traccia la via con la giusta dose di cattiveria, ma le ospiti non si lasciano intimorire e rientrano nel set: 12-8. L’inerzia è passata nella metà campo ospite e Ruscigni corre ai ripari con una sospensione sul 13-12. Deambrogio per Angeleri (13-13), ma la sequenza di Busca in battuta non si ferma. E’ il momento più difficile di questo inizio di stagione: 13-16 e secondo time-out con parziale aperto di 0-7. Dametto conquista il cambio palla, ma la furia delle ospiti non finisce qui, anzi! De Simone per Dell’Oste (15-20), ma c’è tanta confusione nella ricezione dell’EVO e per Nada e compagne è fin troppo semplice piazzare la stoccata vincente. La formazione di Grinzane Cavour gestisce senza affanni e si porta in vantaggio per due set ad uno: 18-25. L’inizio di quarto set è caratterizzato da una serie di errori in battuta, dall’una e dall’altra parte: 4-4. Le rossoblu mostrano una gran voglia di recuperare, ma occorre tanta pazienza, in ogni scambio, perché El Gall difende con ordine praticamente tutto. Time-out ospite sul punteggio di 8-4. Del Nero e Fracchia colpiscono a muro e Onorati sostituisce Rinaldi. Il sestetto ospite commette qualche errore in più e le rossoblu costruiscono il loro vantaggio (16-8) con il fondamentale del muro. La ricezione è meno precisa del solito, Angeleri e Furegato (9 punti in attacco in due) hanno le polveri bagnate e ci si deve inventare di tutto e di più per raggiungere il 18-10. Iadicicco per Nada nelle file ospiti e quattordicesimo ace incassato dall’EVO Volley sul 18-12. Busca è la migliore per El Gall, ma non può nulla contro l’allungo alessandrino che vale il 25-13. Il tie-break è la giusta conclusione per un match avvincente, dove le ospiti hanno messo in seria difficoltà la formazione di casa. Per l’EVO Volley un quinto set conquistato con le unghie e con i denti. Si lotta su ogni palla, in un PalaCima che è diventato una bolgia. Attacco da seconda linea di Furegato e pronta risposta di Marolo: 6-4. Piove l’ennesimo ace nella metà campo rossoblu e Dametto piazza un pallonetto millimetrico che vale il 7-5. Dopo un aquilone di Furegato si cambia campo sul punteggio di 8-6 grazie ad un primo tempo vincente di Fracchia. Coach Parusso chiede time-out sul 9-6 e Dametto punisce dai nove metri con l’ace del 10-6. Non è affatto finita, merito di un El Gall indomito, coraggioso e sbarazzino. Fracchia sigla il 13-8 che obbliga la panchina ospite alla seconda sospensione discrezionale. Soriani per il 14-9 e ancora Valentina a muro per il definitivo 15-9. Al termine, meritati applausi per tutti e fotografia di gruppo con le giocatrici ad abbracciarsi alla fine di una bellissima battaglia sportiva. Il commento finale è di Valentina Soriani: “Per certi versi aspettavamo questa partita. Prima o poi doveva capitare di andare in difficoltà e questa sera nel secondo e nel terzo set ci siamo perdute di fronte ad un avversario che stava giocando meglio di noi. Come ne siamo uscite? Con la forza del gruppo. Succede e succederà ancora di trovarci in una serata storta. Una squadra unita come la nostra ha dimostrato che si possono raddrizzare match complicati. Complimenti alle nostre avversarie, ma anche noi meritiamo un plauso perché era più semplice disunirsi ad un certo punto, invece di reagire con carattere come siamo riuscite a fare”. Con questi due punti l’EVO rimane al comando, ma stasera più che i due punti, è la reazione mostrata che vale di più.

Risultati 6^giornata: Real Venaria-Gaglianico-3-0 Involley-Santena 95-0-3 Teamvolley BI-Play Asti-3-0 Savigliano-La Folgore-3-0 Mokaor S2M-Novi-(RINV.10/12/19) EVO Volley-El Gall-3-2 Cusio-Isil Almese-3-2

Classifica: EVO Volley pt.17, TeamVolley BI pt.15, El Gall e Isil Almese pt.14, Real Venaria e Santena pt.11, Savigliano pt.9, Cusio, Mokaor S2M e Play Asti pt.7, La Folgore pt.5, Involley pt.3, Gaglianico pt.2, Novi pt.1. Mokaor e Novi una gara in meno.

Prossimo turno (30-11-19): La Folgore-Involley; Novi-Teamvolley BI; El Gall-Savigliano; Play Asti-Mokaor S2M; Gaglianico-EVO Volley (20.30); Santena-Cusio; Isil Almese-Real Venaria.

post

ARRIVA LA CAPOLISTA

Sabato 13 aprile la Tensostruttura del PalaFerraris di Casale Monferrato, ospiterà il match tra l’EVO Elledue e la Libellula Bra. Gara di cartello perché mette di fronte due delle formazioni più in forma del momento. Dalle 20.30 in poi, le compagini allenate da Marco Ruscigni e da Oriana Arduino, daranno sicuramente vita ad una partita spettacolare. Ci sono tutti i presupposti perché questo accada. Innanzitutto i numeri. La Libellula Bra è prima in classifica, con sette lunghezze di vantaggio su Alba. Vinciarelli e compagne hanno fin qui perduto un solo match, cedendo complessivamente tredici set. La Elledue nel girone di ritorno ha conquistato 26 punti su 30, è tutto sommato tranquilla per un quarto posto che vale tanto oro quanto pesa e vorrà regalarsi una serata di gloria prima della sosta pasquale (ultima della stagione). Il tre a uno dell’andata è ancora lì, ben presente. Le rossoblu disputarono una signora partita, al cospetto di una grande squadra. Solo applausi al fischio finale per Dell’Oste e compagne. Perché non sperare in qualcosa di più da raccogliere tra le mura amiche? In fondo, gli obiettivi sono stati raggiunti da entrambi e questo è un altro punto che fa sperare in una gara spettacolare. Nelle file della Libellula troviamo l’ex juniorina Cristina Vinciarelli. La “signora” del girone B di serie C regionale, ha preso per mano la squadra e l’ha portata fin sulla vetta della classifica. Giocatrice esperta, intelligente, umile, che sa mettersi al servizio del collettivo. Una sorta di allenatrice in campo ed una capitana autorevole nello spogliatoio. Casale la riabbraccerà con tutti gli onori del caso. Probabilmente non ci sarà la centrale Bertone (tornata ai lidi più consoni della serie A), ma troveremo Elisa Cammardella, il libero che all’andata fece la differenza, impedendo alle rossoblu di acciuffare il tie-break. E la Elledue? Sabato scorso a San Maurizio D’Opaglio abbiamo visto una squadra matura, che è cresciuta in maniera esponenziale. Non solo nei singoli e nel gioco, ma nell’atteggiamento. Ad un certo punto ci si è trovati nella bagarre più totale, esattamente come a Rivarolo. Contro Olocco e compagne si è perso al tie-break, contro l’Oasi Cusio si è vinto per tre a uno mostrando un carattere davvero notevole. Non si può dire che questa stagione da neo-promossa, non sia stata positiva sotto tutti i punti di vista.

Libellula Volley Bra: Cammardella R.(K), Ghione, Vinciarelli, Arione, Conte, Panetta, Bertone, Abrate, Garnero, Montà, Martina, Cammardella E.(L). All: Arduino-Biestro.

Prossimo turno (13-04-2019): EVO Elledue-Libellula Bra (ore 20.30) (1-3); Rivarolo-Monviso Volley (3-0); Team Volley Lessona-Santena’95 (3-0); Team Volley NO-La Folgore (3-2); Novi-L’Alba Volley (1-3); Cuneo Granda Volley-Oasi Cusio (1-3); Igor NO-Canelli (3-2).

Classifica: Libellula Bra 65, L’Alba Volley 58, Team Volley NO 53, EVO Elledue 46, Oasi Cusio 38, Santena’95 37, Rivarolo 36, La Folgore 35, Team Volley Lessona e Cuneo 32, Novi 20, Igor Volley 13, Canelli 11, Monviso Volley 7.

post

CON CORAGGIO IN CASA DELLA CAPOLISTA

Libellula Volley Bra-EVO Elledue-3-1

(25-21 / 23-25 / 25-17 / 25-16)

Libellula Volley Bra: Cammardella R.(K) 3, Ghione, Vinciarelli 10, Arione 1, Conte 8, Panetta 6, Bertone 15, Abrate, Garnero, Montà 18, Martina 1, Cammardella E.(L). All: Arduino-Biestro.

EVO Elledue: Dell’Oste (K) 7, Del Nero 1, Furegato 23, Farina 9, Fracchia 9, Gatti 1, Deambrogio 12, Corino, Falabrino C., Falabrino F., Imarisio (L), Papillo (L). All: Ruscigni-Montagnini.

Servizi vincenti: Libellula 7, EVO Elledue 3.

Errori al servizio : Libellula 7, EVO Elledue 16.

Punti a muro: Libellula 7, EVO Elledue 9.

Bra (CN) – Trasferta in casa della capolista per l’EVO Elledue. Le ragazze di Ruscigni e Montagnini, proprio in una delle gare più complicate della stagione, hanno avuto l’opportunità di uscire da un momento poco brillante, approfittando del più classico dei “nulla da perdere”. Ospiti in campo con Del Nero, Furegato, Farina, Fracchia, Deambrogio, Dell’Oste ed Imarisio (libero). Formazione-tipo anche per le libellule di coach Arduino: Rossana Cammardella in palleggio, Montà opposto, Bertone-Conte centrali, Vinciarelli-Panetta attaccanti di posto quattro ed Elisa Cammardella libero. Nelle file delle padrone di casa spicca l’ex juniorina Cristina Vinciarelli, (atleta con esperienze in serie A), ma soprattutto è evidente l’apporto in fase di muro e di attacco che da Floriana Bertone. L’ex centrale del Cuneo di A1 si sta riprendendo da un infortunio, ma il suo curriculum parla da se nonostante si tratti di un’atleta nata nel 1992. Club Italia, Casalmaggiore, San Casciano, Modena, Neruda e Cuneo le tappe tra i professionisti di questa atleta di 202 centimetri. Nel palmares una Coppa Italia di A2 e le medaglie conquistate in maglia azzurra agli Europei (2009 e 2010), ai Mondiali (2011) ed ai Giochi del Mediterraneo (2013). In avvio di partita gli arbitri adottano un metro molto severo nei confronti dei due palleggiatori: 4 falli fischiati nei primi 12 scambi. Il servizio delle libellule mette nel mirino Imarisio, ma sul 10-7 arriva un break delle rossoblu (11-10) confezionato da Furegato e Del Nero. L’EVO Elledue subisce altri tre aces (17-13), ma Furegato è scatenata e, ben supportata da Deambrogio, rimette le ospiti in carreggiata: 17-16. Muro di Conte, parallela di Furegato e finale dominato da Bertone con una veloce al centro giocata ad altezze inarrivabili per il muro rossoblu: 25-21. L’EVO Elledue, nonostante lo svantaggio ha ben figurato. La squadra ammirata nelle recenti uscite ha lasciato il posto al team che ben conosciamo e che ci ha entusiasmato in questa prima parte di stagione. Gli scambi si allungano, la lotta si fa dura ed il pubblico sottolinea lo spettacolo con sinceri applausi ad entrambe le contendenti. Va detto e sottolineato che la Libellula Arena è stata corretta ed oltremodo sportiva e che tutti (dai dirigenti, agli allenatori, fino ad arrivare alle giocatrici), hanno accolto Dell’Oste e compagne nel migliore dei modi. Ace di deambrogio (7-10) ed Elledue che inizia a prendere un cospicuo margine di vantaggio. Il primo time-out della capolista arriva sul punteggio di 8-12 ed al ritorno in campo coach Arduino opera un doppio cambio inserendo Martina e Arione in luogo di Cammardella e Montà. Muro di Deambrogio, veloce di Fracchia e bombardamento da prima e seconda linea di una scatenata Furegato. L’opposta della Elledue risulterà la migliore in campo al pari del libero di casa, Elisa Cammardella. Massimo vantaggio EVO sul 10-18 e Libellula che inizia un recupero lento, ma costante. Sul 20-22 è Dell’Oste a togliere le castagne dal fuoco con un intelligente mani-out.. La parallela di Furegato inchioda il 21-24, ma si deve soffrire ancora perché Conte e Bertone riavvicinano il Bra: 23-24. Lo scambio del definitivo 23-25 è chiuso dalla capitana ospite. La partita è bella e l’EVO regge il confronto ribattendo colpo su colpo. Dal 2-4 con Dell’Oste e Farina, al 6-5 per la capolista il passo è breve. Montà mette alle corde la difesa rossoblu e Vinciarelli colpisce al momento opportuno. E’ chiaro che Fracchia e compagne devono osare dai nove metri, perché con palla in mano la regista del Bra innesca una macchina perfetta di nome Floriana Bertone. Corino e Gatti per Del Nero e Furegato sul 16-11 e chiusura del doppio cambio sul 19-16. Montà dalla linea del servizio scava un solco importante e l’EVO Elledue non riesce a trovare la forza per reagire: 25-17. La quarta frazione ha un andamento molto particolare. Equilibrio e spettacolo fino al 10-9, poi accade qualcosa di incredibile. Lo scambio più bello del match risulterà essere anche quello decisivo. Del Nero ha nelle mani l’assist del pareggio, ma la difesa delle libellule si esalta con una Elisa Cammardella a dir poco stratosferica. Mancata l’occasione, la Elledue si trova sul punteggio di 11-9 ed improvvisamente stacca la spina. Vinciarelli e compagne non hanno più problemi e chiudono la gara sul 25-16. Bertone, Vinciarelli, Montà e Cammardella da una parte. Furegato, Farinba e Fracchia dall’altra. Questo l’elenco delle migliori in campo. I risultati dell’undicesimo turno fanno retrocedere di una posizione l’EVO Elledue in classifica generale, ma la prestazione della Libellula Arena dice una cosa più importante: le rossoblu sono tornate. Ed è un peccato che la sosta debba arrivare proprio ora.

Risultati 11^ giornata: Libellula Bra-EVO Elledue-3-1 Monviso Volley-Rivarolo-0-3 Santena’95-Team Volley Lessona-0-3 La Folgore-Team Volley NO-2-3 L’Alba Volley-Novi-3-1 Oasi Cusio-Cuneo Granda Volley-3-1 Canelli-Igor NO-2-3

Classifica: Libellula Bra 30, L’Alba Volley 29, Team Volley NO 28, OasiCusio 20, EVO Elledue 19, Santena’95  e Team Volley Lessona 17, La Folgore e Rivarolo 16, Cuneo e Igor Volley 11, Novi 7, Monviso Volley e Canelli 5.

Prossimo turno (12-01-2019): EVO Elledue-Santena’95 (ore 20.30); Novi-Monviso Volley; Rivarolo-L’Alba Volley; Team Volley Lessona-Canelli; Team Volley NO-Libellula Bra; Oasi Cusio-La Folgore; Cuneo Granda Volley-Igor NO.

post

AL COSPETTO DELLA CAPOLISTA

L’anno solare 2018 della EVO Elledue si concluderà con la trasferta di Bra. Sabato 22 alle ore 20.30, le ragazze di Ruscigni e Montagnini si recheranno alla “Libellula Arena”, quartier generale della capolista del girone B di serie C regionale. In sede di pronostico la gara sembra indirizzata verso la squadra di coach Arduino, ma per la legge dei grandi numeri la sorpresa (in questo caso Natalizia) potrebbe essere dietro l’angolo. L’EVO Elledue non sta attraversando un buon momento. Nelle ultime tre partite sono arrivate due sconfitte (e soli 4 punti), ma soprattutto si è notato che la squadra non gode di una condizione fisica ottimale. La qualità del gioco è scesa, mentre l’infermeria si è riempita e non è un caso che con i guai fisici di Imarisio, Farina e Del Nero, il rendimento generale del collettivo rossoblu sia calato. Non va dimenticato che l’EVO Elledue è un team neo-promosso e che rispetto alla stagione scorsa è cambiato parecchio a livello di organico. In allenamento si devono affrontare problematiche relative agli impegni di lavoro e di studio e non sempre si riesce ad essere al completo. Insomma, il quarto posto ed i 19 punti fin qui racimolati, sono di per se un grandissimo risultato. Non sono certo tre partite disputate sottotono a cambiare i giudizi ed a stravolgere gli obiettivi. Una stagione di crescita passa anche attraverso il superamento di piccoli periodi di crisi. E’ qui che si valuta il carattere. E’ qui che ci si unisce maggiormente. La trasferta di Bra cade a fagiolo. La Libellula dell’ex juniorina Cristina Vinciarelli guida la classifica con 27 punti, ma soprattutto, tra serie C e Coppa Piemonte, ha perduto in una sola occasione. Servirà un’impresa e chissà che con la mente sgombra l’EVO Elledue non riesca a ritrovare se stessa. Più del risultato, sarebbe bello chiudere l’anno con una prestazione da grande. Al cospetto di una grande. “Quella di sabato – commenta Federica Deambrogio – sarà una partita particolare per noi. Ci troveremo di fronte una squadra esperta, composta da giocatrici di ottimo livello. Su tutte Vinciarelli con cui ho avuto l’onore e il piacere di giocare a Casale e ad Alessandria. In questo momento dobbiamo cancellare i momenti di black-out che ci assalgono in fasi particolari della partita. Commettiamo errori banali che non fanno parte del nostro bagaglio. Sono sicura che valiamo più della nostra attuale classifica, ma per dimostrarlo bisognerà rimboccarci le maniche in allenamento”. “Abbiamo riconquistato la vetta dopo una lunga rincorsa – dichiara Cristina Vinciarelli – e non vogliamo fermarci adesso. Sappiamo che gestire un primo posto è complicato anche a livello psicologico e di conseguenza l’umiltà deve essere il nostro punto di partenza. L’EVO Elledue è tra le migliori squadre del girone ed ogni gara fa storia a se. Conosco le mie ex compagne ed il mio ex allenatore e so che per vincere dovremo dare il 100% in ogni momento del match”.

Libellula Volley Bra: Cammardella R.(K), Ghione, Vinciarelli, Arione, Conte, Panetta, Abrate, Garnero, Montà, Martina, Cammardella E.(L). All: Arduino-Biestro.

Classifica: Libellula Bra 27, Team Volley NO e Alba 26, EVO Elledue 19, Oasi Cusio e Santena’95  17, La Folgore 15, Team Volley Lessona 14, Rivarolo 13, Cuneo 11, Igor Volley 9, Novi 7, Monviso Volley 5, Canelli 4.

Prossimo turno (22-12-2018): Libellula Bra-EVO Elledue (ore 20.30); Monviso Volley-Rivarolo; Santena’95-Team Volley Lessona; La Folgore-Team Volley NO; L’Alba Volley-Novi; Oasi Cusio-Cuneo Granda Volley; Canelli-Igor NO.